Hauptinhalt

La promozione delle competenze di base: un tema importante in Svizzera

Le competenze di base permettono alle persone di partecipare in modo autonomo alla vita sociale e professionale. Possedere scarse competenze di base ha conseguenze sia sugli interessati stessi, come anche sull’economia e la società. C’è un grande bisogno di avere un’offerta di formazione di alta qualità in Svizzera.

Che cosa sono le competenze di base?

La promozione delle competenze di base permette di sviluppare le capacità di cui hanno bisogno le persone per partecipare in modo autonomo alla vita sociale e professionale. Conformemente alla legge federale sulla formazione continua (LFCo) del 20 giugno 2014, le competenze di base sono un requisito per il Lifelong Learning. All’art. 13 la LFCo definisce le competenze di base per gli adulti come segue:

  • lettura, scrittura ed espressione orale in una lingua nazionale
  • matematica elementare
  • utilizzo di tecnologie dell’informazione e della comunicazione

In Svizzera chi sono le persone con competenze di base limitate?

In Svizzera circa 800'000 adulti hanno capacità di lettura e di scrittura insufficienti. L’8,6 per cento della popolazione tra i 20 e i 64 anni residente in Svizzera, ossia oltre 400'000 persone, incontrano grosse difficoltà nel risolvere i più semplici compiti di calcolo. Si stima che vi sia 1,5 milione di persone tra i 16 e i 65 anni che hanno scarse competenze nelle TIC o non ne hanno affatto.

Il gruppo di persone con scarse competenze di base è molto eterogeneo. Particolari fattori di rischio sociodemografici sono un livello di istruzione basso, l’origine sociale e lo status migratorio. La problematica riguarda spesso adulti senza formazione post-obbligatoria e migranti, anche se si può verificare in tutte le fasce della società. Anche svizzere e svizzeri che hanno assolto tutta la scolarità in Svizzera possono avere difficoltà nelle competenze di base.

Conseguenze di una mancanza di competenze di base

Possedere scarse competenze di base ha conseguenze sia per gli stessi interessati che per l’economia e la società.

  • Povertà e problemi di salute: persone con limitate conoscenze di base sono maggiormente toccate dalla povertà e da problemi di salute rispetto alla media della popolazione.
  • Difficoltà di accesso alla formazione di base e continua: i tabù e una mancata sensibilità ostacolano l’accesso alla formazione di base e continua a persone con scarse conoscenze di base. Spesso l’offerta di formazione di base e continua esistente non corrisponde ai bisogni di persone con scarse competenze di base.
  • Disoccupazione: i cambiamenti strutturali sul mercato del lavoro conducono a maggiori esigenze nell’ambito delle competenze di base, anche per posti di lavoro con mansioni semplici. Scarse competenze di base comportano pertanto il rischio di perdere il posto e/o di non trovarne uno nuovo.
  • Produttività: le aziende, i cui collaboratori possiedono scarse competenze di base, non possono sfruttare il loro potenziale produttivo.
  • Costi sociali: in Svizzera i costi sociali che derivano dai problemi di lettura sono elevati. L’ufficio Bass li stima a 1.316 miliardo di franchi ogni anno. Un investimento per la promozione delle competenze di base ha pertanto senso in termini economici, se abbinato con l’incoraggiamento all’ottenimento di un titolo professionale per adulti.

Le conseguenze individuali di una scarsa capacità di lettura e di scrittura come anche matematica del quotidiano sono decisive per le persone in questione. La lingua, la scrittura e il calcolo costituiscono inoltre i requisiti necessari per un utilizzo proficuo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) nella vita quotidiana privata e professionale.