Hauptinhalt

Informazioni sulla crisi dettata dal nuovo coronavirus

FAQ aggiornate: effetti del Coronavirus sulla formazione continua

Le domande frequenti e le risposte (FAQ) sugli effetti del coronavirus sugli istituti svizzeri di formazione continua e sui formatori/formatrici freelance.


IPG per il coronavirus: prolungata fino al 16 settembre

Nella seduta del 1° luglio 2020 il Consiglio federale ha deciso di prolungare il diritto all’indennità di perdita di guadagno IPG per il coronavirus per i lavoratori indipendenti direttamente e indirettamente colpiti delle misure contro il virus. Questa decisione va a beneficio anche del settore della formazione continua.


Coronavirus: la distanza sociale minima raccomandata ridotta a 1,5 metri

Il Consiglio federale ha allentato le misure di lotta al Coronavirus. A partire da lunedì 22 giugno la distanza sociale minima da mantenere è portata a 1,5 metri. Nella formazione continua la distanza sociale può essere ulteriormente ridotta a condizione che i dati di contatto dei partecipanti siano registrati.


L'OCSE raccomanda alla Svizzera di investire nella formazione continua

L'OCSE, nelle sue prospettive economiche, prevede tempi difficili dopo il blocco dovuto al Coronavirus. Nell’ultimo rapporto afferma che sono necessarie misure straordinarie. Per la Svizzera, l'OCSE raccomanda soprattutto di investire nella formazione continua.


Aggiornamento delle disposizioni speciali per gli enti formatori FFA

La Commissione garante della qualità ha aggiornato e adattato alle nuove norme, le disposizioni speciali per gli enti di formazione FFA. A partire dal 6 giugno è possibile erogare corsi in presenza con gruppi di partecipanti numerosi a patto che l’ente di formazione abbia un piano di protezione.
Inoltre, fino alla fine del 2020 la formazione in presenza potrà essere erogata per un massimo del 60% attraverso modalità online.

Disposizioni speciali...


Possibilità di ridurre la distanza di sicurezza nei corsi formazione continua

Nell’ambito dei corsi di formazione continua, da lunedì 8 giugno è possibile, a condizione che siano registrati i dati dei partecipanti, scendere al di sotto della distanza minima di 2 metri nelle lezioni in presenza. La FSEA ha adattato di conseguenza il piano di protezione generale per la formazione continua.


Effetti del Coronavirus: spinta al digitale e misure di protezione

La crisi dettata dal Coronavirus ha colpito duramente la formazione continua e la cambierà per sempre. È quanto afferma il direttore della FSEA Bernhard Grämiger in un'intervista sul blog del centro di formazione continua della Scuola universitaria professionale di San Gallo.

Grämiger commenta il passaggio dalle lezioni in presenza alle lezioni online, presumendo che la percentuale di coloro che hanno effettuato questo passaggio sia inferiore al...


La Confederazione pubblica principi di base per la ripresa dell’insegnamento presenziale

Il presupposto per la ripresa dell’insegnamento presenziale è che l’istituto di formazione sia dotato di un piano di protezione. La Confederazione il 13 maggio ha pubblicato i principi base necessari a tal fine. Il piano di protezione generale della FSEA è in linea con questi.