Hauptinhalt

Informazioni sulla crisi dettata dal nuovo coronavirus

Misure per contrastare il coronavirus: nessun inasprimento per la formazione continua

Il Consiglio federale ha adottato il 18 dicembre ulteriori misure per contrastare il diffondersi del coronavirus. La formazione continua non è influenzata dall'inasprimento delle misure. In particolare, resta in vigore il divieto di erogazione dei corsi in presenza. Oltre alle nuove misure, il Consiglio federale ha modificato anche l'ordinanza sui casi di rigore.


La deroga per l'insegnamento in presenza rimane, ma è più restrittiva

Il Consiglio federale ha adottato, venerdì 11 dicembre, ulteriori misure per combattere la crisi derivante dal coronavirus. La formazione continua non è direttamente influenzata dall’inasprimento. In particolare, resta in vigore la deroga per l’insegnamento in presenza. Tuttavia, nel rapporto esplicativo dell’ordinanza, la sua interpretazione è definita più restrittivamente.


Il Consiglio federale prevede un ulteriore inasprimento delle misure per combattere il coronavirus

Nel corso della seduta dell'8 dicembre, il Consiglio federale ha annunciato un ulteriore inasprimento delle misure per combattere il coronavirus. Queste entreranno in vigore il 12 dicembre.


No definitivo agli sgravi per le pigioni degli esercizi commerciali che hanno chiuso durante il lockdown

I gestori di negozi e locali pubblici che hanno dovuto chiudere completamente o parzialmente in primavera a causa della pandemia di coronavirus non hanno diritto ad alcuno sgravio per l'affitto. Dopo il Consiglio nazionale, anche il Consiglio degli Stati ha respinto il 2 dicembre 2020 il progetto di legge sull'affitto dei negozi.


La Confederazione regolamenta i casi di rigore Covid

Nella seduta del 25 novembre, il Consiglio federale ha approvato l'ordinanza Covid-19 sui casi di rigore. Entra in vigore il 1° dicembre e consente anche di sostenere gli enti di formazione continua.


La FSEA chiede di sostenere la formazione continua durante la crisi pandemica

Le cifre attuali mostrano che la pandemia di coronavirus sta portando a una massiccia contrazione della domanda di formazione continua. Allo stesso tempo in molti settori vi è bisogno che i dipendenti continuino a formarsi o si riqualifichino per poter stare al passo con gli sconvolgimenti del mercato del lavoro.


La Confederazione dovrebbe sostenere la formazione continua dei lavoratori durante il lavoro ridotto

I dipendenti interessati dal lavoro ridotto hanno meno opportunità di acquisire esperienza professionale in azienda. Per mantenere la loro occupabilità, la Confederazione dovrebbe intervenire e, tra l'altro, cofinanziare la formazione continua, questo quanto richiesto in una mozione del Partito dei Verdi.


Nuove disposizioni speciali per i moduli FFA

Il divieto di erogazione di corsi di formazione continua in presenza richiede delle nuove disposizioni speciali per il sistema FFA. A partire da ora, la maggior parte dei moduli, può essere erogata completamente online. Per il modulo 2, la Commissione svizzera FFA (CS FFA), ritiene che può essere applicata l’eccezione indicata dalla Confederazione in modo che si possa continuare con la formazione in presenza.