Hauptinhalt

Dalla redazione FSEA

I datori di lavoro potrebbero fare di più

In Svizzera non tutti i lavoratori dipendenti frequentano una formazione continua nel corso di un anno. Una delle ragioni è la mancanza di sostegno da parte del datore di lavoro. Lo dimostra l'attuale studio "Barometro 'Gute Arbeit'" di Travail Suisse e della Scuola universitaria professionale di Berna.


Gestione della qualità agile nelle istituzioni di formazione continua?

La gestione della qualità classica si basa su strutture operative caratterizzate da processi organizzativi stabili e quindi spesso ha il carattere di gestione della stabilità. In un'epoca di strutture organizzative sempre più agili - oltre e al posto di quelle aziendali - è necessaria anche una gestione della qualità agile, orientata all'equilibrio tra stabilità e cambiamento.


Trasparenza nelle pubblicazione dei corsi – la Fondazione per la protezione dei consumatori riceve solo pochi reclami

Grazie alla pubblicazione trasparente dei corsi, le parti interessate possono trovare le informazioni necessarie per prendere una decisione in merito all'offerta di formazione continua. Questo è richiesto dalla Carta elaborata dalla FSEA per la pubblicazione trasparente dei corsi*. Effettivamente, come viene accettata dai partecipanti? Lo abbiamo chiesto alla Fondazione per la protezione dei consumatori.


Piattaforma di scambio 2019: «prenderemo tutti i feedback, li valuteremo e se pertinenti e possibili li applicheremo»

Il 26 settembre, circa 80 persone si sono incontrate a Berna per riflettere sullo stato attuale della revisione FFA. Per Andreas Schubiger, consulente in pedagogia professionale e uno dei moderatori della conferenza, i feedback sono stati importanti e saranno presi in considerazione laddove possibile. Questa modalità di azione sarà utilizzata anche nel corso del processo.


Le microimprese imparano autonomamente

Le imprese con meno di 10 dipendenti sono molto attive nella formazione continua. Tuttavia, per la formazione, raramente si avvalgono di corsi standardizzati o del sostegno di enti di formazione continua. Questo è il quanto emerso dal nuovo studio della FSEA.


La pubblicazione trasparente dei corsi ripaga

La Scuola Club Migros è tra i firmatari della Carta* per la pubblicazione trasparente dei corsi. Abbiamo parlato con Regula Umbricht, responsabile vendita/clienti corporate, direzione scolastica Migros Svizzera orientale, di clienti insoddisfatti e di come impedire che lo siano.


I servizi cantonali per l’orientamento professionale non raggiungono quasi mai gli adulti

I servizi per l’orientamento professionale, universitario e di carriera (OPUC) svolgono un ruolo importante nel processo strategico della "Formazione professionale 2030". Un nuovo studio mette in luce le esigenze di sviluppo dei centri di orientamento e dimostra che oggi l'orientamento professionale, in particolare per gli adulti, non riceve sufficiente attenzione.


Insieme per una maggiore trasparenza

La FSEA promuove una carta per una maggiore trasparenza nella formazione continua. Tutte le istituzioni, che assieme a noi vogliono dare un segnale, possono firmare la carta.


La formazione continua sulla scena internazionale

La politica della formazione è di competenza dei singoli Stati. Tuttavia, nel campo della formazione continua, esistono anche accordi e obiettivi internazionali. Informazioni su come funziona questa cooperazione e quali risultati si possono ottenere si possono trovare in questo contributo.


Futuro digitale a metà prezzo

La digitalizzazione non ha paura delle altezze. Da tempo è un argomento di discussione nelle regioni montane svizzere. Sei mesi fa, l'Aiuto svizzero alla montagna e la Federazione svizzera per la formazione continua hanno lanciato un progetto per consentire alle economie delle regioni di montagna di sfruttare ulteriormente il progresso digitale. Due esempi dimostrano l’impatto che questo progetto sta avendo.


Matematica del quotidiano da una prospettiva internazionale - Retrospettiva dell’Adults Learning Mathematics Conference 2019

La conferenza annuale del Forum internazionale Adults Learning Mathematics (ALM) offre agli attori della ricerca e della formazione in tutti gli ambiti, l'opportunità di presentare, discutere e condividere i risultati delle loro ricerche e le loro esperienze. Martina Fleischli, responsabile di progetto della FSEA e autrice di questo testo, ha partecipato alla conferenza e riportando alcuni spunti di riflessione per coloro che Svizzera si occupano...


"Matematica per le operazioni quotidiane"

In quale forma e in che misura le tecnologie digitali influenzano l'apprendimento della matematica degli adulti? Questa e altre domande saranno affrontate da esperti ed addetti ai lavori in occasione della 26a Adults Learning Mathematics Conference ALM26 alla quale parteciperà Martina Fleischli della FSEA.


Nuovo gruppo parlamentare posiziona la formazione continua come punto centrale della politica della formazione

Il gruppo parlamentare sulla formazione continua mira a dare maggior peso alle questioni relative alla formazione continua e a promuovere importanti decisioni politiche. Questo gruppo è composto da esponenti di vari partiti.


La Confederazione crea condizioni quadro ed è ampiamente soddisfatta

In vista della giornata della politica della formazione della FSEA abbiamo chiesto ai nostri membri di formulare delle domande al consigliere federale Guy Parmelin. Purtroppo, nel corso dell’evento, non è stato possibile rispondere a tutte. Per questo motivo le abbiamo riassunte e le abbiamo proposte al Consigliere federale nel corso di un'intervista.


La scarsa alfabetizzazione tocca il 12% degli adulti tedeschi

Più di sei milioni di persone in Germania hanno difficoltà nella lettura e nella scrittura. Questo è il risultato di un recente studio. Per Cäcilia Märki, responsabile del settore competenze di base della FSEA, anche in Svizzera occorre intervenire.


Certificati settoriali: un modello di successo per la formazione continua

Nell’ambito della formazione continua in Svizzera, i certificati settoriali sono, dopo i certificati interni, quelli rilasciati più frequentemente. Lo studio “Riconoscimento di certificati settoriali sul mercato del lavoro" RCM” si basa su cinque casi di studio molto diversi per esaminare i fattori alla base del successo di queste offerte fornendo delle indicazioni e dei suggerimenti per lo sviluppo di nuove proposte.


Confermato Matthias Aebischer come presidente della FSEA

In occasione dell'Assemblea dei delegati di quest'anno, il Consigliere nazionale PS Matthias Aebischer è stato confermato all'unanimità come presidente della FSEA. Il suo mandato terminerà nel 2022. Michael Kraft è stato eletto nuovo membro del comitato in rappresentanza della Società degli impiegati di commercio Svizzera.


Legge sulla formazione continua: dove la Confederazione pone l’accento

Guy Parmelin è intervenuto nel corso della Giornata della politica della formazione della Federazione svizzera per la formazione continua. Nonostante i numerosi elogi per la partecipazione alla formazione continua e per il mercato della formazione continua il Consigliere federale ritiene che ci siano ancora alcuni gruppi di persone da raggiungere.

 


"Lo sviluppo della qualità è una parte dello sviluppo dell’organizzazione"

Dal 1° aprile Ueli Bürgi è il responsabile del segretariato eduQua e della garanzia e dello sviluppo della qualità. Uno dei suoi compiti principali è la revisione della norma del label di qualità. Abbiamo parlato con Ueli Bürgi della qualità, della revisione e del valore di un certificato.


Promozione delle competenze di base: effetto moderato della LFCo

La legge sulla formazione continua LFCo non ha ancora dato l'auspicato impulso alla promozione delle competenze di base degli adulti nei cantoni. Ciò è dimostrato dal primo rapporto di monitoraggio della Comunità di interessi competenze di base CI. La necessità di agire rimane enorme.


Il consigliere federale Parmelin prende posizione sulla politica della formazione

Guy Parmelin il 7 maggio parteciperà alla giornata della politica della formazione della FSEA. Il neo Consigliere federale si pronuncerà per la prima volta sulla politica della formazione continua.


Klett-Gruppe rileva Kalaidos Bildungsgruppe

Kalaidos Bildungsgruppe Schweiz sarà integrato dalla tedesca Klett-Gruppe. L’azienda annuncia che la strategia e l’orientamento resterà lo stesso.


Si è spenta Ruth Jermann

Ruth Jermann, già direttrice aggiunta della FSEA e capo progetto del Festival della formazione si è spenta dopo malattia il 17 marzo.


La SEFRI lancia la Newsletter e il sito web per la formazione professionale 2030

Il progetto “formazione professionale 2030” è sostenuto da due nuove pagine web. La SEFRI ha inoltre lanciato una nuova newsletter.


Cosa vogliono le PMI dalla formazione continua

La "Zürcher Wirtschaft" ha riportato in un articolo la giornata delle PMI della FSEA e dell’Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM). Risultato: PMI ed enti di formazione continua non sempre parlano la stessa lingua.


La formazione professionale superiore si fonda sugli istituti di formazione continua

Più del 90% delle persone che ottengono un Attestato professionale federale o un Diploma federale ha seguito dei corsi preparatori. Questi dati sono stati raccolti per la prima volta in un’indagine dell’Ufficio federale di statistica. Il rapporto risponde anche alla domanda riguardo al perché viene scelto un determinato ente di formazione invece di altri.


I beneficiari degli aiuti sociali vogliono migliorarsi

I beneficiari degli aiuti sociali sono motivati a lavorare, questo quanto evidenziato da Raphael Golta responsabile dei servizi sociali di Zurigo, che allo stesso tempo avverte il pericolo di una riduzione per il forfait di mantenimento. Un recente studio della COSAS fornisce i dati.


La strada del successo del programma di promozione delle competenze di base sul posto di lavoro

Il ticinese Luca Mauriello insegna le “Competenze di base sul posto di lavoro” presso otto aziende in Ticino. Nell’ambito del programma di promozione delle competenze di base la SEFRI finanzia circa 19'000 ore di lezione per il miglioramento delle competenze di base nell’ambito delle TIC. Nei tre video che seguono Mauriello spiega come offre con successo corsi nelle aziende.


Guy Parmelin è il nuovo ministro della formazione (continua)

Guy Parmelin (UDC) è il nuovo ministro della formazione pertanto è anche responsabile della formazione continua. La FSEA è contenta di poter lavorare con lui.


Il parlamento impedisce i tagli nell’ambito della formazione continua

Nel dibattito sul preventivo 2019, il Parlamento ha respinto la proposta del Consiglio federale di ridurre di quasi 200'000 franchi il contributo nell’ambito della formazione continua. Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati inviano così un segnale positivo per il dibattito in merito al messaggio ERI 2021-2024.


Il paese ha veramente bisogno di talenti ad alto livello?

La Svizzera ha bisogno di talenti di alto livello per stare al passo con gli altri Paesi nella transizione digitale, così dice Nicolas Bürer direttore di digitalswitzerland. Ma chi è un talento di alto livello?


Qualità prima dei costi

I contratti per i contributi alla formazione continua sono generalmente aggiudicati dal settore pubblico nell'ambito di procedure di richieste di finanziamenti. La concezione di queste procedure è problematica sotto diversi aspetti.


Criteri di trasparenza per i descrittivi dei corsi

Chi è intenzionato a seguire un corso deve poterlo mettere a confronto con altri, ma questo non è sempre facile. La FSEA ha pertanto elaborato una lista di criteri per descrivere in modo trasparente i corsi.


900'000 impiegati senza formazione continua, una bomba a orologeria

La digitalizzazione sta cambiando rapidamente il mondo del lavoro. Questo crea anche un forte bisogno di formazione continua. Tuttavia, questo gruppo di adulti economicamente importante, che esercita un'attività lucrativa, non è attivo nella formazione continua.


L’integrazione attraverso la creazione di imprese

Membri di Capacity

L’incubatore di startup Capacity supporta i migranti nella creazione di imprese in Svizzera. Lo scopo è anche quello di promuovere l’integrazione degli immigrati.


Iniziativa per la formazione continua nelle regioni di montagna

Le imprese che si trovano nelle regioni di montagna in Svizzera hanno difficoltà di accesso alla formazione continua. Per promuovere le attività di formazione continua, in particolare nell’ambito del digitale, Aiuto svizzero alla montagna ha deciso di investire 500'000 franchi nell'arco di un anno. La FSEA fornisce l'infrastruttura per la prenotazione e il pagamento dei corsi.


Iniziativa per la formazione continua nelle regioni di montagna

Le imprese che si trovano nelle regioni di montagna in Svizzera hanno difficoltà di accesso alla formazione continua. Per promuovere le attività di formazione continua, in particolare nell’ambito del digitale, Aiuto svizzero alla montagna ha deciso di investire 500'000 franchi nell'arco di un anno. La FSEA fornisce l'infrastruttura per la prenotazione e il pagamento dei corsi.


Digitalizzazione nella formazione continua: il parere dei formatori e delle formatrici

I formatori e le formatrici voglio di più rispetto a twittare e condividere. Secondo un sondaggio attuale svolto tra coloro che dal 2009 hanno conseguito l’Attestato professionale federale di formatore/trice di adulti, risulta che la gran parte d’essi è interessata anche allo sviluppo delle offerte digitali e delle competenze di programmazione.


La trasformazione digitale richiede un maggiore impegno nella formazione continua

In un recente studio sulla digitalizzazione in Svizzera, McKinsey prevede uno sconvolgimento massiccio del mercato del lavoro. Fino a 1,2 milioni di posti di lavoro potrebbero andare persi, fino a 1 milione di nuovi posti di lavoro creati. Ma i nuovi lavori richiederanno competenze diverse da quelle esistenti. È qui che è richiesta una formazione continua.


Microcensimento: al centro i modelli di partecipazione e l’apprendimento informale

Nel secondo rapporto sul “Microcensimento della formazione di base e continua” del 2016 l'Ufficio federale di statistica fornisce dettagli sulla partecipazione della popolazione svizzera alla formazione continua e sulla formazione informale. Ciò dimostra che, sebbene l'apprendimento informale sia in leggero calo, può anche offrire opportunità a determinati gruppi.


Formazione continua come terreno per la lotta contro la povertà

La formazione continua è un elemento centrale per la lotta alla povertà ecco perché è ancora un ambito d’azione del programma di lotta alla povertà per il periodo 2019-2024. Affinché l'impatto della formazione continua sia efficace, sono necessari progetti innovativi.


Fattori di successo dei label di qualità

A fine agosto si è tenuta la seconda giornata nazionale sulla qualità. Il focus della giornata era come sfruttare al meglio il potenziale del sistema di gestione della qualità. A rispondere a questa domanda, tra gli altri oratori, l'esperta di comunicazione Gaby Neyer.


Caritas incoraggia la formazione continua

Caritas vuole combattere la povertà tra le altre cose anche con la formazione continua, segue così l’offensiva per la formazione continua di CSIAS e FSEA.


Il sistema FFA diventa digitale

Se vogliamo che la formazione continua sfrutti le possibilità offerte dal digitale, dobbiamo disporre delle corrispondenti competenze. Per il sistema della formazione dei formatori si tratta di un compito ineludibile. Con l'introduzione di formati di apprendimento online, un nuovo modulo di formazione continua e l'imminente revisione generale sono già diversi gli sviluppi che hanno preso il via in questo senso.


Agire bene e parlarne

Per poter beneficiare il più possibile del proprio Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) gli enti di formazione hanno bisogno di modelli che possono essere integrati in maniera ottimale nella propria organizzazione. I SGQ rappresentano linee guida preziose per lo sviluppo e la garanzia della qualità, ma il marchio da solo non è sufficiente. Occorre ci sia una comprensione trasversale della qualità, un linguaggio comune e obiettivi di qualità...


Rapporto sul sistema educativo svizzero 2018: le persone scarsamente qualificate non ricevono la formazione continua adeguata

La formazione continua non livella le differenze di formazione, al contrario, il divario tra persone ben qualificate e persone poco qualificate si sta addirittura allargando. Questo è il risultato del "Rapporto sul sistema educativo svizzero 2018" appena pubblicato.


Richiesti 40 milioni per l’offensiva di formazione continua

Nella mozione presentata giovedì 14 giugno 2018 il Consigliere Nazionale Kurt Fluri (PLR, SO) ha chiesto un credito sostanziale per la formazione di base e continua dei beneficiari degli aiuti sociali. Fa riferimento all’offensiva per la formazione continua lanciata da FSEA e la Conferenza svizzera delle istituzioni dell’associazione sociale (COSAS).


Formazione di base e continua: “non è compito dell’Assicurazione contro la disoccupazione”

L’Assicurazione contro la disoccupazione (AD) mira a garantire il rapido reinserimento nel mercato del lavoro delle persone in cerca di occupazione. La formazione di base e continua non hanno un ruolo centrale come si evince dal rapporto del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca.


L’orientamento professionale e di carriera assume sempre più importanza anche per gli adulti

Nel suo rapporto sull’orientamento professionale, formativo e di carriera Andreas Hirschi, psicologo del lavoro e delle organizzazioni, parla di un orientamento lungo tutto il corso della vita. Nel rapporto si prevede una rilevanza sempre maggiore dell’orientamento professionale, formativo e di carriera nel sistema.


Educazione degli adulti e democrazia: una tradizione trascurata?

Non esiste solo un legame storico tra democrazia ed educazione degli adulti. Essa può svolgere anche un ruolo nel presente, nell’ottica di promuovere la democratizzazione della società.


Informazioni sul regolamento europeo sulla protezione dei dati

Venerdì 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati (GDPR). Anche se in Svizzera è ancora in corso l'elaborazione di una legge in materia, molte aziende svizzere sono già direttamente interessate dal GDPR, compresi gli enti di formazione continua.


Formazione continua orientata al lavoro per tutti – la strada è ancora lunga

Tavola rotonda

La formazione professionale deve diventare adulta. Questo è il messaggio principale della Giornata della politica della formazione della FSEA di quest’anno. La discussione della tavola rotonda ha però indicato che vi è ancora molta strada da fare.


Rafforzamento della formazione continua per i rifugiati

Il Consiglio federale e i cantoni hanno concordato “Agenda Integrazione”. La formazione continua in questo ambito gioca un ruolo centrale.


La formazione continua come vantaggio competitivo

Nel numero di "Zürcher Wirtschaft" dell’Associazione delle PMI e del commercio del Canton Zurigo si ci concentra sulla formazione continua dal punto di vista economico. Bernhard Grämiger racconta nell’intervista come la formazione continua per le PMI sia un vantaggio competitivo.


Progetto FinALE: uno sguardo sul finanziamento della formazione degli adulti

La formazione non formale degli adulti porta senza dubbio alcuno a miglioramenti individuali e sociali. Tuttavia le spese pubbliche consacrate alla formazione degli adulti sono molto modeste. Il progetto FinALE ha voluto esaminare i meccanismi di finanziamento.


Formazione continua sul posto di lavoro, l’esempio di Mikron

La Mikron di Agno ha organizzato un corso di formazione continua per i suoi dipendenti seguendo il modello GO.


Politica di formazione continua internazionale – un dare e prendere

Il 5 aprile si terrà a Zurigo un evento sulla politica di formazione continua internazionale. Il direttore della FSEA Bernhard Grämiger parla dei motivi per cui la Svizzera lavora all’interno di reti internazionali.


Un’App contro i debiti

Lo shopping online è un gioco da ragazzi. Ma anche per il risparmio i canali digitali possono aiutare. Martin Abele, capo del dipartimento di consulenza in materia di debiti di Caritas Svizzera spiega l’importanza dell’App «Caritas My Money».


Swissmem lancia un modello di riconversione professionale

A causa della rapida evoluzione della tecnologia alcune professioni e dei campi di attività scompaiono. Con un nuovo modello, l’Associazione dell’industria metalmeccanica ed elettrica (MEM) svizzera e dei settori affini orientati alla tecnologia, vuole facilitare e rendere più efficace la riconversione professionale degli adulti.


Da persona a marchio

Roberto Pirola

Cosa fa sì che una persona diventi un marchio? Il consulente di comunicazione Roberto Pirola è la persona perfetta a cui chiederlo.


La città dal punto di vista dei rifugiati

Il gruppo "Architecture for Refugees" conduce nella città di Zurigo delle visite guidate diverse dalle solite. Mostrano la città dal punto di vista dei rifigiati. Nell’ambito del progetto “Inclood” che indaga sul ruolo “dell’abitare” e degli apprendimenti per l’inclusione dei rifugiati alla fine di febbraio si è svolta una visita guidata per specialisti della formazione.


GO-Romania: centri comunali come luoghi di apprendimento

Le regioni rurali della Romania occidentale sono difficili da raggiungere. Molti paesi non sono collegati attraverso mezzi di trasporto pubblico. In questo contesto anche la formazione continua ha un grosso potenziale di sviluppo. Grazie al progetto GO Romania le cose dovrebbero cambiare.


Formazione continua digitale: saluti da Holodeck

Ci sono stati molti tweet e ancora più discussioni nella sala conferenze. Il media non è decisivo ma lo è il concetto. Questo è stato uno dei messaggi chiave della giornata #Weiterbildung digital, che si è tenuta il 25 gennaio alla PH di Zurigo. In altre parole tutti i tablet e le piattaforme d’apprendimento sono inutili se il loro utilizzo non è ragionato. Questo significa che se l’idea è buona, matite colorate e penne a sfera non sono obsolete...


Partenza ritardata nell’era digitale

La digitalizzazione nella formazione continua in Svizzera inizia da lontano: ricerca dei corsi, marketing o valutazioni ne sono già fortemente influenzati. Nella formazione stressa il cambiamento però è più contenuto. Anche se questo potrebbe cambiare a breve, almeno secondo lo studio condotto dalla FSEA e dalla Pädagogischen Hochschule (PH) di Zurigo.


La Svizzera – un paradiso ancora imperfetto di formazione continua

Dal punto di vista di Paesi come la Nigeria, l’India o l’Afghanistan la Svizzera è un paradiso per quanto riguarda la formazione continua soprattutto dal punto di vista del quadro giuridico. Nonostante ciò questo paradiso è lontano dall’essere perfetto e il piano d’azione dell’UNESCO per lo sviluppo della formazione continua è giustificato anche da noi.


Un lavoro grazie alla formazione – offensiva per le persone in assistenza

75'000 adulti in assistenza hanno la possibilità di inserirsi professionalmente se possono seguire una formazione continua mirata. La Conferenza svizzera delle istituzioni dell’associazione sociale (COSAS) e la Federazione svizzera per la formazione continua (FSEA) hanno lanciato un offensiva con lo scopo di aprire la strada verso il mercato del lavoro alle persone in questa condizione.


Stagna la spesa delle aziende per la formazione continua

BFS Grafik

Le piccole imprese recuperano terreno per quanto riguarda la formazione continua dei propri collaboratori, in compenso la quota nelle medie imprese cala.


Milestone per la promozione delle competenze di base sul posto di lavoro

Il Consiglio federale ha stabilito oggi un programma di formazione continua, nell’ambito delle competenze di base, dedicato a chi è attivo nel mondo del lavoro. Il programma, che si basa sulla Legge sulla formazione professionale, prevede lo sviluppo di misure concrete e avrà a disposizione un termine di tre anni. Per il periodo 2018-2020 è previsto lo stanziamento di circa 13 milioni di franchi.


Per passare al punto B bisogna lasciare il punto A, ma è veramente così?

La decima giornata piattaforma FFA di fine ottobre si è chinata sulla tematica dei “formatori di domani”. La giornata non ha trovato una risposta semplice ma ha portato alcuni suggerimenti.


La partecipazione alla formazione continua resta invariata

A fine ottobre l’Ufficio federale di statistica ha pubblicato gli ultimi dati sulla formazione continua in Svizzera. Questi mostrano come la formazione si sia sviluppata in termini di partecipazione, tipo e argomenti. Rispetto al rilevamento del 2011 emerge che, seppur lentamente, la partecipazione alla formazione continua stia aumentando.


Formazione professionale 2030 – sulla strada giusta

La FSEA ha preso posizione in merito alla consultazione sul Programma Formazione professionale 2030. Fondamentalmente accoglie in maniera favorevole il principio di sviluppare la formazione professionale in un contesto sociale ed economico dinamico.


Il futuro della qualità

La qualità nella formazione continua è un argomento che tocca molte persone. Per questo motivo circa 100 persone hanno partecipato alla prima giornata nazionale sulla qualità nella formazione che si è tenuta a inizio ottobre a Berna. Nei workshop e in plenum si è discusso dell’implementazione della legge sulla formazione continua, cosa significa qualità nella formazione continua e come la si raggiunge.


Le legge sulla formazione continua svizzera come modello per la promozione della formazione lungo tutto il corso della vita

Dal 25 al 27 ottobre si terrà a Suwon (Corea del Sud) la Mid-Term Review di CONFINTEA (Conférence Internationale sur l’Education des Adultes). La Mid-Term Review verifica lo stato dell’arte delle azioni decise nel corso di CONFINTEA VI 2009 di Belém. Azioni sottoscritte dai 144 Stati partecipanti alla Conferenza, tra i quali anche la Svizzera. La conferenza Mid-Term getta le basi per CONFINTEA VII del 2021 con lo sviluppo di una Visione per il...


Esami professionali superiori: il Consiglio federale rinuncia alla garanzia della qualità nei corsi preparatori

La Confederazione investirà più di 100 milioni di franchi all’anno nella formazione professionale superiore senza però assicurarsi della qualità delle offerte sostenute. Questo quello che prevede la revisione dell’Ordinanza della formazione professionale accettata venerdì 15 settembre 2017 dal Consiglio federale. Così facendo il Consiglio federale non tiene conto della Legge sulla formazione continua entrata in vigore il 1° gennaio 2017 che...


La morte non sa leggere - Giornata internazionale dell'Alfabetizzazione

In Svizzera 800'000 persone, di cui poco meno della metà di nazionalità svizzera, di età compresa tra i 16 e i 65 anni vivono una situazione di illetteratismo.

In base ai dati svizzeri si stima che in Ticino sono circa 40'000 le persone che a causa di queste difficoltà faticano a partecipare attivamente alla vita sociale, familiare e professionale.


Perché promuovere le competenze di base in azienda?

Un breve filmato, realizzato nell'ambito della campagna Semplicemente meglio!, mostra l'importanza della promozione delle competenze di base in azienda.


Salari e onorari nella formazione degli adulti

Bettler

Nell’ambito della formazione degli adulti, la tentazione di mettersi in proprio è grande. La domanda che sorge spontanea a questo punto è, quanto deve essere il salario e l’onorario? Quello che conta è che il cliente trovi il prezzo coerente rispetto alla formazione fornita.


„Offensiva sulla formazione digitale“: attenzione ai bisogni degli adulti

Tastatur

Il Consiglio federale ha approvato 5 luglio il rapporto e il piano d’azione “formazione digitale”, sottoposto dal ministro dell’economia Johann Schneider-Ammann. Sugli investimenti proposti, fino a 200 milioni di franchi per gli anni 2019/2020, la decisione è rinviata a settembre. La FSEA chiede che una parte consistente di questi investimenti sia dedicata alla formazione continua, in particolare per rispondere ai bisogni di numerosi adulti che...


Consultazione: Programma cantonale di promozione delle competenze di base degli adulti

Il Programma cantonale promozione delle competenze di base degli adulti - Documento strategico 2017-2020, vorrebbe essere il testo di riferimento per l'implementazione della Legge federale sulla formazione continua.


„Presteremo attenzione l’operato dei Cantoni”

Il direttore della FSEA Bernhard Grämiger, nell’intervista con la redazione della FSEA, sostiene che: chi opera tagli nell’ambito delle competenze di base alla fine dei conti paga due volte.
All’intervista


Comunicati stampa

Qui può trovare informazioni e prese di posizione sugli sviluppi attuali e gli eventi nell’ambito della formazione continua.


Communicati precedenti

Nuovo sito internet –nuovi contenuti

comunicato stampa del 7 dicembre 2016

Newsletter FSEA

Informazioni sulla formazione continua. Dieci volte all’anno.
Edizioni attuali:


Community FSEA

Social Media
Siamo presenti su Facebook, Twitter e Xing. Diventi parte della community FSEA! Saremmo lieti di avere i vostri commenti, idee, like e suggerimenti.


Sezione settoriale

Competenze settoriali
Ha domande specifiche sulla formazione continua? Fa ricerca su un tema specifico o cerca una persona competente da intervistare, un referente o un partner di progetto? Vi aiutiamo volentieri, ci contatti.

Pubblicazioni
La FSEA pubblica libri dedicati a tematiche specifiche della formazione continua, studi e strumenti pratici.


Tematiche della formazione in primo piano

Education Permanente EP
L’unica rivista svizzera specializzata nella formazione continua. Quattro monografie all’anno in versione cartacea ed e-Paper.