Hauptinhalt

Il Consiglio federale valuta la partecipazione allo studio PIAAC

  • 24.03.2017

Nei prossimi mesi il Consiglio federale intende esaminare la possibilità di partecipazione della Svizzera alla prossima edizione dell’inchiesta internazionale PIAAC. Si tratta dello “studio PISA per gli adulti” per valutare le competenze di base.

Come è risaputo la Svizzera partecipa al programma PISA, inchiesta condotta dall’OCDE che valuta l’acquisizione e le performance degli allievi in diversi ambiti e li compara sul piano internazionale. L’OCDE ha introdotto una nuova inchiesta, comparabile a PISA, che valuta le performance degli adulti. Si tratta del Programma per la valutazione internazionale delle competenze degli adulti (PIAAC). Fino ad ora la Svizzera è fuori da PIAAC. 

Nessuna cifra dal 2003

Dopo lo studio sull’alfabetizzazione e sulle competenze degli adulti (Adult Literacy and Life Skills Survey », ALL) del 2003 la Svizzera non ha più partecipato a studi internazionali di questo genere. Per questo motivo non sono disponibili dei dati sulle competenze di base degli adulti comparabili. Il Consiglio federale è cosciente di questa situazione, come dimostra la risposta data ad un’interrogazione di Matthias Aebischer, consigliere nazionale PS e presidente della FSEA.

Il Consiglio federale è consapevole che la Confederazione e i cantoni hanno bisogno di dati pertinenti per il pilotaggio delle loro politiche educative. Il governo  intende dunque esaminare, nel corso dei prossimi mesi, se una partecipazione della Svizzera alla prossima edizione del PIAAC (2012) può essere saggia.

Previsti costi elevati

Secondo la risposta del Consiglio federale, tra gli argomenti contrari alla partecipazione delle Svizzera ci sarebbero i costi elevati (stimati milioni di franchi), difficoltà metodologiche e il basso numero di partecipazione da parte degli adulti. La partecipazione è ragionevole se si può sperare di ottenere validi risultati.