Hauptinhalt

Caritas Svizzera promuove una formazione continua obbligatoria

  • 29.01.2019

Caritas si concentra sulle conseguenze della digitalizzazione nell’edizione di quest’anno del suo Almanacco sociale. In particolare, evidenzia come lo sviluppo della digitalizzazione non riduce i problemi delle persone con poche competenze di base ma li aggrava.

Nel corso del programma radiofonico «Rendez-vous» della Radio SRF Bettina Fredrich responsabile delle questioni di politica sociale di Caritas Svizzera promuove l’obbligo generale di seguire una formazione continua. Per i dipendenti, il suo finanziamento dovrebbe essere a carico del datore di lavoro, per quanto riguarda le persone inattive, Caritas sta pensando a nuove fonti di finanziamento come ad esempio una tassa digitale. Che avrebbe lo scopo di rendere responsabili le aziende come Google e Facebook, che stanno giocando un ruolo chiave nella promozione della digitalizzazione. Le associazioni dei datori di lavoro, anche loro intervistate nel corso della trasmissione di Radio SRF, respingono tale obbligo che indicano come le competenze di base siano un compito dello Stato e dell'assistenza sociale. (PhS)

Ascoltare la trasmissione (DE)