Hauptinhalt

Coronavirus: la FSEA chiede aiuti immediati per il settore della formazione continua

  • 26.03.2020

Il Consiglio federale ha infatti deciso misure di ampia portata per attenuare le conseguenze economiche della crisi dettata dal Coronavirus. Tuttavia, per molti enti di formazione continua e liberi professionisti del settore, queste non saranno sufficienti a garantire la loro esistenza. La FSEA si rivolge quindi alla Confederazione con richieste concrete.

Il pacchetto di aiuti per alleviare la situazione economica annunciato dal Consiglio federale il 20 marzo sarà in parte utilizzato anche nella formazione continua per superare la crisi. Tuttavia, le misure non saranno sufficienti a garantire la sopravvivenza economica di un gran numero di istituti di formazione continua e di lavoratori indipendenti. Senza ulteriori misure, nonostante l'indennità per il lavoro ridotto e l'offerta di prestiti senza interessi, andranno in fallimento a causa di deficit importanti.

Chiediamo quindi alla Confederazione a fornire aiuti immediati agli enti di formazione continua privati e ai lavoratori indipendenti che vedono la propria sopravvivenza minacciata a causa della crisi derivante dal Coronavirus. Tali aiuti dovrebbero coprire gran parte del deficit finanziario causato dalla crisi.

Presa di posizione della FSEA

L'aiuto immediato è destinato a garantire l'esistenza di molti enti di formazione e freelance. (Immagine: Pixabay)