Hauptinhalt

Il Canton Zurigo Lancia il progetto “Lernstube”

  • 23.09.2019

L’ufficio che si occupa di competenze di base del Cantone di Zurigo mira a promuovere lo sviluppo di "Lernstuben" (aule didattiche) consolidate a livello regionale. Per Cäcilia Märki, responsabile delle competenze di base FSEA, questo è un approccio promettente.

Buone offerte formative da sole non servono a nulla se non sono accessibili al gruppo target. Questo è il messaggio che il Cantone Zurigo vuole lanciare con il nuovo progetto di competenze di base "Lernstuben". Con questo progetto, il Cantone vuole creare sul posto un'offerta di formazione a bassa soglia, che dovrebbe rivolgersi alle persone che non sono interessate dalle offerte di corsi classici.

I luoghi dell’apprendimento come chiave
Secondo la definizione del Cantone, la "Lernstuben" è un ambiente che risveglia la voglia di imparare e che permette di incontrare, informalmente magari davanti a un caffè, altre persone che la pensano allo stesso modo. Allo stesso modo è un luogo dove è possibile avere delle consulenze e sostegno professionale.

Nella prima fase, fino alla fine del 2024, nel Cantone di Zurigo saranno allestite fino a otto Lernstuben che possono variare per dimensioni e tipo. I centri comunitari, i centri per le famiglie e i servizi di segreteria, ma anche i caffè o gli spazi di co-working possono essere trasformati in luoghi di apprendimento. I prerequisiti sono: il contatto diretto con il gruppo target, l'orientamento regionale, la collaborazione e l'utilizzo dell'"eLounge" fornito dal cantone. Queste possono essere utilizzate dagli enti di formazione per insegnare le competenze digitali di base nelle "Lernstuben".

Un approccio promettente
Cäcilia Märki, responsabile delle competenze di base FSEA, cita diversi motivi per cui questo è un progetto con un buon potenziale. In particolare, va accolta con favore l'attenzione per la messa in rete delle Lernstuben della regione. Questo porta anche alla creazione di una rete tra i comuni, al collegamento con i servizi sociali, gli URC, i programmi cantonali d'integrazione e altri. Le Lernstuben ancorate a livello regionale avrebbero molte braccia, che sarebbero distese in diversi "uffici". Questo è un approccio promettente".

Un altro passo importante è il fatto che questo approccio crea anche nuove opportunità di apprendimento - tra cui l'"eLounge" che il cantone sta attualmente sviluppando - e le localizza dove vi sono persone già interessate. Per Cäcilia Märki, resta da vedere chi attuerà questo approccio: "Sono molto curiosa di sapere quali portatori d’interesse saranno coinvolti e quali offerte saranno create.

Restano delle zone d’ombra
Con le "Lernstuben", il Cantone di Zurigo apre un nuovo capitolo nella promozione delle competenze di base. Ma per Cäcilia Märki è chiaro che il Cantone di Zurigo deve affrontare ulteriori sfide nell’ambito delle competenze di base: "rimane un grosso svantaggio! Al di fuori delle "Lernstuben", il Cantone di Zurigo non dispone della base giuridica per promuovere la formazione continua nel settore delle competenze di base da parte di operatori privati. C'è da sperare che questa lacuna venga presto colmata con la stessa ambizione".

Maggiori informazioni (DE)