Hauptinhalt

Il Consiglio federale rafforza la formazione continua

  • 26.02.2020

Il 26 febbraio 2020 il Consiglio federale ha adottato il messaggio per la promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione (ERI) per il periodo 2021-2024. I fondi per la formazione continua saranno aumentati.

di Bernhard Grämiger

Per rafforzare la promozione delle competenze di base degli adulti, il contributo della Confederazione ai Cantoni passerà da 15 a 30 milioni di franchi. Inoltre, il programma nazionale "Competenze di base sul lavoro", lanciato nell'attuale periodo di finanziamento, proseguirà per i prossimi quattro anni attraverso la legge sulla formazione professionale.

Sullo sfondo del cambiamento digitale, 40 milioni di franchi saranno messi a disposizione anche per sostenere misure nel settore della formazione continua orientata al lavoro. Tuttavia, questi fondi sono ancora soggetti a riserva: sono disponibili solo se la crescita dei mezzi del messaggio ERI unitamente alla spesa per la partecipazione ai programmi UE in ambito ERI non supera il 3% annuo.

Nel complesso, il messaggio ERI del Consiglio federale dà segnali positivi alla formazione continua. Le cifre si muovono nella giusta direzione. Con l'aumento dei finanziamenti nel settore delle competenze di base, il Consiglio federale risponde a una richiesta centrale della FSEA. Un altro aspetto positivo è la volontà del Consiglio federale di investire nella formazione continua orientata al lavoro nell’ambito della digitalizzazione.

Il rovescio della medaglia resta il fatto che il sostegno alle organizzazioni di formazione continua deve rimanere allo stesso livello. In considerazione degli sviluppi della formazione continua in Svizzera, urge un ampliamento dei servizi. Il Parlamento è chiamato ad apportare le opportune correzioni.

 

Al comunicato stampa

Articolo apparso su '"Echo der Zeit" con il presidente della FSEA Matthias Aebischer

Il Consigliere federale Guy Parmelin, la Segretaria di Stato Martina Hirayama e il Vicecancelliere André Simonazzi alla conferenza stampa sul messaggio ERI (Foto: Consiglio federale/Youtube)