Hauptinhalt

La morte non sa leggere - Giornata internazionale dell'Alfabetizzazione

  • 04.09.2017

In Svizzera 800'000 persone, di cui poco meno della metà di nazionalità svizzera, di età compresa tra i 16 e i 65 anni vivono una situazione di illetteratismo.

In base ai dati svizzeri si stima che in Ticino sono circa 40'000 le persone che a causa di queste difficoltà faticano a partecipare attivamente alla vita sociale, familiare e professionale.

Per sottolineare la Giornata internazionale dell’Alfabetizzazione, che si tiene annualmente in data 8 settembre, la Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti (CFC), la Federazione Svizzera per la formazione continua (FSEA) e l’Associazione Leggere e Scrivere della Svizzera italiana propongono una serata di lettura pubblica e la proiezione di un film per sensibilizzare sull’importanza di mantenere “allenate” e aggiornate, lungo tutto l’arco della vita, le proprie competenze di lettura, scrittura e calcolo.

Ne “La morte non sa leggere”, romanzo di Ruth Rendell, la protagonista Eunice non sa leggere e vive con angoscia il proprio analfabetismo. Non si interessa del prossimo, non si relaziona con nessuno e la sua vita avrà una svolta tragica.

Nel film del 2010 di Jean Becker “La tête en friche”, Germain (Gérard Depardieu), in passato umiliato da compagni e maestri, ha sempre rifiutato la lettura. Ma un incontro al parco gli permetterà di scoprire il potere delle parole e della comunicazione. 

La serata di lettura “La morte non sa leggere” si terrà nella Corte di Palazzo Civico a Bellinzona dalle 20:00 di venerdì 8 settembre. In caso di pioggia la manifestazione si terrà presso l’Oratorio Corpus Domini, Salita alla Motta, Bellinzona.

“La tête en friche” sarà proiettato presso il cinema Forum 1+2 di Bellinzona sabato 9 settembre alle 18:00.

 

>> Maggiori informazioni