Hauptinhalt

Una buona giornata per la formazione continua in Svizzera

  • 08.09.2020

Nell’ambito della discussione sul messaggio ERI, il Consiglio nazionale ha deciso di stanziare ulteriori fondi per la formazione continua. In occasione della Giornata internazionale dell'alfabetizzazione, la Camera bassa del Parlamento ha stanziato 43 milioni di franchi per la promozione delle competenze di base e 39 milioni di franchi per la formazione continua orientata al lavoro, seguendo così l'esempio del Consiglio degli Stati. Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati sono ancora in disaccordo su altre due voci del budget per la formazione continua nell’ambito del messaggio ERI.

"Oggi è un’ottima giornata per quanto riguarda i finanziamenti della formazione continua", dice felice il direttore della FSEA Bernhard Grämiger. Il Consiglio nazionale, nell'ambito del dibattito sul messaggio ERI, ha - proprio in occasione della Giornata internazionale dell'alfabetizzazione dell'Unesco - aumentato in modo significativo i fondi per la formazione continua. Nei prossimi quattro anni i Cantoni avranno a disposizione 43 milioni di franchi per promuovere le competenze di base degli adulti. Si tratta di 28 milioni in più rispetto al periodo in corso. Il Consiglio degli Stati aveva approvato l’aumento dei fondi prima del Consiglio nazionale, ora la decisione è stata firmata e sigillata. Il Consiglio nazionale ha inoltre approvato definitivamente il credito di 39 milioni di franchi per il sostegno di misure di promozione della formazione continua orientata al lavoro. Con l'aumento dei fondi per la promozione delle competenze di base per gli adulti e per la formazione continua orientata al lavoro, il Parlamento federale soddisfa due delle principali richieste della FSEA.

Disaccordo su due voci del budget
I due Consigli sono ancora divisi su altre due voci del budget sulla formazione continua. Il Consiglio nazionale vuole che vengano messi a disposizione altri 20 milioni di franchi circa per la formazione continua orientata al lavoro. Questi fondi sarebbero destinati a fornire incentivi mirati per promuovere e integrare gli investimenti privati nella formazione continua orientata al lavoro. Il Consiglio nazionale vuole andare oltre il Consiglio degli Stati anche per quanto riguarda il finanziamento alle organizzazioni di formazione continua - sette organizzazioni, tra cui la FSEA. Secondo la volontà della camera bassa, nei prossimi quattro anni queste organizzazioni dovrebbero ricevere 6 milioni di franchi in più rispetto all'ultimo quadriennio. L'aumento del budget permetterà alle organizzazioni di fornire servizi nei settori del coordinamento e dell'informazione, della qualità e dello sviluppo del sistema di formazione continua. In precedenza, il Consiglio degli Stati aveva respinto un aumento del budget. Queste due voci del budget - i fondi supplementari per le organizzazioni di formazione continua e per la formazione continua orientata al lavoro - torneranno in discussione ora al Consiglio degli Stati, che probabilmente se ne occuperà nella sessione invernale di dicembre. La FSEA invita il Consiglio degli Stati a seguire la decisione odierna del Consiglio nazionale su entrambi i punti.