Hauptinhalt

Pieno successo per il programma di formazione continua di Aiuto alla Montagna

Aiuto svizzero alla montagna, al fine di meglio affrontare la digitalizzazione, offre alle piccole imprese delle regioni montane un sostegno finanziario per la formazione continua dei collaboratori. Il progetto che è stato realizzato in collaborazione con la FSEA ha avuto pieno successo. Più di 500 persone hanno già partecipato a corsi di formazione beneficiando dell’offerta del metà prezzo. Considerando il grande interesse, il programma...


FAQ aggiornate: effetti del Coronavirus sulla formazione continua

Le domande frequenti e le risposte (FAQ) sugli effetti del coronavirus sugli istituti svizzeri di formazione continua e sui formatori/formatrici freelance.

La FSEA riporta le domande più frequenti sulla formazione continua e chiarisce con le autorità federali competenti le questioni aperte relative all'interpretazione dell’ordinanza Covid.


Coronavirus: resta la deroga del art.6d - casi di rigore estensione del sostegno

Il Consiglio federale, il 13 gennaio, ha adottato nuove misure per combattere la crisi derivante dal coronavirus. Ancora una volta, la formazione continua non è influenzata dall’inasprimento delle misure. In particolare, resta in vigore la deroga per l’erogazione dei corsi in ai sensi dell'art. 6d. Con le nuove misure, il Consiglio federale ha esteso il sostegno attraverso il programma per i casi di rigore.


Forte calo della partecipazione alla formazione continua nel 2020

Con il divieto dell'insegnamento in presenza della scorsa primavera, la partecipazione alla formazione continua si è quasi dimezzata nel secondo trimestre del 2020 rispetto all'anno precedente. Come mostrano gli ultimi dati dell'UST, nel terzo trimestre la partecipazione è diminuita dell'8%. Complessivamente si prevede che la partecipazione alla formazione continua sarà notevolmente inferiore rispetto ai precedenti anni.


Misure per contrastare il coronavirus: nessun inasprimento per la formazione continua

Il Consiglio federale ha adottato il 18 dicembre ulteriori misure per contrastare il diffondersi del coronavirus. La formazione continua non è influenzata dall'inasprimento delle misure. In particolare, resta in vigore il divieto di erogazione dei corsi in presenza. Oltre alle nuove misure, il Consiglio federale ha modificato anche l'ordinanza sui casi di rigore.


Il Parlamento dà un segnale importante per il rafforzamento della formazione continua

Nell'ambito della revisione del messaggio sulla promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione 2021-2024, il Consiglio degli Stati ha seguito oggi il Consiglio nazionale approvando un aumento di 20 milioni di franchi del finanziamento per la promozione della formazione continua orientata al lavoro. Il Parlamento invia così un segnale importante e riconosce il ruolo centrale che la formazione continua svolge nel superamento della...


La deroga per l'insegnamento in presenza rimane, ma è più restrittiva

Il Consiglio federale ha adottato, venerdì 11 dicembre, ulteriori misure per combattere la crisi derivante dal coronavirus. La formazione continua non è direttamente influenzata dall’inasprimento. In particolare, resta in vigore la deroga per l’insegnamento in presenza. Tuttavia, nel rapporto esplicativo dell’ordinanza, la sua interpretazione è definita più restrittivamente.


Valutazione della situazione individuale per gli adulti a partire dai 40 anni 11.12.2020

Con "viamia", la Confederazione e i Cantoni hanno creato un servizio di valutazione della situazione individuale per gli ultraquarantenni. Il servizio di consulenza gratuito sarà lanciato in undici Cantoni all'inizio del 2021.