Hauptinhalt

Formazione intergenerazionale sull’economia circolare

I partner del progetto Erasmus+ ICE CAP hanno realizzato una serie di strumenti per la formazione intergenerazionale sull’economia circolare. Dal 19 al 22 luglio si è tenuta una formazione online, che ha coinvolto rappresentanti di tutti i paesi partecipanti, sull’utilizzo di questi tools.


Microcredenziali: la Commissione europea risponde alla crescente domanda

L'UE vuole rafforzare il potenziale delle microcredenziali* come una nuova forma di qualificazione. Il processo di standardizzazione necessario è stato avviato a livello europeo. La consultazione pubblica si è conclusa il 13 luglio 2021.


Premio di formazione professionale SGAB per il trasferimento della ricerca nella pratica

La Società svizzera per la ricerca applicata in materia di formazione professionale SRFP ha indetto un concorso per promuovere le applicazioni della ricerca nella formazione professionale. Il periodo per inoltrare le candidature va dal 1° agosto 2021 al 31 gennaio 2022.


Cifre dell'UST sul calo della partecipazione alla formazione continua

L'Ufficio federale di statistica UST ha pubblicato il 28 giugno 2021 le cifre sulla partecipazione alla formazione continua durante la pandemia di Covid 19. Il tasso di partecipazione è sceso di quasi cinque punti percentuali nel 2020 rispetto all'anno precedente. I settori dell'ospitalità, della sanità e dei servizi sociali hanno registrato i maggiori cali.


Simon Franzen nuovo vicepresidente della FSEA

Nel corso della seduta di comitato del 29 giugno 2021 a Berna, Simon Franzen è stato eletto nuovo vicepresidente della FSEA. Sostituisce Didier Juillerat, che ha ricoperto questa posizione fino a maggio.


Nuovi descrittivi modulari per i certificati FSEA formatore/trice nei corsi e di pratica

Sono disponibili, nella versione beta, i nuovi descrittivi modulari per i due Certificati FSEA, questi entreranno in vigore nel 2023. Sia per il Certificato FSEA di formatore/trice nei corsi sia per il Certificato FSEA formatore/trice di pratica, sulla base dei profili professionali, sono stati aggiornati e adattati i contenuti e le modalità di erogazione.


Il Consiglio federale vuole rafforzare la formazione continua

Il Consiglio federale ha effettuato un esame dello stato della formazione continua e ha deciso diverse misure per promuovere le competenze di base degli adulti e la formazione professionale continua. Come ha annunciato il 23 giugno 2021, queste misure sono necessarie perché la digitalizzazione e il cambiamento strutturale economico aumentano la necessità di azione. Il Consiglio federale sta quindi dando un impulso importante. Tuttavia, le misure...


Politica di formazione continua: bilancio della sessione estiva

La sessione estiva 2021 del Parlamento svizzero è terminata il 18 giugno. Per la formazione continua, la FSEA fa il seguente bilancio: il postulato per la Validazione degli apprendimenti acquisiti è stato accettato, la mozione per l'introduzione di buoni di formazione continua per le persone poco qualificate è stata respinta.


Game of phones i risultati del progetto

Dopo due anni di lavoro il partenariato del progetto Game of Phones ha pubblicato una serie di 32 Webquest per il reinserimento dei NEETs e un manuale per i formatori e le formatrici.


Rafforzare le competenze di base per far fronte alle sfide aziendali del futuro

Il gruppo IBSA, grazie al programma "Semplicemente meglio! ...al lavoro!" ha formato circa 170 collaboratori e collaboratici nell'ambito delle competenze di base informatiche. Nel video, registrato dalla FSEA, il racconto di questa esperienza.


La FSEA chiede l'abolizione dell’obbligo della mascherina nella formazione continua nella prossima fase di apertura

In seguito alla decisione del Consiglio Federale di abolire l’obbligo di portare le mascherine sul posto di lavoro e nei centri fitness dal 26 giugno 2021, questa imposizione non può più essere giustificata nella formazione continua. La FSEA chiede al Consiglio federale di garantire la parità di trattamento della formazione continua nella prossima fase di apertura.


Coronavirus: decade la regola della capienza per l’insegnamento in presenza

Il 23 giugno 2021, il Consiglio federale ha deciso maggiori allentamenti rispetto a quanti posti in consultazione. Dal 26 giugno, nella formazione continua, la restrizione sul numero di persone che possono partecipare ai corsi in presenza cesserà di essere applicata. Permane, tuttavia, l'obbligo di indossare le mascherine e l'obbligo di mantenere la distanza.


FAQ aggiornate: effetti del Coronavirus sulla formazione continua

Le domande frequenti e le risposte (FAQ) sugli effetti del coronavirus sugli istituti svizzeri di formazione continua e sui formatori/formatrici freelance.

La FSEA riporta le domande più frequenti sulla formazione continua e chiarisce con le autorità federali competenti le questioni aperte relative all'interpretazione dell’ordinanza Covid.


OECD Skills Outlook 2021: La formazione continua si riduce del 18%

Una recente pubblicazione dell'OCSE nota una riduzione sia della partecipazione sia dell'offerta di formazione professionale continua. Si raccomanda ai datori di lavoro di promuovere l'apprendimento lungo tutto il corso della vita dei propri dipendenti e di prestare particolare attenzione a un buon mix di competenze trasversali e tecniche.


Qualità e prezzo delle offerte di formazione online: occorrono trasparenza e chiaro posizionamento

Quanto devono costare le offerte formative online? Si tratta di una domanda particolarmente attuale per molti enti di formazione continua e formatori indipendenti. Il 10 giugno 2021, la FSEA ha tenuto un workshop di approfondimento online, durante il quale circa 75 persone hanno dato vita a una vivace discussione sul tema dei prezzi e del rapporto tra prezzo, valore e qualità in merito a vari formati di formazione digitale. Ne presentiamo qui un...


Movetia lancia il secondo bando per scambi internazionali nella formazione continua

Movetia offre ai professionisti della formazione continua l'opportunità di avere degli scambi con i colleghi europei. Le richieste per le cosiddette mobilità possono essere inoltrate entro il 4 ottobre, mentre la scadenza per i partenariati di cooperazione è il 17 novembre.


Coronavirus: in vista ulteriori aperture

Nella sua seduta dell'11 giugno, il Consiglio federale ha mandato in consultazione un certo numero di allentamenti, una decisione in merito sarà presa il 23 giugno.


Promozione mirata della formazione continua – Il punto di vista di Avenir Suisse

Lo studio pubblicato da Avenir Suisse alla fine di aprile, intitolato " Sì alla formazione continua, purché mirata", conclude che il sostegno statale alla formazione continua dovrebbe concentrarsi in particolare sulle persone meno qualificate.


Flying Teachers riceve il mandato per il segretariato fide

Dal 1° gennaio 2022, Flying Teachers GmbH sarà l'ente responsabile e gestore dell'ufficio fide. l mandato dato dalla Segreteria di Stato per la Migrazione (SEM) è per un periodo massimo di dieci anni.


Pius Knüsel nuovo presidente dell’associazione mantello delle Università popolari

Il nostro membro di comitato Pius Knüsel è il nuovo presidente dell'Associazione mantello delle università popolari VSV. Knüsel succede a Christoph Reichenau, che ha presieduto l'Associazione per otto anni.


Coronavirus: poche modifiche per la formazione continua

Il 26 maggio 2021, il Consiglio federale ha deciso di allentare ulteriormente le misure di prevenzione al diffondersi del coronavirus. Gli allentamenti riguardano anche la formazione continua: il limite di capienza per gli eventi in presenza sarà aumentato da un terzo alla metà della capacità del locale. A condizione è che sia disponibile una strategia di test e che il Cantone l’abbia approvata, gli enti di formazione continua avranno anche la...


Retrospettiva dell’Assemblea dei delegati dell’11 maggio

La 70a Assemblea annuale dei delegati della FSEA ha avuto luogo martedì 11 maggio 2021 attraverso Zoom. L’Assemblea è stata contraddistinta dalla presentazione della nuova strategia FSEA e dal nuovo mandato di prestazioni firmato con la SEFRI. Entrambi riprendono gli sviluppi attuali e le necessità della formazione continua in tempi di cambiamento e coronavirus.


Formazione per formatori FFA: descrittivi dei moduli di approfondimento

Sono disponibili, in tedesco e francese, i descrittivi dei moduli di approfondimento del sistema modulare FFA. I moduli di approfondimento sono moduli obbligatori con argomento a scelta. Ciò significa che almeno uno di questi moduli deve essere frequentato nel percorso verso l’Attestato professionale federale. Gli enti di formazione riconosciuti possono offrire uno o più di questi moduli.


Coronavirus: regola della capienza modificata, pochi cambiamenti per la formazione continua

Il 12 maggio, il Consiglio federale ha annunciato gli allentamenti che intende introdurre dalla fine di maggio. Come parte della sua consultazione, propone di aumentare il limite di capienza per gli eventi in presenza nella formazione continua da un terzo alla metà della capienza dei locali. Si dovrà continuare a portare mascherina e rispettare il distanziamento.


Sondaggio presso le PMI: a causa del coronavirus cresce il bisogno di formazione continua

All'inizio dell'anno, la Federazione svizzera per la formazione continua FSEA ha indagato sull'impatto della crisi di coronavirus sulla formazione continua nelle PMI. Secondo lo studio pubblicato dalla FSEA il 10 maggio 2021, una gran parte delle aziende attribuisce molta importanza alla formazione continua per contrastare gli effetti della pandemia. Tuttavia, tante PMI stanno risparmiando sulla formazione continua. Il sondaggio è stato condotto...


Pretirocinio d’integrazione misura ampliata e prorogata

Il Consiglio federale prolunga di due anni il programma pilota "Pretirocinio d'integrazione" (PTI), questo sarà inoltre ampliato da agosto 2021. Come ulteriore misura per promuovere maggiormente il potenziale di manodopera nazionale, da gennaio 2021 è in atto in 14 Cantoni anche il programma pilota "Contributi finanziari".


Formazione continua nel campo della digitalizzazione nelle regioni di montagna: ci guadagnano tutti

Ritzy* è un istituto attivo con successo nel campo della formazione continua per l'industria alberghiera, la ristorazione e il turismo nel Canton Vallese. Isabelle Frei, responsabile della formazione continua per ritzy*, parla delle esperienze positive avute con i finanziamenti di Aiuto Svizzero alla Montagna come ente erogatore di formazione.


Semplicemente meglio! al lavoro. L’esperienza di ADiCASI

Il programma "Semplicemente meglio!... al lavoro" ha permesso a 60 collaboratori e collaboratrici delle Case per anziani della Svizzera italiana di acquisire maggiori competenze informatiche migliorando la gestione delle "cartelle informatizzate". La responsabile della formazione ha raccontato l'esperienza in una video intervista.


Nessun nuovo allentamento per la formazione continua prima del 26 maggio

Il 21 aprile, il Consiglio federale ha comunicato la sua strategia per contenere il coronavirus per i prossimi mesi. Non ci si possono aspettare ulteriori allentamenti per la formazione continua prima del 26 maggio. Inoltre, non è ancora chiaro come questi possano apparire in termini concreti.


Tecnologie per una nuova economia: la sfida della responsabilità

Il ciclo di incontri organizzato da CFC e IUFFP in collaborazione con FSEA sul tema della digitalizzazione ha dato vita alla realizzazione di una pubblicazione dal titolo "Tecnologie per una nuova economia: la sfida della responsabilità".


Pietra miliare della revisione FFA : pubblicata la versione Beta dei descrittivi modulari

La versione Beta dei descrittivi modulari dell’Attestato professionale federale 2023 è stata pubblicata sul nostro sito in tedesco e francese.


Coronavirus: applicazione della regola della capienza nella formazione continua

A partire dal 19 aprile, con delle restrizioni, è di nuovo possibile erogare corsi di formazione continua in presenza. È stata chiarita la controversa regola sulla limitazione della capienza che può essere attuata pragmaticamente.


L'insegnamento in presenza nella formazione continua è di nuovo possibile dal 19 aprile con restrizioni

Il 14 aprile 2021 il Consiglio federale ha deciso un’ulteriore fase di riapertura. Con determinate restrizioni, dal 19 aprile, l'insegnamento in presenza nella formazione continua sarà di nuovo possibile. C'è una restrizione a un massimo di 50 persone e una restrizione di capienza dei locali a un terzo, oltre a l’obbligo della mascherina e del distanziamento. La FSEA accoglie con favore il passo di apertura. Tuttavia, le regole di limitazione...


Valutazione dei buoni annuali di formazione ginevrini

La quarta valutazione dei buoni annuali di formazione (chèque annuel de formation, CAF) esamina l'impatto degli ultimi aggiustamenti del sistema di buoni. Per la prima volta dal 2018, il rapporto mostra un calo, sia nella domanda sia nell'emissione dei buoni: nel 2017 ne sono stati emessi 8'000, 7'400 nel 2018 e 7'000 nel 2019. Il rapporto formula varie raccomandazioni per un ulteriore sviluppo.


GRALE IV: Sviluppo mondiale della partecipazione alla formazione continua

Il quarto rapporto mondiale sulla formazione degli adulti (Global Report on Adult Learning and Education) è ora disponibile in tedesco e in francese. Questo rapporto di monitoraggio, allestito dall’istituto per l'apprendimento permanente dell'UNESCO, offre una panoramica sulla partecipazione degli adulti alla formazione in 159 paesi. Il rapporto mostra che, nonostante i progressi nelle singole aree, c'è ancora molto da fare in termini di equità e...


Sondaggio FSEA 2020 presso gli enti di formazione

Per la seconda volta, la Federazione svizzera per la formazione continua FSEA dedica il suo sondaggio annuale, condotto presso gli enti di formazione, all'impatto della pandemia di coronavirus sulla formazione continua. Il sondaggio è stato lanciato il 12 aprile. Al fine di registrare gli sviluppi nel modo più accurato possibile, chiediamo a tutti gli enti di formazione continua contattati di partecipare.


Nel 2020 la partecipazione alla formazione continua è scesa del 17,5%

Nonostante un primo trimestre stabile, la partecipazione alla formazione continua nel 2020 è scesa dal 26,7% al 22% in media per l'anno. Rispetto al 2019, nel 2020 il 17,5% in meno di persone ha partecipato alla formazione continua. Lo dimostrano gli ultimi dati della Rilevazione sulle forze di lavoro in Svizzera (RIFOS) dell'UST. Il confronto pluriennale dei dati di partecipazione evidenzia quanto sia stato eccezionalmente difficile il 2020 per...


Grundtvig Award 2021: premio per progetti europei innovativi

Ogni anno, l'Associazione europea per l'educazione degli adulti EAEA assegna un premio per progetti europei innovativi. Il Grundtvig Award riconosce nuove idee, nuovi modi di lavorare, metodi innovativi o nuovi approcci alla pratica della formazione continua. Quest'anno il focus è sulla digitalizzazione e la democrazia. La scadenza per l’inoltro delle candidature è il 25 aprile 2021.


Pubblicazione della versione beta dei descrittivi modulari obbligatori del livello II

La versione beta dei descrittivi modulari obbligatori del livello II per l’ottenimento dell’Attestato professionale federale di formatore/trice di adulti validi a partire dal 2023 sarà pubblicata in tedesco e in francese sul nostro sito web nel pomeriggio del 16 aprile 2021.


Nuovi percorsi formativi FFA offerti in Ticino

Nel panorama della formazione per formatori/trici di adulti FFA in Ticino è possibile ora seguire due nuovi percorsi: quello che porta all’ottenimento del Certificato FSEA di formatore/trice di pratica e il modulo di formazione continua FSEA digitale.


FSEA e Unia chiedono criteri vincolanti per la qualità e le condizioni di lavoro nella formazione continua

Il bisogno di formazione continua aumenterà in futuro, soprattutto a causa della crisi derivante dal coronavirus. FSEA e Unia si aspettano quindi che la Confederazione faccia tutto il possibile per soddisfare la crescente domanda. Questo presuppone che la qualità delle offerte e delle condizioni di lavoro siano garantite.


Nuovo bando Erasmus+ con scadenza al 4 giugno

Le organizzazioni svizzere che desiderano partecipare a partenariati per la cooperazione nell'ambito del programma europeo Erasmus+ possono presentare le loro domande all'agenzia nazionale Movetia entro il 4 giugno.


IFC verso la cultura della qualità con eduQua:2021

Negli ultimi due anni la FSEA in collaborazione con numerosi stakeholders ha lavorato intensamente alla revisione della norma eduQua. L’Istituto della Formazione Continua IFC del Canton Ticino al pari di altri quattro enti di formazione di tutta la Svizzera, ha accettato di testare il nuovo standard eduQua:2021. Ne abbiamo parlato con Manuela Courbon Guggiari, direttrice IFC e Michele Cavalli, responsabile della qualità IFC.


Esperienze pratiche con la nuova norma eduQua:2021

Negli ultimi due anni si è svolto un intenso lavoro di revisione della norma eduQua. M.E.S. Gestion è uno dei cinque erogatori di formazione continua che ha accettato di testare la nuova norma eduQua:2021 nel quadro di un progetto pilota. La signora Saloua El Chimi, assistente di direzione e formatrice presso M.E.S. Gestion Sàrl di Neuchâtel, ci ha riferito le sue impressioni.


Il Consiglio federale si astiene da ulteriori allentamenti

Il 19 marzo 2021, il Consiglio federale ha deciso di non approvare alcun allentamento di vasta portata delle misure per contrastare il coronavirus a partire dal 22 marzo. Il numero di infezioni continua ad aumentare e non consente di procedere alla seconda fase di riapertura posta in consultazione. La consultazione mostra che le aperture previste per la formazione continua nei prossimi allentamenti è incontestata.


Proposta per incentivare alla formazione lungo tutto il corso della vita

Il 17 marzo 2021, Andri Silberschmidt (PLR) ha presentato l'iniziativa "Pronti per il mercato del lavoro del futuro. Promozione della formazione lungo tutto l’arco della vita”.


Formazione ELEVATION per formatori che operano nell’ambito delle competenze di base

Nell’ambito del progetto ELEVATION la FSEA propone una formazione per formatori operano nell’ambito delle competenze di base.


Proposta FSEA contro un regolamento sui limiti di capienza dei locali dei corsi di formazione continua

Nell'ambito degli allentamenti delle misure per contrastare il coronavirus previsti a partire dal 22 marzo 2021, il Consiglio federale sta valutando alcune misure anche per la formazione continua. Il feedback degli enti di formazione continua alla FSEA ha mostrato che le condizioni proposte dal governo federale sarebbero difficili da attuare. La FSEA raccomanda quindi di rinunciare a un limite di capienza degli spazi e di affidarsi invece ai...


Insegnamento digitale nell’ambito della promozione dell’integrazione: retrospettiva sulla serie di webinar SEM

Nell'estate 2020, la FSEA e il segretariato fide hanno organizzato congiuntamente una serie di webinar per conto della Segreteria di Stato per la migrazione SEM per sostenere i formatori che lavorano nell’ambito dell’integrazione nella digitalizzazione dei loro corsi. La serie di webinar, nella svizzera tedesca, è stata riproposta data la grande richiesta. La co-responsabile del progetto Cäcilia Märki, responsabile delle competenze di base della...


Continua il programma di promozione “Semplicemente meglio! … al lavoro”

Con "Semplicemente meglio! … al lavoro", dal 2018 la SEFRI sostiene la formazione continua nell’ambito delle competenze di base dei dipendenti. Secondo il rapporto di valutazione del 26 febbraio 2021, i collaboratori e le aziende valutano positivamente questa misura. Per questo motivo, la Confederazione continua, in una forma ottimizzata, il programma di promozione fino al 2024. Per far conoscere il programma, www.meglio-adesso.ch/aziende informa...


Il consiglio federale valuterà l'apertura della formazione continua dal 22 marzo 2021

Il 12 marzo, il Consiglio federale ha deciso che, a partire dal 22 marzo e a condizione che la situazione epidemiologica sia favorevole, l'insegnamento in presenza dei corsi di formazione continua e delle scuole universitarie dovrebbe essere nuovamente possibile in misura limitata, anche al di fuori della scuola dell'obbligo.


FSEA: si faccia specifico riferimento alla formazione continua nella strategia di allentamento COVID

La Federazione svizzera per la formazione continua FSEA ha chiesto al Consiglio federale di menzionare esplicitamente la formazione continua nelle comunicazioni riguardanti la strategia di allentamento delle misure anti COVID. Nella sua lettera del 10 marzo 2021, la FSEA chiede anche parità di trattamento per tutti gli istituti di formazione che lavorano con gli adulti.


Prolungamento dell'offensiva di formazione nel settore dell'ospitalità fino alla fine del 2021

A causa del Lockdown le parti sociali del settore della ristorazione prolungano la loro offensiva nazionale di formazione. Originariamente era previsto, attraverso il CCNL di sovvenzionare la formazione di base e continua fino alla fine di agosto 2021. Ora ci sono ulteriori sovvenzioni fino alla fine del 2021.


Strategia di allentamento della Confederazione, un barlume di speranza per la formazione continua

Il Consiglio federale oggi ha dato informazioni sulla strategia di allentamento. Nella prima fase di apertura, a partire dal 1° marzo, il regolamento per la formazione continua rimarrà invariato. Tuttavia, se la situazione epidemiologica dovesse evolvere positivamente nelle prossime settimane, il Consiglio federale "potrebbe prendere in considerazione anche il ritorno all'insegnamento presenziale nelle scuole universitarie" a partire dal 22...


Effetti della pandemia di coronavirus sulla formazione continua

La Federazione svizzera per la formazione continua FSEA a gennaio 2021 ha pubblicato in tedesco e in francese i risultati dello studio sulla formazione continua. A fine febbraio è stato pubblicato un riassunto dello studio in italiano.


EP, la rivista specializzata della FSEA, è stata completamente rinnovata

Education Permanente ha un nuovo concetto in termini di contenuto e grafica. A partire da quest'anno, apparirà non solo in edizione cartacea, ma anche come rivista online gratuita. Il primo numero uscirà alla fine di aprile. Gli abbonamenti possono già essere sottoscritti e le inserzioni prenotate.


La prova tecnica della norma eduQua:2021

Per due anni, la FSEA ha lavorato insieme a molte parti interessate alla revisione della norma eduQua. Il processo pilota è iniziato nel febbraio 2021. ECAP è uno dei cinque enti di formazione continua in tutta la Svizzera che sta testando la norma eduQua:2021. Il direttore Guglielmo Bozzolini illustra le esperienze di ECAP con la nuova norma.


Studio nazionale sulle competenze di FH Svizzera

L'associazione mantello nazionale delle SUP Svizzera (UAS) sta conducendo un'indagine sulle competenze attuali e future e invita tutte le parti interessate a partecipare entro metà marzo.


Primi risultati dell’offensiva di formazione continua

Due anni fa, la Conferenza svizzera delle istituzioni dell'associazione sociale (COSAS) e la FSEA hanno lanciato insieme una campagna di formazione continua per gli aiuti sociali. L'obiettivo di questa iniziativa è di offrire ai beneficiari degli aiuti sociali migliori opportunità di formazione continua. Dopo due anni, i promotori fanno un bilancio positivo.


Gli adulti hanno una visione positiva della formazione continua, ma spesso non continuano comunque la loro formazione

In un sondaggio d’opinione su larga scala sulla formazione continua condotto nell’estate 2019, il Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale (Cedefop) ha intervistato più di 40’000 adulti di età superiore ai 25 anni in 30 paesi. Il 96% degli intervistati considera importante la formazione continua e quasi il 70% ritiene che la sua importanza continuerà a crescere nei prossimi dieci anni. Tuttavia, i ricercatori vedono la...


Nuova pubblicazione OCSE per la garanzia della qualità nella formazione continua

In una nuova pubblicazione, l'OCSE dà informazioni sullo sviluppo e la garanzia della qualità in alcuni paesi europei selezionati, tra cui la Svizzera. La pubblicazione mostra esempi di buone pratiche e analizza i fattori di successo dei diversi approcci alla garanzia della qualità, tra gli esempi figura anche il label eduQua.


Casi di rigore coronavirus: valgono anche per la formazione continua

Il 13 gennaio 2021, il Consiglio federale ha allentato le condizioni che un'impresa deve soddisfare per ricevere il sostegno dato con i programmi per i casi di rigore. Tra le altre cose, le imprese che a partire dal 1° novembre 2020 hanno dovuto chiudere la loro attività per almeno 40 giorni su ordine delle autorità, sono da considerarsi casi di rigore senza dovere dare prova di un calo della cifra d’affari. Ora è chiaro che anche gli enti di...


Sondaggio erogatori: formazione continua in tempi di crisi

Il sondaggio 2020/21 della Federazione svizzera per la formazione continua FSEA è dedicato agli effetti della pandemia di coronavirus sulla formazione continua. I risultati del sondaggio pubblicati oggi mostrano che la crisi ha colpito duramente la formazione continua e allo stesso tempo ha dato una forte spinta alla digitalizzazione delle offerte.


Misure coronavirus: quali si applicano alla formazione continua?

Da novembre, il divieto di erogazione dei corsi in presenza si applica alla formazione continua, con poche eccezioni. Da allora, il Consiglio Federale ha inasprito più volte le misure per combattere il diffondersi del coronavirus, il che ha causato una certa confusione nella formazione continua. Ecco una panoramica del regolamento attuale.


Buoni risultati per i titoli della formazione professionale superiore

Circa nove diplomati della formazione professionale superiore su dieci sceglierebbero, a posteriori, di nuovo lo stesso titolo. Questo è il risultato di un recente studio dell'Ufficio federale di statistica UST. Tuttavia, nonostante i sussidi federali, solo una persona su due si è dichiarata soddisfatta della propria situazione finanziaria durante la formazione.


Nuovo concetto di ricerca dell’Amministrazione federale in materia di formazione continua

La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione SEFRI ha elaborato un concetto per la ricerca dell’Amministrazione federale per i prossimi quattro anni e ha definito i temi prioritari.


La Svizzera cercherà la piena adesione per i programmi Erasmus+

La Commissione della politica estera del Consiglio nazionale (CPE-N) è stata consultata dal Consiglio federale sul mandato di negoziazione per l’adesione ai programmi Erasmus 2021-2027. La Commissione si è pronunciata a favore della piena adesione. Erasmus+ sostiene anche progetti di formazione continua.


Pieno successo per il programma di formazione continua di Aiuto alla Montagna

Aiuto svizzero alla montagna, al fine di meglio affrontare la digitalizzazione, offre alle piccole imprese delle regioni montane un sostegno finanziario per la formazione continua dei collaboratori. Il progetto che è stato realizzato in collaborazione con la FSEA ha avuto pieno successo. Più di 500 persone hanno già partecipato a corsi di formazione beneficiando dell’offerta del metà prezzo. Considerando il grande interesse, il programma...


Coronavirus: resta la deroga del art.6d - casi di rigore estensione del sostegno

Il Consiglio federale, il 13 gennaio, ha adottato nuove misure per combattere la crisi derivante dal coronavirus. Ancora una volta, la formazione continua non è influenzata dall’inasprimento delle misure. In particolare, resta in vigore la deroga per l’erogazione dei corsi in ai sensi dell'art. 6d. Con le nuove misure, il Consiglio federale ha esteso il sostegno attraverso il programma per i casi di rigore.


Forte calo della partecipazione alla formazione continua nel 2020

Con il divieto dell'insegnamento in presenza della scorsa primavera, la partecipazione alla formazione continua si è quasi dimezzata nel secondo trimestre del 2020 rispetto all'anno precedente. Come mostrano gli ultimi dati dell'UST, nel terzo trimestre la partecipazione è diminuita dell'8%. Complessivamente si prevede che la partecipazione alla formazione continua sarà notevolmente inferiore rispetto ai precedenti anni.


Misure per contrastare il coronavirus: nessun inasprimento per la formazione continua

Il Consiglio federale ha adottato il 18 dicembre ulteriori misure per contrastare il diffondersi del coronavirus. La formazione continua non è influenzata dall'inasprimento delle misure. In particolare, resta in vigore il divieto di erogazione dei corsi in presenza. Oltre alle nuove misure, il Consiglio federale ha modificato anche l'ordinanza sui casi di rigore.


Ampio scambio internazionale sul tema della garanzia della qualità

Il Portogallo sta progettando di introdurre la garanzia della qualità nella formazione degli adulti e vuole conoscere le esperienze di altri Paesi. L'OCSE è responsabile del progetto. Il 23 novembre, l'OCSE ha organizzato un incontro di scambio internazionale in collaborazione con la Commissione europea, in cui sono stati presentati il marchio austriaco Ö-Cert e il marchio eduQua. Lo scambio ha anche fornito preziosi impulsi per eduQua.


Il Parlamento dà un segnale importante per il rafforzamento della formazione continua

Nell'ambito della revisione del messaggio sulla promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione 2021-2024, il Consiglio degli Stati ha seguito oggi il Consiglio nazionale approvando un aumento di 20 milioni di franchi del finanziamento per la promozione della formazione continua orientata al lavoro. Il Parlamento invia così un segnale importante e riconosce il ruolo centrale che la formazione continua svolge nel superamento della...


La deroga per l'insegnamento in presenza rimane, ma è più restrittiva

Il Consiglio federale ha adottato, venerdì 11 dicembre, ulteriori misure per combattere la crisi derivante dal coronavirus. La formazione continua non è direttamente influenzata dall’inasprimento. In particolare, resta in vigore la deroga per l’insegnamento in presenza. Tuttavia, nel rapporto esplicativo dell’ordinanza, la sua interpretazione è definita più restrittivamente.


Valutazione della situazione individuale per gli adulti a partire dai 40 anni 11.12.2020

Con "viamia", la Confederazione e i Cantoni hanno creato un servizio di valutazione della situazione individuale per gli ultraquarantenni. Il servizio di consulenza gratuito sarà lanciato in undici Cantoni all'inizio del 2021.


Il Consiglio nazionale conferma l'aumento dei finanziamenti per la formazione continua orientata al lavoro

Nell'ambito della revisione del messaggio sulla promozione dell’educazione, ricerca e innovazione 2021-2024, il Consiglio nazionale ha votato oggi ancora una volta a favore di un aumento di 20 milioni di franchi per i fondi per la promozione della formazione continua orientata al lavoro.


Il Consiglio federale prevede un ulteriore inasprimento delle misure per combattere il coronavirus

Nel corso della seduta dell'8 dicembre, il Consiglio federale ha annunciato un ulteriore inasprimento delle misure per combattere il coronavirus. Queste entreranno in vigore il 12 dicembre.


“La formazione continua avrà un ruolo importante nella transizione verso la democrazia”

Dalle elezioni presidenziali della scorsa estate, la popolazione bielorussa è scesa in piazza contro Lukashenko. A questo il regime reagisce con arresti e violenze. Anche Sasha Kuzmich, responsabile di progetto dell’associazione mantello bielorussa per la formazione continua, è sfuggita per un pelo agli scagnozzi di Lukashenko. In un'intervista, spiega come continua a lottare per la democrazia in Bielorussia dal suo esilio ucraino.


Pilotaggio della nuova norma eduQua

La revisione della normativa eduQua sta entrando nella sua fase finale. Da dicembre 2020 a febbraio 2021 la nuova norma sarà testata da cinque enti di formazione. L’implementazione della nuova norma è prevista a partire dal 2022.


Education Permanente 2020/4: il potenziale non sfruttato della formazione continua

Il nuovo numero di "Education Permanente" è dedicato al potenziale non sfruttato della formazione continua. Si tratta dell'ultimo numero che esce secondo il concetto attuale, a partire dal prossimo anno, la rivista specializzata della formazione continua avrà un nuovo look e sarà cartacea e online.


No definitivo agli sgravi per le pigioni degli esercizi commerciali che hanno chiuso durante il lockdown

I gestori di negozi e locali pubblici che hanno dovuto chiudere completamente o parzialmente in primavera a causa della pandemia di coronavirus non hanno diritto ad alcuno sgravio per l'affitto. Dopo il Consiglio nazionale, anche il Consiglio degli Stati ha respinto il 2 dicembre 2020 il progetto di legge sull'affitto dei negozi.


La Confederazione regolamenta i casi di rigore Covid

Nella seduta del 25 novembre, il Consiglio federale ha approvato l'ordinanza Covid-19 sui casi di rigore. Entra in vigore il 1° dicembre e consente anche di sostenere gli enti di formazione continua.


La FSEA chiede di sostenere la formazione continua durante la crisi pandemica

Le cifre attuali mostrano che la pandemia di coronavirus sta portando a una massiccia contrazione della domanda di formazione continua. Allo stesso tempo in molti settori vi è bisogno che i dipendenti continuino a formarsi o si riqualifichino per poter stare al passo con gli sconvolgimenti del mercato del lavoro.


Bildung als unablässige Aufforderung, sich selbst zu optimieren

Beschleunigung und Selbstoptimierung prägen unser Leben. Der Autor weist auf die Folgen für Individuum und Gesellschaft hin und auch auf die Mitverantwortung der Weiterbildung.


Insegnamento digitale: buono o solo sufficiente?

La Giornata della qualità FSEA di quest'anno si è svolta online e si è concentrata sulla qualità dell'insegnamento online. Quanto è stato detto spesso si rifletteva immediatamente nella situazione vissuta. Verbale di un evento straordinario in tempi straordinari.


La Confederazione dovrebbe sostenere la formazione continua dei lavoratori durante il lavoro ridotto

I dipendenti interessati dal lavoro ridotto hanno meno opportunità di acquisire esperienza professionale in azienda. Per mantenere la loro occupabilità, la Confederazione dovrebbe intervenire e, tra l'altro, cofinanziare la formazione continua, questo quanto richiesto in una mozione del Partito dei Verdi.


Nuove disposizioni speciali per i moduli FFA

Il divieto di erogazione di corsi di formazione continua in presenza richiede delle nuove disposizioni speciali per il sistema FFA. A partire da ora, la maggior parte dei moduli, può essere erogata completamente online. Per il modulo 2, la Commissione svizzera FFA (CS FFA), ritiene che può essere applicata l’eccezione indicata dalla Confederazione in modo che si possa continuare con la formazione in presenza.


Per i gruppi di destinatari che non sono in grado di partecipare a corsi di formazione online l’insegnamento in presenza è consentito

La Confederazione ha chiarito alcune ambiguità in relazione alla nuova ordinanza COVID del 28 ottobre: l’insegnamento in presenza è consentito per le formazioni rivolte a persone che non possiedono i requisiti per la partecipazione alle offerte digitali.


Coronavirus: rinnovato il divieto di erogazione dei corsi in presenza per la formazione continua

Da dieci giorni è in vigore l'obbligo generale di indossare la mascherina nei corsi di formazione continua. Oggi il Consiglio federale ha ulteriormente inasprito le misure per il contenimento del diffondersi del coronavirus e ha introdotto nuovamente il divieto dei corsi in presenza dal 2 novembre. Ciò ha gravi conseguenze economiche per il settore della formazione continua.


Ampliamento delle competenze digitali grazie alle Giornate digitali svizzere

Le Giornate digitali svizzere che si terranno dal 1° al 3 novembre 2020 promuovono la digitalizzazione. In tutta la Svizzera, per l’occasione sono previsti più di 300 eventi gratuiti online e in presenza, gli interessati avranno la possibilità di conoscere la portata della trasformazione digitale nella Svizzera di domani.


I piani di protezione danno sicurezza e fiducia

La formazione continua ha imparato a convivere con le misure di protezione, che sono state anche implementate da formatori e dai partecipanti ai corsi. Ma non si può parlare di una nuova routine.


Obbligo della mascherina nelle aule degli enti di formazione continua privati

Da lunedì 19 ottobre in tutta la Svizzera sono in vigore misure più severe per rallentare il diffondersi del coronavirus. La misura più importante è l'obbligo generalizzato di indossare le mascherine nei luoghi chiusi accessibili al pubblico. Come confermato dall'UFSP, su richiesta della FSEA, l'obbligo di indossare le mascherine vale anche per le persone presenti nelle aule dei corsi degli enti di formazione continua privati - con poche...


Elenco di criteri per la formazione continua delle persone cieche o ipovedenti

Le persone ipovedenti e cieche dovrebbero avere un migliore accesso all’offerta pubblica di formazione continua. A tal fine, Travail.Suisse Formation ha stilato un elenco di criteri con i quali gli istituti di formazione continua possono migliorare la loro accessibilità in questo senso.


Disposizioni speciali FFA prolungate fino a fine 2021

Il coronavirus avrà delle ripercussioni sulla formazione continua ancora per un po’ di tempo. La CGQ FFA ha pertanto deciso di prorogare le “disposizioni speciali Coronavirus" fino alla fine del 2021 apportando inoltre alcune modifiche alle disposizioni precedenti.


Corso online: promuovere la partecipazione sociale con la formazione degli adulti

Nell'ambito del progetto europeo FutureLab Adult Education, il 12 ottobre prenderà avvio il secondo corso online sulla formazione trasformativa degli adulti.


Crisi dovuta al coronavirus: gli enti di formazione continua prevedono un calo massiccio del fatturato

Le misure adottate dalla Confederazione per contenere la pandemia di coronavirus hanno avuto delle ripercussioni anche nel settore della formazione: durante il divieto dell'insegnamento in presenza, solo poco meno della metà dell'offerta formativa ha potuto avere luogo. Gli enti di formazione prevedono un calo significativo del fatturato entro la fine dell'anno.


La formazione continua viene notevolmente potenziata - e si trova davanti a obiettivi ambiziosi

Nei prossimi quattro anni la formazione continua avrà a disposizione complessivamente 73 milioni di franchi in più. Il finanziamento è stato approvato dalle Camere federali nel quadro del messaggio ERI. Tuttavia, i mezzi finanziari aggiuntivi a disposizione sono legati a obiettivi ambiziosi. Alcune considerazioni del direttore della FSEA Bernhard Grämiger.


Il Consiglio degli Stati approva un maggiore sostegno alle organizzazioni di formazione continua

Il Consiglio degli Stati, nella discussione sull’adeguamento delle differenze del messaggio dell'ERI, ha approvato un aumento di 6 milioni di franchi per il finanziamento di sette organizzazioni di formazione continua. L'aumento del budget consente alle organizzazioni di fornire servizi aggiuntivi nei settori del coordinamento e dell'informazione, della qualità e dello sviluppo del sistema di formazione continua.


Gettate le basi del nuovo Sistema FFA

La Piattaforma di scambio FFA (AdA-Plattformtagung) del 15 settembre ha dimostrato che la revisione del sistema FFA ha delle solide basi. Si è discusso inoltre delle ripercussioni del coronavirus sulla formazione continua, della spinta alla digitalizzazione che ne è derivata e del processo decisionale etico.


Promozione delle competenze di base in Ticino

Due iniziative organizzate dalla CFC in collaborazione con la DFP-UFCI e il segretariato regionale della FSEA hanno sottolineato la Giornata internazionale dell’alfabetizzazione che si è tenuta martedì 8 settembre.


Una buona giornata per la formazione continua in Svizzera

Nell’ambito della discussione sul messaggio ERI, il Consiglio nazionale ha deciso di stanziare ulteriori fondi per la formazione continua. In occasione della Giornata internazionale dell'alfabetizzazione, la Camera bassa del Parlamento ha stanziato 43 milioni di franchi per la promozione delle competenze di base e 39 milioni di franchi per la formazione continua orientata al lavoro, seguendo così l'esempio del Consiglio degli Stati. Il Consiglio...


Learning Labs – la formazione continua ai Digital Days

Dal 1° al 3 novembre 2020 si svolgeranno, per la quarta volta, le Giornate Digitali Svizzera lanciate da digitalswitzerland. Grazie ai Learning Labs, la popolazione potrà apprendere nuove competenze digitali. I soci della FSEA possono annunciarsi per diventare organizzatori dei Labs e quindi partecipare all'evento nazionale. I Learning Labs sono organizzati in collaborazione con la FSEA.


ProfiTrain: complemento al toolkit GO

Nel progetto europeo ProfiTrain, sette organizzazioni di sette paesi, tra cui la FSEA, hanno sviluppato congiuntamente un concetto di formazione continua per formatori che operano nel campo della promozione delle competenze di base orientate al lavoro. Per la Svizzera è stata elaborata guida a complemento del Toolkit GO.


"Transfer": uno strumento nuovo per la ricerca sulla formazione professionale

La Società svizzera per la ricerca applicata nella formazione professionale (SRFP) rilancia la sua newsletter con il nome "Transfer - formazione professionale nella ricerca e nella pratica". La pubblicazione comprende anche temi di ricerca nel campo della formazione continua.


Nuovo quadro europeo delle competenze trasversali

Valutare criticamente le informazioni, affrontare i cambiamenti o entrare in empatia con altre persone: le competenze trasversali acquisiscono sempre più importanza. Il quadro europeo delle competenze LifeComp definisce tali competenze in termini di competenze chiave necessarie in tutti gli ambiti della vita.


La CSEC-N chiede più soldi per la formazione continua

La Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura CSEC-N propone un aumento dei fondi per sostenere la formazione continua nel periodo ERI 2021-2024. Rispetto a quanto richiesto dal Consiglio federale propongono un aumento di 6 milioni di franchi per le organizzazioni di formazione continua e 20 milioni di franchi per la formazione continua professionale.


Coronavirus: disposizioni attuali per la formazione continua

Dopo la pausa estiva, il 12 agosto, il Consiglio federale ha fornito informazioni sulle misure contro la pandemia di coronavirus. Per la formazione continua non sono stati decisi cambiamenti, tuttavia i Cantoni hanno il diritto di decidere le proprie misure.


Competenze di base in matematica – orientamento per le competenze operative

Il quadro di riferimento della SEFRI definisce cinque campi specifici con competenze operative le quali intendono contribuire a rendere più concrete le competenze di base in matematica.


La Commissione EU si concentra sulla formazione continua

Il 1° luglio 2020 la Commissione Europea ha adottato la "European Skills Agenda". La formazione degli adulti svolge un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi fissati in questa Agenda.


Isabelle Chevalley è la nuova presidente della CRFC

La Conférence romande pour la Formation continue (CRFC) ha eletto all’unanimità, nel corso della seduta di comitato del 3 luglio a Losanna la sua nuova presidente: Isabelle Chevalley consigliera nazionale e vice presidente del partito Vert'libéral.

Dal 2011 Isabelle Chevalley è membro del Consiglio nazionale.
La FSEA è molto soddisfatta di questa nuova collaborazione.

Al sito della CRFC


IPG per il coronavirus: prolungata fino al 16 settembre

Nella seduta del 1° luglio 2020 il Consiglio federale ha deciso di prolungare il diritto all’indennità di perdita di guadagno IPG per il coronavirus per i lavoratori indipendenti direttamente e indirettamente colpiti delle misure contro il virus. Questa decisione va a beneficio anche del settore della formazione continua.


L’importanza di mantenere lingua e cultura d’origine

Il progetto Multilingual Families Club vuole sostenere e preservare il multilinguismo e la multiculturalità in Europa. L’Unione Europea considera le culture e lingue presenti al suo interno come un bene prezioso che va valorizzato. Per questo motivo il partenariato del progetto ha sviluppato alcuni prodotti dedicati a formatori, educatori, famiglie e istituzioni che sono confrontati con il multilinguismo e la multiculturalità.


Coronavirus: la distanza sociale minima raccomandata ridotta a 1,5 metri

Il Consiglio federale ha allentato le misure di lotta al Coronavirus. A partire da lunedì 22 giugno la distanza sociale minima da mantenere è portata a 1,5 metri. Nella formazione continua la distanza sociale può essere ulteriormente ridotta a condizione che i dati di contatto dei partecipanti siano registrati.


Discussione del Messaggio ERI al Consiglio degli Stati: buone e cattive notizie per la formazione continua

Il Consiglio degli Stati ha approvato un sostanziale aumento dei mezzi per la promozione delle competenze di base e per i progetti nell’ambito della formazione continua professionale. La proposta di un aumento urgente dei contributi destinati alle organizzazioni della formazione continua non è stata accettata.


L'OCSE raccomanda alla Svizzera di investire nella formazione continua

L'OCSE, nelle sue prospettive economiche, prevede tempi difficili dopo il blocco dovuto al Coronavirus. Nell’ultimo rapporto afferma che sono necessarie misure straordinarie. Per la Svizzera, l'OCSE raccomanda soprattutto di investire nella formazione continua.


Messaggio ERI: le organizzazioni della formazione continua si appellano al Consiglio degli Stati

Mercoledì 17 giugno il Consiglio degli Stati discuterà il messaggio sulla "promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione" (messaggio ERI) per gli anni dal 2021 al 2024. In questo ambito la formazione continua sarà un argomento importante.


Aggiornamento delle disposizioni speciali per gli enti formatori FFA

La Commissione garante della qualità ha aggiornato e adattato alle nuove norme, le disposizioni speciali per gli enti di formazione FFA. A partire dal 6 giugno è possibile erogare corsi in presenza con gruppi di partecipanti numerosi a patto che l’ente di formazione abbia un piano di protezione.
Inoltre, fino alla fine del 2020 la formazione in presenza potrà essere erogata per un massimo del 60% attraverso modalità online.

Disposizioni speciali...


Possibilità di ridurre la distanza di sicurezza nei corsi formazione continua

Nell’ambito dei corsi di formazione continua, da lunedì 8 giugno è possibile, a condizione che siano registrati i dati dei partecipanti, scendere al di sotto della distanza minima di 2 metri nelle lezioni in presenza. La FSEA ha adattato di conseguenza il piano di protezione generale per la formazione continua.


Bando per progetti sull'educazione alla cittadinanza mondiale

La Commissione svizzera per l’UNESCO lancia un bando a livello nazionale per progetti inerenti il tema "Educazione alla cittadinanza mondiale ECM in settori non formali e informali nel contesto del coronavirus".


Inizio del dibattito ERI: si discute di formazione continua

Già in fase di preparazione del dibattito sul messaggio ERI, che si terrà a giugno, la formazione continua era stata tematizzata. La Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura del Consiglio degli Stati si è occupata di diverse proposte sulla formazione continua.


Studio sulla formazione continua sul tema della consulenza

La consulenza è importante. Nessuno lo mette in discussione, soprattutto in ambito di formazione continua con le sue innumerevoli offerte e titoli. Ma dalla selezione dei corsi fino alla pianificazione della carriera a lungo termine - la consulenza è tanto versatile e ingestibile quanto la stessa formazione continua. L’ultimo studio sulla formazione continua fornisce per la prima volta cifre su questo tema.


Webinar gratuiti per formatori sulla formazione a distanza

La piattaforma d’apprendimento per adulti nell’ambito della promozione delle competenze di base del Canton Zurigo, eLounge, offre una serie di webinar sulla progettazione della formazione a distanza. I primi temi affrontati nei webinar sono:

  • Progettare esercizi digitali con le App formative

  • Nozioni di base per l'insegnamento digitale

  • Scrivere libri online facilmente con lo strumento WriteReader

  • Utilizzare il portale di apprendimento VHS...


EAEA chiede il riconoscimento della formazione degli adulti come settore nel sistema formativo

L'UE potrebbe ridurre la promozione della formazione continua alle qualifiche professionali e alle competenze di base. Questo è ciò che l'Associazione Europea per l'Educazione degli Adulti EAEA teme e pertanto chiede il riconoscimento della formazione degli adulti come settore a sé stante nel sistema formativo.


L’essenza di un imprenditore della formazione continua

Jakob Limacher lascia il comitato della FSEA dopo 20 anni di attività. Un breve omaggio, unito a tanti ringraziamenti e auguri per il futuro.


Effetti del Coronavirus: spinta al digitale e misure di protezione

La crisi dettata dal Coronavirus ha colpito duramente la formazione continua e la cambierà per sempre. È quanto afferma il direttore della FSEA Bernhard Grämiger in un'intervista sul blog del centro di formazione continua della Scuola universitaria professionale di San Gallo.

Grämiger commenta il passaggio dalle lezioni in presenza alle lezioni online, presumendo che la percentuale di coloro che hanno effettuato questo passaggio sia inferiore al...


Verso il reclutamento digitale? Spunti e testimonianze

Sono molte le attività quotidiane e lavorative che nel "periodo Covid-19" sono state portate a termine grazie a strumenti digitali, tra queste vi sono anche i processi di reclutamento e selezione del personale. Per comprendere le dinamiche e conoscere le modalità con le quali si svolge un processo di reclutamento digitale, la Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti CFC in collaborazione con la

Città dei...

La Confederazione pubblica principi di base per la ripresa dell’insegnamento presenziale

Il presupposto per la ripresa dell’insegnamento presenziale è che l’istituto di formazione sia dotato di un piano di protezione. La Confederazione il 13 maggio ha pubblicato i principi base necessari a tal fine. Il piano di protezione generale della FSEA è in linea con questi.


350'000 CHF di prestiti d’emergenza per gli studenti

La Fondazione EDUCA SWISS mette a disposizione 350'000 franchi per le persone in formazione e formazione continua. Il denaro è destinato a prestiti per studenti che non possono effettuare o continuare la formazione a causa della crisi dettata dal Coronavirus.


La FSEA presenta un piano di protezione generale per la formazione continua

Per poter riprendere i corsi in presenza, gli enti di formazione continua devono avere un piano di protezione e garantire il rispetto delle norme in materia di igiene e di distanza. In qualità di associazione mantello la FSEA ha allestito un piano di protezione generale e un modello che può essere la base per lo sviluppo di piani di protezione.


A partire dall’11 maggio sarà possibile svolgere attività di formazione continua con al massimo 5 persone

Il Consiglio federale sta ulteriormente allentando le misure contro il Coronavirus nell'ambito della formazione. Negli enti di formazione continua, a partire da lunedì 11 maggio sarà nuovamente possibile erogare corsi in presenza con un massimo di cinque persone. All'inizio della prossima settimana la FSEA pubblicherà un piano di protezione generale.


Aggiornamento: disposizioni speciali per gli enti riconosciuti FFA

Il Coronavirus ha delle ripercussioni anche sugli enti riconosciti dal sistema FFA. La CGQ, in collaborazione con il segretariato FFA, ha emanato delle disposizioni speciali che sono state aggiornate il 24 aprile. L’attualizzazione riguarda in particolare la formazione in presenza e l’apprendimento supportato da modalità digitali.


Corso Online: formazione continua per il cambiamento

Secondo Jyri Manninen, professore di formazione degli adulti all'Università della Finlandia orientale, la maggior parte dell'attuale formazione continua è sistemica. Tuttavia, soprattutto alla luce delle sfide che dobbiamo affrontare in termini di digitalizzazione e democrazia - e non solo dopo la crisi dettata dal diffondersi del Coronavirus - sarebbero necessari approcci che possano mettere in discussione e cambiare il sistema esistente....


Prospettive per le lezioni in presenza a partire dall’8 giugno

A partire dall'8 giugno dovrebbe essere possibile per gli istituti di formazione continua offrire nuovamente corsi in presenza. A tal fine, la FSEA sta sviluppando un piano di protezione, tenendo altresì fede alle sue richieste per mitigare gli effetti della crisi derivante dal nuovo Coronavirus sulla formazione continua.


Garantire la pluralità della formazione continua anche dopo l’emergenza COVID-19

In un articolo pubblicato su Ticinonews Paolo Ortelli, presidente della Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti CFC, esprime le preoccupazioni del settore della formazione continua in Ticino e in Svizzera in merito all’emergenza dettata dal diffondersi del nuovo Coronavirus.


Il Consiglio federale vuole evitare fallimenti legati al Coronavirus

Da un lato, il Consiglio federale proroga le misure contro il Coronavirus fino al 26 aprile. D’altro lato, la sospensione del recupero crediti termina il 19 aprile. La riscossione dei crediti legati alla crisi del Coronavirus dovrebbe tuttavia essere evitata.


La partecipazione alla formazione continua rimane scarsa tra le persone con un basso livello di formazione

Dal 7 aprile sono disponibili i dati sulla partecipazione alla formazione continua nel 2019. Le cifre sono rimaste costanti lo scorso anno. Non c'è una tendenza al rialzo per le persone con un basso livello di formazione.


“eLounge” – un portale di apprendimento per le competenze di base

Nel 2019, nel Cantone di Zurigo è stato lanciato il progetto "Lernstuben" per sostenere la creazione di luoghi di apprendimento a bassa soglia e locali per promuovere le competenze di base. Nell'ambito di questo progetto è in fase di sviluppo anche una piattaforma digitale. Alla luce dei recenti avvenimenti, l’Ufficio competenze di base del Cantone di Zurigo ha deciso di pubblicare in anteprima il prototipo di questa piattaforma.

Il portale di...


Sostegno finanziario per la formazione continua digitale

digitalswitzerland e la Fondazione  Hirschmann sostengono le PMI svizzere e i membri della campagna #LifelongLearning con la formazione continua digitale. Le che stanno adottando il lavoro a orario ridotto ricevono sussidi per promuovere le competenze digitali dei loro dipendenti, come spiega digitalswitzerland in un comunicato.

Il programma Boost “L’opportunità per mantenerti in forma” consente sia ai dipendenti sia ai datori di lavoro di...


Una Wiki per l’apprendimento digitale

L’alta scuola pedegogica di Svitto ha lanciato una wiki che copre una vasta gamma di temi legati all'apprendimento digitale. Nella pagina sono anche molte informazioni utili per la formazione continua.


Webinar apprendimento digitale

Martedì 31 marzo 2020 la FSEA ha erogato il primo webinar sul tema “apprendimento digitale”. Di seguito potete trovare la registrazione del seminario (in tedesco) e la relativa presentazione (IT e DE).


Coronavirus: regolamento straordinario per le ricertificazioni eduQua

La crisi dettata dal coronavirus ha un impatto anche sulla realizzazione delle procedure di ricertificazione svolte dagli enti di certificazione. Gli audit non possono più essere effettuati o non possono più essere effettuati in loco. Pertanto, in qualità ente responsabile della normativa eduQua:2012, la FSEA ha stabilito un regolamento straordinario per fare chiarezza nei confronti di tutte le parti coinvolte.


Primi dati in merito ai finanziamenti per i corsi preparatori agli esami professionali

L'Ufficio federale di statistica ha pubblicato, per la prima volta dall’introduzione del finanziamento orientato alla persona della formazione professionale superiore (aHBB), i dati relativi ai richiedenti e al finanziamento. Nel 2018 sono state sostenute più di 4’000 persone e finora sono stati rimborsati 16,3 milioni di franchi.

I rimborsi sono relativi alle spese per i corsi preparatori agli esami professionali superiori. Ciò vale, ad esempio,...


Coronavirus: la FSEA chiede aiuti immediati per il settore della formazione continua

Il Consiglio federale ha infatti deciso misure di ampia portata per attenuare le conseguenze economiche della crisi dettata dal Coronavirus. Tuttavia, per molti enti di formazione continua e liberi professionisti del settore, queste non saranno sufficienti a garantire la loro esistenza. La FSEA si rivolge quindi alla Confederazione con richieste concrete.


Aggiornamento Coronavirus: effetti sul sistema FFA

La diffusione del virus COVID-19 ha effetti concreti anche sulla formazione continua, interessando anche il sistema FFA.


Crisi nuovo coronavirus: prestiti fino a CHF 500'000 senza commissioni e interessi

Mercoledì 25 marzo il Consiglio federale ha fornito ulteriori informazioni sulle misure adottate per attenuare le conseguenze economiche della crisi dettata dal Coronavirus. Ad esempio, è possibile ottenere prestiti fino a CHF 500'000.- al tasso d'interesse dello 0% e senza spese.


Nuove scadenze per le candidature ai partenariati strategici

Data la situazione straordinaria Movetia ha deciso di posticipare il termine per l'inoltro delle candidature per i partenariati strategici nei settori dell'Educazione scolastica, della Formazione professionale, dell'istruzione superiore e dell'Formazione degli adulti.


Coronavirus: possibilità grazie alle lezioni online

Attualmente le lezioni in presenza sono vietate in Svizzera indipendentemente dalla grandezza del gruppo di partecipanti. Lo spostamento di workshop, coaching e corsi su online rappresenta un'opportunità per la formazione continua.


Coronavirus: ulteriori misure drastiche per gli enti di formazione

Con la proclamazione di "situazione straordinaria", anche gli istituti di formazione continua devono limitare ulteriormente le loro attività. Anche i piccoli gruppi non possono più frequentare le lezioni.


Coronavirus: vietate le lezioni in presenza per gli enti di formazione continua

Venerdì il Consiglio federale ha vietato le lezioni in presenza di scuole, università e altri istituti di formazione fino al 4 aprile. Ciò vale anche per gli istituti di formazione continua pubblici e privati. La FSEA interverrà presso la Confederazione in merito alle conseguenze economiche.


Coronavirus: vietate le lezioni in presenza per gli enti di formazione continua

Venerdì il Consiglio federale ha vietato le lezioni in presenza di scuole, università e altri istituti di formazione fino al 4 aprile. Ciò vale anche per gli istituti di formazione continua pubblici e privati. La FSEA interverrà presso la Confederazione in merito alle conseguenze economiche.


Coronavirus: informazioni per la formazione continua

La diffusione del coronavirus in Svizzera e la particolare minaccia per le generazioni più anziane sono un motivo urgente per tutti gli enti di formazione per rivedere la pianificazione e lo svolgimento dei loro eventi come pure le norme igieniche delle loro infrastrutture.


Un milione di libretti di formazione

Der vom SVEB herausgegebene Bildungspass knackt mit der neusten Auflage die Millionengrenze. Lanciert wurde er 1978 als «Bildungsbüchlein», um persönliche Weiterbildungen gesammelt nachweisen zu können.


Il Consiglio federale rafforza la formazione continua

Il 26 febbraio 2020 il Consiglio federale ha adottato il messaggio per la promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione (ERI) per il periodo 2021-2024. I fondi per la formazione continua saranno aumentati.


Migliorare le competenze degli adulti grazie all’apprendimento permanente

Elevation, un progetto internazionale che mira ad avvicinare all’apprendimento permanente quegli adulti che si trovano in difficoltà e che sono particolarmente vulnerabili e che tradizionalmente non usufruiscono delle opportunità di formazione continua presenti sul territorio.


Premio Grundtvig 2020: «sensibilizzazione e accesso»

La European Association for the Education of Adults (EAEA) presenta ogni anno il Premio Grundtvig per progetti innovativi e di successo nella formazione degli adulti in Europa. Quest'anno il tema del premio è "sensibilizzazione e accesso".

L'Organizzazione si concentra quindi su una sfida importante: la formazione continua è spesso citata come mezzo per promuovere le pari opportunità e la partecipazione sociale, ma allo stesso tempo raggiunge...


Rapporto UNESCO su “Global Citizenship Education”

Il Global Citizenship Education (GCED) è un concetto formativo dell’UNESCO. L'obiettivo è quello di permettere agli studenti di trovare la propria strada in un mondo globalizzato e di partecipare attivamente alla soluzione dei problemi a questo livello. Dal 2014, il concetto è un obiettivo centrale della politica formativa dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, le Scienze e la Cultura.

In un recente rapporto, l'Institute for...


Offensiva formazione continua: lancio del programma di sostegno ai servizi sociali

Nell’ambito dell’offensiva di formazione continua della FSEA e della COSAS, 70’000 beneficiari dell'assistenza sociale devono essere integrati, in modo sostenibile, nel mercato del lavoro. In quest’ottica, dieci servizi sociali vengono ora sostenuti e accompagnati nella realizzazione dell'offensiva in modo che sia orientata ai bisogni.


A Zurigo un mese dedicato alla Formazione

A febbraio, la rivista della città di Zurigo Tsüri.ch si concentra sul tema "formazione". La domanda principale è: "Cos'è il lifelong Learning ed è davvero necessario? Riferendosi chiaramente alla formazione continua.

Sono previsti cinque eventi tra febbraio e marzo. L'evento finale sarà l'Openki Workshop Festival che si terrà dal 5 all'8 marzo. L'iniziativa formativa Openki sperimenta forme di apprendimento autonomo (riportato in

Education...

Città dei mestieri della Svizzera italiana ora è realtà

È stata inaugurata sabato 25 gennaio 2020 a Bellinzona la Città dei Mestieri della Svizzera italiana.
La città dei mestieri, gestita e coordinata dalla Divisione della formazione professionale (DFP) in collaborazione con diversi settori e uffici dell’amministrazione cantonale e con le organizzazioni del mondo del lavoro, riunisce i servizi inerenti all'orientamento, alla formazione professionale e al lavoro.
La Città dei mestieri della Svizzera...


Il contributo della formazione continua all’Upskilling

La stragrande maggioranza della popolazione attiva è costituita da adulti che hanno completato da tempo la loro formazione. Per far fronte alle esigenze crescenti dettate dal posto di lavoro si rivolgono principalmente alla formazione continua.


Rilanciare la formazione di recupero per gli adulti

Il sistema duale di formazione si conferma essere un modello svizzero di successo. Tuttavia, la formazione professionale di base è interamente orientata ai giovani. La trasformazione digitale, l'invecchiamento demografico e la carenza di lavoratori qualificati mettono ora in discussione questo orientamento.


18 nuovi/e responsabili di formazione con diploma federale

27 persone hanno partecipato all’esame professionale superiore di responsabile di formazione di quest'anno. 15 provenivano dalla Svizzera tedesca, 4 dalla Svizzera romanda e 8 dal Ticino. Si tratta del secondo maggior numero di partecipanti dal 2011, anno di entrata in vigore del vigente regolamento d'esame. 18 di questi candidati hanno superato l'esame al primo tentativo e hanno ottenuto il Diploma federale di responsabile di formazione.

In...


Agilità: moda o necessità ineludibile?

La trasformazione digitale ha da lungo tempo toccato anche il mercato della formazione continua. Le istituzioni formative devono rispondere ai mutamenti con una corrispondente ristrutturazione organizzativa? Le opinioni non sono concordi.


Si scioglie la CI formazione degli adulti di Aargau

(RS) Bisognerebbe rallegrarsi per i regali. Tuttavia, ciò non è sempre possibile, ad esempio se il regalo è collegato allo scioglimento di un'importante organizzazione.

La FSEA è naturalmente soddisfatta del lascito di CHF 10'000.- che la Comunità d’interesse CI formazione degli adulti di Aargau le ha donato. Allo stesso tempo si rammarica che la CI, da decenni impegnata nella formazione continua nel cantone di Argovia, interrompa i suoi...


I risultati PISA sono anche un segnale per la formazione continua

Gli studenti svizzeri leggono sempre peggio. Le lacune dei quindicenni di oggi dovranno essere colmate in età adulta. Si tratta di una sfida per la formazione continua.


Il canton Neuchâtel chiude il CEFNA

Das Centre de formation neuchâtelois pour adult (CEFNA) muss seine Angebote im Bereich Grundkompetenzen 2020 einstellen. Der Regierungsrat des Kantons hat die Schliessung beschlossen, nachdem die Nachfrage nach Kursen im CEFNA stark zurückgegangen und der Umsatz deutlich eingebrochen war. Dies wiederum sei eine Folge des Asylwesens auf Bundesebene und ein Rückgang der Migration.


Conti di formazione individuale - uno strumento insidioso

I conti di formazione individuale possono certamente migliorare i risultati della formazione di alcuni gruppi target. Tuttavia, uno studio dell'OCSE conclude che alcune regole devono essere rispettate.


La pubblicazione trasparente dei corsi ha effetto positivo sulla soddisfazione del cliente

Per i partecipanti ai corsi, la scelta accurata della formazione è lo strumento migliore contro l'insoddisfazione. La trasparenza nella pubblicazione dei corsi* è quindi un’ovvia conseguenza, dice Isabel Sauter di ZHAW. In un’intervista, la responsabile del dipartimento di formazione continua di ZHAW, racconta quello che la sua scuola continua a fare per la soddisfazione dei partecipanti ai corsi.


Elezione del presidente del Forum romando della FSEA

Il primo Forum romando della FSEA si è svolto a Morges il 7 novembre scorso con l'obiettivo di eleggere un nuovo presidente e vicepresidente e per lavorare sulla visione della formazione continua del futuro.


Competenze reali per realtà virtuali? Tendenze e opportunità per la formazione continua

Quale associazione mantello della formazione continua la Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti CFC, che mette in rete gli attori del settore, ha particolarmente a cuore la professionalizzazione e la qualità nel settore dei corsi formazione continua. In quest’ottica, anche cogliendo un desiderio espresso da alcuni suoi partner, ha deciso di organizzare un momento di scambio e riflessione per gli attori della...


I datori di lavoro potrebbero fare di più

In Svizzera non tutti i lavoratori dipendenti frequentano una formazione continua nel corso di un anno. Una delle ragioni è la mancanza di sostegno da parte del datore di lavoro. Lo dimostra l'attuale studio "Barometro 'Gute Arbeit'" di Travail Suisse e della Scuola universitaria professionale di Berna.


La formazione professionale superiore ha un effetto sulla promozione della carriera

Due anni fa, l'Ufficio federale di statistica (UST) ha condotto, per la prima volta un’indagine sui diplomati della formazione professionale superiore. In una prima pubblicazione uscita nel gennaio 2019, è stata descritta la situazione della formazione di queste persone ed è stato dimostrato, tra l'altro, che gli enti di formazione continua svolgono un ruolo importante in questo senso.

La seconda pubblicazione di questa serie prende in esame la...


Gestione della qualità agile nelle istituzioni di formazione continua?

La gestione della qualità classica si basa su strutture operative caratterizzate da processi organizzativi stabili e quindi spesso ha il carattere di gestione della stabilità. In un'epoca di strutture organizzative sempre più agili - oltre e al posto di quelle aziendali - è necessaria anche una gestione della qualità agile, orientata all'equilibrio tra stabilità e cambiamento.


Nuova strategia formativa per le persone scarsamente qualificate della città di Zurigo

Affinché le persone scarsamente qualificate all'interno e all'esterno del sistema di assistenza sociale possano aumentare la loro occupabilità, è necessario fornire un sostegno mirato alla formazione di base e continua. La città di Zurigo ha quindi adottato una nuova strategia formativa che è stata presentata il 28 ottobre ed è in linea con l'offensiva di formazione continua COSAS e FSEA.


Trasparenza nelle pubblicazione dei corsi – la Fondazione per la protezione dei consumatori riceve solo pochi reclami

Grazie alla pubblicazione trasparente dei corsi, le parti interessate possono trovare le informazioni necessarie per prendere una decisione in merito all'offerta di formazione continua. Questo è richiesto dalla Carta elaborata dalla FSEA per la pubblicazione trasparente dei corsi*. Effettivamente, come viene accettata dai partecipanti? Lo abbiamo chiesto alla Fondazione per la protezione dei consumatori.


Piattaforma di scambio 2019: «prenderemo tutti i feedback, li valuteremo e se pertinenti e possibili li applicheremo»

Il 26 settembre, circa 80 persone si sono incontrate a Berna per riflettere sullo stato attuale della revisione FFA. Per Andreas Schubiger, consulente in pedagogia professionale e uno dei moderatori della conferenza, i feedback sono stati importanti e saranno presi in considerazione laddove possibile. Questa modalità di azione sarà utilizzata anche nel corso del processo.


Il Canton Zurigo Lancia il progetto “Lernstube”

L’ufficio che si occupa di competenze di base del Cantone di Zurigo mira a promuovere lo sviluppo di "Lernstuben" (aule didattiche) consolidate a livello regionale. Per Cäcilia Märki, responsabile delle competenze di base FSEA, questo è un approccio promettente.


Premio per la ricerca applicata nella formazione professionale

Die Schweizerische Gesellschaft für Angewandte Berufsbildungsforschung (SGAB) möchte den Dialog zwischen Theorie und Praxis stärken und entsprechende Projekte fördern und bekannt machen. Dazu lanciert sie den SGAB-Preis.


Le microimprese imparano autonomamente

Le imprese con meno di 10 dipendenti sono molto attive nella formazione continua. Tuttavia, per la formazione, raramente si avvalgono di corsi standardizzati o del sostegno di enti di formazione continua. Questo è il quanto emerso dal nuovo studio della FSEA.


La pubblicazione trasparente dei corsi ripaga

La Scuola Club Migros è tra i firmatari della Carta* per la pubblicazione trasparente dei corsi. Abbiamo parlato con Regula Umbricht, responsabile vendita/clienti corporate, direzione scolastica Migros Svizzera orientale, di clienti insoddisfatti e di come impedire che lo siano.


I servizi cantonali per l’orientamento professionale non raggiungono quasi mai gli adulti

I servizi per l’orientamento professionale, universitario e di carriera (OPUC) svolgono un ruolo importante nel processo strategico della "Formazione professionale 2030". Un nuovo studio mette in luce le esigenze di sviluppo dei centri di orientamento e dimostra che oggi l'orientamento professionale, in particolare per gli adulti, non riceve sufficiente attenzione.


Messaggio ERI: giusta direzione per la formazione continua

La formazione continua sarà rafforzata nel prossimo periodo di finanziamento del messaggio sulla promozione della formazione, della ricerca e dell’innovazione -messaggio ERI 2012-2024. In particolare, si prevede di aumentare i finanziamenti per la promozione delle competenze di base degli adulti e di sostenere misure di perfezionamento professionale nel contesto della digitalizzazione. Questo è il risultato del secondo incontro con i...


Giornata Digitale Svizzera lancia la campagna #LifelongLearning

In occasione della Giornata Digitale Svizzera del 3 settembre 2019, digitalswitzerland e l’Unione svizzera degli imprenditori hanno lanciato la campagna nazionale #LifelongLearning. L'obiettivo della campagna è di sensibilizzare la popolazione svizzera all'importanza dell'apprendimento lungo tutto il corso della vita.

La campagna comprende, sotto forma di video e blog, storie di dipendenti di tutta la Svizzera che mostrano i vantaggi della...


Insieme per una maggiore trasparenza

La FSEA promuove una carta per una maggiore trasparenza nella formazione continua. Tutte le istituzioni, che assieme a noi vogliono dare un segnale, possono firmare la carta.


L’importanza dell’esperienza olivettiana oggi

Adriano Olivetti (1903–1960) sperimenta l’idea di fabbrica come idea di Comunità, fondata sulla partecipazione democratica alla vita dell’impresa e, come tale, vuole diventi una fonte di rinnovamento sociale, economico, politico e intellettuale da allargare al territorio circostante. Per la sua lungimiranza e il suo pensiero è ancora oggi considerato un visionario che ci ha lasciato in eredità innumerevoli esempi di buone pratiche.


La formazione continua sulla scena internazionale

La politica della formazione è di competenza dei singoli Stati. Tuttavia, nel campo della formazione continua, esistono anche accordi e obiettivi internazionali. Informazioni su come funziona questa cooperazione e quali risultati si possono ottenere si possono trovare in questo contributo.


Formazione per formatori con pubblico senior

L’invecchiamento della popolazione negli stati membri dell’UE è un problema sentito. Il progetto RESET ha realizzato un percorso di formazione per formatori che operano con i senior e ha creato strumenti formativi adatti a questo pubblico target.


Winter School a Würzburg – aperte le iscrizioni

Dal 3 al 14 febbraio 2020 si terrà a Würzburg (D) l’Accademia invernale per gli studi internazionali e comparativi nel campo della formazione degli adulti e dell'apprendimento lungo il corso della vita. Le iscrizioni sono aperte fino al 10 settembre.


Futuro digitale a metà prezzo

La digitalizzazione non ha paura delle altezze. Da tempo è un argomento di discussione nelle regioni montane svizzere. Sei mesi fa, l'Aiuto svizzero alla montagna e la Federazione svizzera per la formazione continua hanno lanciato un progetto per consentire alle economie delle regioni di montagna di sfruttare ulteriormente il progresso digitale. Due esempi dimostrano l’impatto che questo progetto sta avendo.


Matematica del quotidiano da una prospettiva internazionale - Retrospettiva dell’Adults Learning Mathematics Conference 2019

La conferenza annuale del Forum internazionale Adults Learning Mathematics (ALM) offre agli attori della ricerca e della formazione in tutti gli ambiti, l'opportunità di presentare, discutere e condividere i risultati delle loro ricerche e le loro esperienze. Martina Fleischli, responsabile di progetto della FSEA e autrice di questo testo, ha partecipato alla conferenza e riportando alcuni spunti di riflessione per coloro che Svizzera si occupano...


La Commissione del Consiglio degli Stati respinge ulteriori misure d'incitamento alla digitalizzazione

La Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura del Consiglio degli Stati (CSEC-S) a differenza del Consiglio nazionale respinge due mozioni che richiedono fondi supplementari per le sfide del cambiamento digitale. La FSEA invita il Consiglio degli Stati a correggere la sua decisione e a seguire il Consiglio nazionale. In linea di principio, il Parlamento deve garantire che il settore della formazione continua sia adeguatamente...


Barbara Fontanellaz è la nuova direttrice dell’Istituto universitario federale per la formazione professionale

La nuova direttrice dell’Istituto universitario federale per la formazione professionale (IUFFP) è la prof.ssa Barbara Fontanellaz. La FSEA è lieta della scelta del Consiglio federale e si congratula con la 51enne che entrerà in carica il 1 marzo 2020.


Concorso ENTERPRIZE

È stato pubblicato il bando di concorso per il premio ENTERPRIZE che premia tre progetti e personalità del settore della formazione e formazione continua in ambito professionale. Si tratta di progetti e personalità che, grazie al loro operato, rappresentano un esempio eccellente di spirito imprenditoriale nella formazione professionale.
Il termine per l’inoltro dei progetti nel quadro di ENTERPRIZE 2020 è il 30 novembre 2019. La documentazione...


"Matematica per le operazioni quotidiane"

In quale forma e in che misura le tecnologie digitali influenzano l'apprendimento della matematica degli adulti? Questa e altre domande saranno affrontate da esperti ed addetti ai lavori in occasione della 26a Adults Learning Mathematics Conference ALM26 alla quale parteciperà Martina Fleischli della FSEA.


Lo IUFFP come scuola universitaria

L’Istituto universitario federale per la formazione professionale (IUFFP) deve essere posizionato come scuola universitaria diventando così Scuola universitaria federale per la formazione professionale (SUFFP). La decisione è stata presa dal Consiglio federale al termine della consultazione sulla nuova base giuridica dello IUFFP. La vicinanza al mercato del lavoro e l’orientamento alla pratica della SUFFP andranno mantenuti. Il Consiglio federale...


Monitoraggio della partecipazione alla formazione continua e al mercato della formazione continua

La legge sulla formazione continua, entrata in vigore nel 2017, prevede il monitoraggio della partecipazione alla formazione continua e al mercato della formazione continua. L'obiettivo è quello di monitorare a lungo termine se lo sviluppo della situazione segue il suo corso come previsto, soprattutto per i gruppi in cui si sospettano disfunzioni nella partecipazione alla formazione continua. In occasione del “Dialogo della formazione continua...


Nuovo gruppo parlamentare posiziona la formazione continua come punto centrale della politica della formazione

Il gruppo parlamentare sulla formazione continua mira a dare maggior peso alle questioni relative alla formazione continua e a promuovere importanti decisioni politiche. Questo gruppo è composto da esponenti di vari partiti.


Un’offerta più ampia e completa per tutti

Nadia Bregoli è direttrice dei servizi centrali e delegata per la formazione continua della Scuola Universitaria della Svizzera italiana (SUPSI). Laureata in scienze politiche e relazioni inter­nazionali, vanta un’ampia esperienza nella consulenza manageriale per lo sviluppo strategico e aziendale.


La Confederazione crea condizioni quadro ed è ampiamente soddisfatta

In vista della giornata della politica della formazione della FSEA abbiamo chiesto ai nostri membri di formulare delle domande al consigliere federale Guy Parmelin. Purtroppo, nel corso dell’evento, non è stato possibile rispondere a tutte. Per questo motivo le abbiamo riassunte e le abbiamo proposte al Consigliere federale nel corso di un'intervista.


L’associazione delle università popolari riede il ritorno ai principi della ragione critica

Per il suo 75esimo compleanno l’Associazione delle Università popolari Svizzere non ha solo pubblicato un opuscolo sulla propria storia (versione bilingue francese e tedesco) dal titolo “educazione alla ragione”, ma ha anche firmato un manifesto con il quale illustra il tipo di formazione che persegue.

Questo è chiaro: il Manifesto è un chiaro rifiuto di un concetto di formazione continua dettato dall’efficienza economica dell’individuo....


La scarsa alfabetizzazione tocca il 12% degli adulti tedeschi

Più di sei milioni di persone in Germania hanno difficoltà nella lettura e nella scrittura. Questo è il risultato di un recente studio. Per Cäcilia Märki, responsabile del settore competenze di base della FSEA, anche in Svizzera occorre intervenire.


Modello F: apprendimento flessibile ora anche per il livello terziario

Con il label Modello F esiste in Svizzera un formato che mira a facilitare la formazione continua professionale o il ri-orientamento in funzione delle esigenze degli adulti. Il Label è stato esteso e ora comprende anche programmi flessibili di formazione continua a livello terziario.


I finanziamenti internazionali dovrebbero andare anche ai paesi promotori

La Legge federale sulla cooperazione e la mobilità internazionale in materia di formazione del 1999 è stata posta dal Consiglio federale in consultazione. La FSEA accoglie con favore il fatto che la formazione continua sia esplicitamente menzionata come un settore della formazione. Auspica tuttavia un'estensione degli scopi dell'articolo di legge.


Lezioni per il presente. Adriano Olivetti: un secolo troppo presto

Marco Peroni, storico e sceneggiatore, attraverso il suo racconto dell'esperienza di Olivetti ci illustra una realtà dove economia, senso del bello, cura e formazione vanno di pari passo e conducono alla realizzazione di prodotti ed esperienze eccezionali.


Certificati settoriali: un modello di successo per la formazione continua

Nell’ambito della formazione continua in Svizzera, i certificati settoriali sono, dopo i certificati interni, quelli rilasciati più frequentemente. Lo studio “Riconoscimento di certificati settoriali sul mercato del lavoro" RCM” si basa su cinque casi di studio molto diversi per esaminare i fattori alla base del successo di queste offerte fornendo delle indicazioni e dei suggerimenti per lo sviluppo di nuove proposte.


Paolo Ortelli eletto nuovo presidente della CFC

Nel corso dei lavori assembleari della Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti CFC del 23 maggio 2019 Meinrado Robbiani, presidente della CFC dal 2016, ha lasciato il suo incarico. Come suo successore, gli intervenuti hanno eletto all’unanimità Paolo Ortelli, direttore del centro di formazione professionale della Società svizzera impresari costruttori di Gordola.

 


Competenze di base per una formazione di successo

Nel canton Berna si sta svolgendo un progetto pilota pionieristico. L’OML Gesundheit Bern (Sanità Berna), in collaborazione con BFF Berna e il dipartimento di formazione continua e della formazione professionale superiore della Direzione dell’educazione del Canton Berna ha sviluppato una nuova offerta formativa che vuole dare agli adulti l'accesso alla formazione professionale e il diritto a una qualifica professionale come operatore sanitario....


Accesso agevolato alla formazione continua per i lavoratori anziani

Il Consiglio federale intende promuovere il potenziale della manodopera già presente nel nostro Paese. Tra le altre cose, vuole rafforzare la competitività dei lavoratori anziani. Spesso per i disoccupati di età superiore ai 50 anni è difficile trovare un nuovo lavoro.


Germania: diminuzione significativa delle persone con difficoltà nella lettura e nella scrittura

I risultati dello studio sulla formazione di base LEO 2018 sono stati presentati nel corso dell’annuale conferenza di AlphaDekade. Secondo lo studio, 6,2 milioni di persone in Germania hanno difficoltà nella lettura e nella scrittura. Si tratta di una diminuzione di oltre un milione rispetto al 2011. Come principali ragioni di questo sviluppo positivo i ricercatori citano i cambiamenti demografici e l'aumento del livello di formazione in...


Un nuovo gremio per la formazione continua in Romandia

Da oltre 15 anni la “Commission romande”, come organo della FSEA nella Svizzera occidentale, ha costruito una rete locale e ha organizzato svariati eventi. Questo con successo infatti, in Romandia ci sono ora sei reti regionali e tematiche che lavorano e funzionano in maniera autonoma.

Sulla base di questa evoluzione il ruolo della Commission è stato riesaminato e analizzato. Il risultato di questo processo ha portato alla creazione di un nuovo...


Confermato Matthias Aebischer come presidente della FSEA

In occasione dell'Assemblea dei delegati di quest'anno, il Consigliere nazionale PS Matthias Aebischer è stato confermato all'unanimità come presidente della FSEA. Il suo mandato terminerà nel 2022. Michael Kraft è stato eletto nuovo membro del comitato in rappresentanza della Società degli impiegati di commercio Svizzera.


Legge sulla formazione continua: dove la Confederazione pone l’accento

Guy Parmelin è intervenuto nel corso della Giornata della politica della formazione della Federazione svizzera per la formazione continua. Nonostante i numerosi elogi per la partecipazione alla formazione continua e per il mercato della formazione continua il Consigliere federale ritiene che ci siano ancora alcuni gruppi di persone da raggiungere.

 


MOOC EPALE sulle competenze di base

La European Basic Skills Network (EBSN) dell’Associazione mantello europea della formazione degli adulti (EPALE) organizza un primo corso online per decison maker, esperti e altri professionisti interessati alle politiche in ambito delle competenze di base e interessati all'attuazione delle raccomandazioni sui percorsi di riqualificazione (Upskilling Pathways).

Informazioni sul corso


Necessità urgente di migliorare la formazione degli adulti nei paesi OCSE

Molti paesi dell'OCSE devono migliorare urgentemente i loro sistemi di formazione per adulti di modo da aiutare le persone ad adattarsi al futuro mondo del lavoro. Questa è la conclusione di un recente studio dell'OCSE. A causa della mancanza di informazioni, la Svizzera è rappresentata in modo insufficiente in questo studio.


Gilets jaunes e giovani per il clima. L'economia civile come risposta?

"L'economia che vale. Imprenditorialità civile e mercato circolare. Una sfida per la formazione" questo il titolo del nuovo ciclo di incontri organizzato dalla Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti CFC in collaborazione con l’Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale IUFFP.


"Lo sviluppo della qualità è una parte dello sviluppo dell’organizzazione"

Dal 1° aprile Ueli Bürgi è il responsabile del segretariato eduQua e della garanzia e dello sviluppo della qualità. Uno dei suoi compiti principali è la revisione della norma del label di qualità. Abbiamo parlato con Ueli Bürgi della qualità, della revisione e del valore di un certificato.


Nuovo studio sulla digitalizzazione nella formazione continua

Ein Jahr nachdem die Weiterbildungsstudie 2017/2018 das Thema "Digitalisierung in der Weiterbildung" aus Sicht der Institutionen beleuchtet hat, wurden im Herbst 2018 auch die Ausbildenden zu diesem Thema befragt.


Promozione delle competenze di base: effetto moderato della LFCo

La legge sulla formazione continua LFCo non ha ancora dato l'auspicato impulso alla promozione delle competenze di base degli adulti nei cantoni. Ciò è dimostrato dal primo rapporto di monitoraggio della Comunità di interessi competenze di base CI. La necessità di agire rimane enorme.


Agenda Integrazione Svizzera entra in vigore

Il Consiglio federale ha fissato al 1° maggio 2019 la data di entrata in vigore dell'Agenda Integrazione Svizzera (comunicato stampa). La Confederazione e i Cantoni avevano già raggiunto un accordo sull’agenda comune in materia di integrazione nella primavera del 2018.

L'obiettivo dell'Agenda Integrazione Svizzera è di integrare rapidamente e in modo duraturo i rifugiati e le persone ammesse temporaneamente nel mercato del lavoro svizzero. A tal...


Il consigliere federale Parmelin prende posizione sulla politica della formazione

Guy Parmelin il 7 maggio parteciperà alla giornata della politica della formazione della FSEA. Il neo Consigliere federale si pronuncerà per la prima volta sulla politica della formazione continua.


Un IV pilastro per la formazione continua

Il consigliere nazionale Claude Béglé del Cantone di Vaud (PPD) ha chiesto al Consiglio federale di fornire informazioni sulla possibilità di creare un quarto pilastro a favore della formazione continua. Questo quarto pilastro sarebbe un conto alimentato da dipendenti e datori di lavoro, che potrebbe essere utilizzato nel corso della vita lavorativa di una persona per specifiche attività di formazione.

In questo modo, si vuole incentivare la...


Uso delle discipline artistiche per l’integrazione

Formatori e formatrici provenienti da Finlandia, Germania, Irlanda, Repubblica Ceca, Romania, Spagna e Svizzera si sono incontrati a fine marzo a Schwerin (Germania) per un corso internazionale sull’uso delle discipline artistiche per l’integrazione.


Rafforzamento della formazione continua per il prossimo periodo ERI

La formazione continua sarà rafforzata nel prossimo periodo del messaggio di educazione, ricerca e innovazione (ERI) 2021-2024. Questo il risultato dell’incontro ai vertici indetto da Guy Parmelin del 1° aprile 2019. Nel corso della seduta si sono concentrati sull’impostazione del Messaggio ERI. La FSEA, rappresentata dal suo presidente Matthias Aebischer, ha presenziato alla discussione in qualità di stakeholder.

Per la FSEA si sta andando...


Klett-Gruppe rileva Kalaidos Bildungsgruppe

Kalaidos Bildungsgruppe Schweiz sarà integrato dalla tedesca Klett-Gruppe. L’azienda annuncia che la strategia e l’orientamento resterà lo stesso.


Formazione dei genitori ch, nuovo presidente

Lo scorso 26 marzo i soci dell’Associazione mantello nazionale Formazione dei genitori CH hanno eletto all’unanimità il consigliere nazionale PS Daniel Frei come presidente. Frei, nel suo messaggio inaugurale, ha chiesto maggiore apprezzamento per le prestazioni dei genitori. Inoltre, ha detto che i genitori hanno bisogno di sostegno concreto e in linea con i bisogni quotidiani.
Sostiene pertanto un rafforzamento della formazione dei genitori,...


Zurigo e Svitto per la promozione delle competenze di base sul posto di lavoro

I cantoni di Svitto e Zurigo hanno creato dei punti di contatto per le aziende e gli enti di formazione che desiderano candidarsi con progetti nell'ambito del programma di promozione "Competenze di base sul posto di lavoro". Attraverso questi punti di contatto, gli esperti sono a disposizione per la consultazione al fine di sostenere il processo di candidatura.

Il Cantone di Svitto investe inoltre fondi supplementari, ai quali gli operatori...


Daniel Friederich lascia la direzione di aeB Schweiz

Cambiamento ai vertici dell’Akademie für Erwachsenenbildung, aeB Schweiz. Daniel Friederich cede la direzione a Monika Manhart, questo quanto comunicato da aeB in una nota.

Per quanto riguarda le ragioni del cambiamento si afferma che le idee sullo sviluppo futuro dell'aeB erano molto divergenti tra il comitato e Daniel Friedrich. Daniel Friederich e il comitato si sono quindi trovati d'accordo su una separazione. (RS)


Stato dell'arte del progetto VAL.oR

Il progetto VAL.oR è iniziato con un processo di ricerca dettagliato grazie al quale i partner hanno potuto scoprire le abilità e le conoscenze tacite presenti nelle comunità locali e per individuare i fabbisogni di competenze e professionalità. Sulla base dei risultati emersi dalla ricerca, i partner di progetto hanno collaborato alla progettazione dei principali materiali didattici che saranno utilizzati per supportare le comunità locali nella...


Si è spenta Ruth Jermann

Ruth Jermann, già direttrice aggiunta della FSEA e capo progetto del Festival della formazione si è spenta dopo malattia il 17 marzo.


La SEFRI lancia la Newsletter e il sito web per la formazione professionale 2030

Il progetto “formazione professionale 2030” è sostenuto da due nuove pagine web. La SEFRI ha inoltre lanciato una nuova newsletter.


Nuova segretaria generale di Inserimento Svizzera

Il comitato nazionale dell’associazione mantello per l’integrazione sociale e lavorativa, Inserimento Svizzera, ha comunicato che Salomé Steinle, segretaria generale lascerà alla fine di marzo 2019. Il comitato, nella sua seduta del 27 febbraio 2019 ha nominato al suo posto Fatos Bag che attualmente lavora come consulente e mediatrice per la fondazione "Diaconis" nel dipartimento "integra", dove supporta i partecipanti nella loro integrazione...


Il mito delle «protesi» tecnologiche

Oggi ci troviamo di fronte ad un’idea di conoscenza «accessibile», costantemente a disposizione di tutti e ovunque: «Senza barriere, gestibile, pluralista, economica» sono tutti aggettivi con connotazioni positive. Purtroppo, questo nuovo paradigma si basa su alcune fraintendimenti ingenui.


Austria: un’associazione e un quadro di riferimento per le competenze digitali

In Austria le aziende, le istituzioni e le organizzazioni hanno dato vita all’associazione «fit4internet» che s’impegna ad accrescere le competenze digitali del Paese sostenendo le offerte formative che permettono di affrontare autonomamente le situazioni quotidiane che implicano l’uso del digitale.
Degli esempi di queste offerte sono ad esempio “Patente per l’uso degli smartphones” o l’offerta “Caffè digitale” per gli over 60.


L'associazione...


Erasmus+ mobilità anche per gli adulti in formazione

Il fatto che gli studenti dei paesi dell'UE possano fare delle mobilità nel quadro di Erasmus+ non è una novità. In futuro, tuttavia, il programma potrebbe anche promuovere la mobilità dei discenti adulti. Questo è quanto richiesto dall’European Association for the education of adult EAEA. La preoccupazione sembra aver ricevuto una risposta positiva da parte della commissione per la cultura e la formazione che ne ha fatto richiesta al Parlamento...


EAEA annuncia il Grundtvig Award 2019

Ogni anno l’European Association for the education of adult EAEA assegna il Grundtvig Award. Il concorso premia l'innovazione e l'eccellenza nella formazione degli adulti. Quest'anno, il premio viene assegnato a progetti che si sforzano di promuovere le cosiddette "competenze per la vita" (Live Skills).

L'obiettivo è quello di promuovere una combinazione di molteplici competenze che consentono agli adulti di diventare discenti per tutta la vita...


Potenziale di formazione continua delle scuole universitarie: raccomandazioni del consiglio scientifico tedesco

Secondo il consiglio scientifico tedesco, la formazione continua delle scuole universitarie non ha ancora esaurito il suo potenziale. Come scrive il Consiglio nelle sue "Raccomandazioni sulla formazione continua nelle scuole universitarie come parte dell'apprendimento lungo tutto il corso della vita", le scuole universitarie offrirebbero un numero di gran lunga maggiore di corsi che possono essere definiti come formazione continua rispetto al...


Il Principato del Liechtenstein lancia i buoni di formazione

Il Principato del Liechtenstein sta conducendo un progetto pilota per un sistema di buoni di formazione, l’azione durerà fino a dicembre e il valore di un buono è di 500.-


EAEA: un manifesto sottolinea l’importanza della formazione degli adulti

L’associazione europea per la formazione degli adulti (Europaen Association for the Education of Adults, EAEA), in vista delle elezioni europee, ha rivisto il suo manifesto. L'enfasi sul ruolo della formazione degli adulti nel contesto della cittadinanza attiva e della democrazia può essere letta anche sullo sfondo dei recenti movimenti critici della democrazia; in diversi paesi europei i regimi si sono affermati con tratti chiaramente...


Rilasciati 131 nuovi Attestati professionali federale di formatore/trice di adulti

A fine gennaio 2019 131 candidati hanno ottenuto con successo il titolo di formatore/trice di adulti. Questo il risultato della prima di quattro verifiche centrali che si terranno nel corso dell’anno. In totale sono stati valutati 145 dossier di qualificazione per un totale di 145 candidati, 14 dossier dovranno essere riesaminati. Per gli altri la SEFRI ha confermato il rilascio del titolo.

Lo scorso anno sono stati rilasciati 475 Attestati...


Cosa vogliono le PMI dalla formazione continua

La "Zürcher Wirtschaft" ha riportato in un articolo la giornata delle PMI della FSEA e dell’Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM). Risultato: PMI ed enti di formazione continua non sempre parlano la stessa lingua.


Rapporto OCSE: formazione degli adulti per far fronte alle mutazioni del mondo del lavoro

Ogni anno solo due adulti su cinque seguono una formazione. Gli adulti più svantaggiati sono quelli che hanno meno probabilità di formarsi: gli adulti poco qualificati hanno tre volte meno probabilità di partecipare alla formazione rispetto agli adulti altamente qualificati. Vi sono altri gruppi svantaggiati come ad esempio: gli anziani, i lavoratori a basso salario, i lavoratori temporanei e i disoccupati.


Rafforzamento della formazione (continua) civica

La democrazia deve essere imparata, questo concetto è riconosciuto dalla maggior parte delle Commissioni della scienza, dell'educazione e della cultura CSEC che ad inizio febbraio ha accettato con 14 voti favorevoli e 11 contrari l’iniziativa parlamentare di Nadine Masshardt (PS, Berna) che chiede che la Confederazione continui a promuovere la formazione civica degli studenti delle scuole professionali.

Come scrive la Commissione in un...


La formazione professionale superiore si fonda sugli istituti di formazione continua

Più del 90% delle persone che ottengono un Attestato professionale federale o un Diploma federale ha seguito dei corsi preparatori. Questi dati sono stati raccolti per la prima volta in un’indagine dell’Ufficio federale di statistica. Il rapporto risponde anche alla domanda riguardo al perché viene scelto un determinato ente di formazione invece di altri.


Il Consiglio federale approva il rapporto sull’evoluzione demografica e sulla formazione

Durante la seduta del 30 gennaio 2019 il Consiglio federale ha approvato il rapporto relativo alle ripercussioni dell’evoluzione demografica per il settore della formazione. Il documento fornisce cifre chiave in merito alla probabile evoluzione della popolazione svizzera in termini di formazione nei prossimi vent’anni e le mette a confronto con la domanda sul mercato del lavoro. Il rapporto sottolinea inoltre l’importanza della migrazione per...


Caritas Svizzera promuove una formazione continua obbligatoria

Caritas si concentra sulle conseguenze della digitalizzazione nell’edizione di quest’anno del suo Almanacco sociale. In particolare, evidenzia come lo sviluppo della digitalizzazione non riduce i problemi delle persone con poche competenze di base ma li aggrava.

Nel corso del programma radiofonico «Rendez-vous» della Radio SRF Bettina Fredrich responsabile delle questioni di politica sociale di Caritas Svizzera promuove l’obbligo generale di...


Travail.Suisse si chiede se non occorrano delle nuove regole per il finanziamento della formazione professionale

Travail.Suisse incoraggia a riflettere sulle regole di finanziamento della formazione professionale. Il motivo è riconducibile alla crescente importanza della formazione continua professionale. Attualmente, a differenza della formazione di base, quest’ultima non è co-finanziata con un importo forfettario dalla Confederazione.
Nella formazione professionale di base i cantoni ricevono un contribuito forfettario per apprendista da parte della...


Le banche hanno avviato una campagna di sensibilizzazione per testare le competenze di base

L’associazione dei datori di lavoro del settore bancario svizzero intende rafforzare l'occupabilità degli impiegati delle banche nei prossimi anni. Quest'anno, in collaborazione con le parti sociali, la Società degli impiegati di commercio e l'Associazione svizzera degli impiegati di banca, lancia quindi una campagna di sensibilizzazione. L'obiettivo è quello di testare le competenze necessarie ai dipendenti della banca.

Datori e impiegati...


I beneficiari degli aiuti sociali vogliono migliorarsi

I beneficiari degli aiuti sociali sono motivati a lavorare, questo quanto evidenziato da Raphael Golta responsabile dei servizi sociali di Zurigo, che allo stesso tempo avverte il pericolo di una riduzione per il forfait di mantenimento. Un recente studio della COSAS fornisce i dati.


La strada del successo del programma di promozione delle competenze di base sul posto di lavoro

Il ticinese Luca Mauriello insegna le “Competenze di base sul posto di lavoro” presso otto aziende in Ticino. Nell’ambito del programma di promozione delle competenze di base la SEFRI finanzia circa 19'000 ore di lezione per il miglioramento delle competenze di base nell’ambito delle TIC. Nei tre video che seguono Mauriello spiega come offre con successo corsi nelle aziende.


Guy Parmelin è il nuovo ministro della formazione (continua)

Guy Parmelin (UDC) è il nuovo ministro della formazione pertanto è anche responsabile della formazione continua. La FSEA è contenta di poter lavorare con lui.


Il parlamento impedisce i tagli nell’ambito della formazione continua

Nel dibattito sul preventivo 2019, il Parlamento ha respinto la proposta del Consiglio federale di ridurre di quasi 200'000 franchi il contributo nell’ambito della formazione continua. Il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati inviano così un segnale positivo per il dibattito in merito al messaggio ERI 2021-2024.


Il paese ha veramente bisogno di talenti ad alto livello?

La Svizzera ha bisogno di talenti di alto livello per stare al passo con gli altri Paesi nella transizione digitale, così dice Nicolas Bürer direttore di digitalswitzerland. Ma chi è un talento di alto livello?


Movetia: candidature aperte

Movetia lancia due Call: una per il Programma svizzero per Erasmus+, che permette a organizzazioni e istituti di tutti i livelli di formazione di richiedere sovvenzioni per finanziare progetti di formazione in Europa, e l’altra per il Programma pilota internazionale con cui Movetia finanzia progetti extraeuropei.

Maggiori informazioni


Qualità prima dei costi

I contratti per i contributi alla formazione continua sono generalmente aggiudicati dal settore pubblico nell'ambito di procedure di richieste di finanziamenti. La concezione di queste procedure è problematica sotto diversi aspetti.


Criteri di trasparenza per i descrittivi dei corsi

Chi è intenzionato a seguire un corso deve poterlo mettere a confronto con altri, ma questo non è sempre facile. La FSEA ha pertanto elaborato una lista di criteri per descrivere in modo trasparente i corsi.


Il potenziale dei fondi per la formazione continua non è ancora esaurito

I fondi settoriali per la formazione continua sono considerati le misure più promettenti per promuovere la formazione continua a livello federale. Come osserva il Consiglio federale, i presupposti per la creazione di un tale sistema sono già presenti.


900'000 impiegati senza formazione continua, una bomba a orologeria

La digitalizzazione sta cambiando rapidamente il mondo del lavoro. Questo crea anche un forte bisogno di formazione continua. Tuttavia, questo gruppo di adulti economicamente importante, che esercita un'attività lucrativa, non è attivo nella formazione continua.


Digitalizzazione e competenze - un'indagine dal punto di vista del soggetto

Susanne Umbach, Universität Hamburg, Erik Haberzeth, Pädagogische Hochschule Zürich, EP 4/2018

Il progetto di ricerca "Competenza 4.0", condotto dai due professori di Formazione degli Adulti e Formazione Continua dell'Università di Amburgo e dell'Alta Scuola Pedagogica di Zurigo[1], affronta il tema, oggi quanto mai urgente, di come le modalità di lavoro vadano cambiando sulla spinta della crescente digitalizzazione e di quale significato tali...


BRAMIR: integrazione dei migranti attraverso i volontari

Il successo dell'integrazione dei migranti rimane una sfida per la Svizzera. Anche la società civile lo ha riconosciuto e molte persone contribuiscono a questo obiettivo su base volontaria. Un gruppo di questi volontari è costituito da svizzeri in pensione che vogliono dedicare la loro esperienza e il loro tempo a questo scopo. Tuttavia, in questo modo raggiungono spesso i limiti delle loro competenze o risorse.

La FSEA sta lavorando su questo...


L’integrazione attraverso la creazione di imprese

Membri di Capacity

L’incubatore di startup Capacity supporta i migranti nella creazione di imprese in Svizzera. Lo scopo è anche quello di promuovere l’integrazione degli immigrati.


Esempio di formazione continua sul posto di lavoro: Maxon Motor nel canton Obvaldo

La digitalizzazione, l'automazione e i nuovi processi organizzativi stanno portando ad un aumento della domanda di personale nella produzione. Per far fronte a queste sfide, la Maxon Motor di Sachseln, nel Canton Obvaldo, sostiene i propri collaboratori con corsi di lingua orientati al lavoro.

Il corso si svolge nell'ambito del programma federale "Promozione delle competenze di base sul posto di lavoro". Il successo dei corsi pilota del

progett...

Discipline artistiche nella formazione degli adulti: un corso pilota

Dal 15 al 18 ottobre si è tenuto a Pitesti (Romania) il terzo meeting transnazionale dei partner del progetto Art4Inc - Using Artistic Disciplines for Educational and Social Inclusion. Durante il meeting è stata presentata e discussa la prima bozza del percorso di formazione per formatori che vogliono utilizzare discipline artistiche come il teatro, la musica e “story telling” nelle loro attività formative.


Un corso di formazione per preparare i "social researcher"

Dopo un anno di lavoro, nel corso del terzo meeting transnazionale del progetto RESET svoltosi in Polonia a Rzeszow dal 7 al 9 ottobre 2018, il partenariato ha approvato la struttura e i contenuti del programma di formazione che permetterà di dare le competenze necessarie a formatori d’adulti e coach per preparare i potenziali “social researcher” a svolgere la loro funzione di facilitatori a sostegno di lavoratori anziani che si trovano in una...


Iniziativa per la formazione continua nelle regioni di montagna

Le imprese che si trovano nelle regioni di montagna in Svizzera hanno difficoltà di accesso alla formazione continua. Per promuovere le attività di formazione continua, in particolare nell’ambito del digitale, Aiuto svizzero alla montagna ha deciso di investire 500'000 franchi nell'arco di un anno. La FSEA fornisce l'infrastruttura per la prenotazione e il pagamento dei corsi.


Iniziativa per la formazione continua nelle regioni di montagna

Le imprese che si trovano nelle regioni di montagna in Svizzera hanno difficoltà di accesso alla formazione continua. Per promuovere le attività di formazione continua, in particolare nell’ambito del digitale, Aiuto svizzero alla montagna ha deciso di investire 500'000 franchi nell'arco di un anno. La FSEA fornisce l'infrastruttura per la prenotazione e il pagamento dei corsi.


Digitalizzazione nella formazione continua: il parere dei formatori e delle formatrici

I formatori e le formatrici voglio di più rispetto a twittare e condividere. Secondo un sondaggio attuale svolto tra coloro che dal 2009 hanno conseguito l’Attestato professionale federale di formatore/trice di adulti, risulta che la gran parte d’essi è interessata anche allo sviluppo delle offerte digitali e delle competenze di programmazione.


La trasformazione digitale richiede un maggiore impegno nella formazione continua

In un recente studio sulla digitalizzazione in Svizzera, McKinsey prevede uno sconvolgimento massiccio del mercato del lavoro. Fino a 1,2 milioni di posti di lavoro potrebbero andare persi, fino a 1 milione di nuovi posti di lavoro creati. Ma i nuovi lavori richiederanno competenze diverse da quelle esistenti. È qui che è richiesta una formazione continua.


La crisi del lavoro è anche la crisi delle rappresentazioni

La Fabrique de l'Industrie in Francia offre un punto di vista interessante sulla crisi del lavoro. Tre milioni di disoccupati ma molti posti non sono occupati a causa della mancanza di personale qualificato, settori industriali abbandonati in favore di settori accademici che sono oramai sovraccarichi e che non consentono un adeguato assorbimento sul mercato del lavoro. Tutti questi elementi sono descritti nell’ultima pubblicazione dal titolo...


Apprendimento interculturale nei quartieri

La situazione abitativa dei migranti può influenzare significativamente la loro integrazione. Il principio è ovvio: a casa, il contatto con i vicini è inevitabile, sia nelle discussioni sui turni di lavaggio che nel prendere in prestito un cavatappi. Lo spazio vitale è un luogo in cui può esserci apprendimento quotidiano tra pari. Affinché ciò possa avere successo in culture diverse, tuttavia, occorre tenere conto di una serie di fattori.  

Il...


Formazione continua per coloro che operano nella formazione continua: PR e comunicazione con i media

I temi riguardanti la formazione sono molto apprezzati dai giornalisti. Ma purtroppo trovano poco spazio sui media pubblici. Questo è anche dovuto al fatto che i formatori nella formazione continua hanno deficit nel campo del giornalismo e delle pubbliche relazioni. Un progetto europeo vuole porre rimedio a questa situazione.

Nell’ambito del progetto Let Europe Know about Adult Education tra il 2015 e il 2018 sono stati sviluppati diversi...


Priorità di ricerca «formazione, apprendimento e svolta digitale»

Il Consiglio federale intende raccogliere informazioni sulle opportunità e sui rischi della digitalizzazione per la società e l'economia. A tal fine ha lanciato un nuovo programma nazionale di ricerca sul tema "svolta digitale".

La ricerca si concentra sui seguenti punti: «formazione, apprendimento e svolta digitale», «etica, fiducia e governance» nonché «economia digitale e mercato del lavoro».

Il modulo “formazione, apprendimento e svolta...


Campagna di sensibilizzazione per la promozione delle qualifiche professionali degli adulti

Anche gli adulti possono ottenere un Attestato federale di capacità (AFC) o un Certificato federale di formazione pratica (CFP). Per la promozione di questi percorsi la Segreteria di stato per la ricerca, l’educazione e l’innovazione adotta un sito web sul quale è possibile leggere storie formative di successo. Tali racconti dimostrano che vale la pena completare la formazione professionale di base sia per i singoli individui che per i datori di...


Microcensimento: al centro i modelli di partecipazione e l’apprendimento informale

Nel secondo rapporto sul “Microcensimento della formazione di base e continua” del 2016 l'Ufficio federale di statistica fornisce dettagli sulla partecipazione della popolazione svizzera alla formazione continua e sulla formazione informale. Ciò dimostra che, sebbene l'apprendimento informale sia in leggero calo, può anche offrire opportunità a determinati gruppi.


Offensiva formazione continua: ricerca di partner per l'implementazione

Im Januar kündigten die Schweizerische Konferenz für Sozialhilfe (SKOS) und der SVEB eine gemeinsame Weiterbildungsoffensive für Menschen in der Sozialhilfe an. Mit Unterstützung der Paul Schiller Stiftung bereiten die beiden Partner nun ein Programm zur Umsetzung vor. 14 Städte und Gemeinden sollen beim Aufbau von Förderstrukturen unterstützt und begleitet werden.


Come viene promosso l’apprendimento sul posto di lavoro in Europa

La formazione continua sul posto di lavoro non è un problema solo in Svizzera. Anche per i paesi dell'UE la qualificazione dei dipendenti è una questione prioritaria e il posto di lavoro è un luogo di apprendimento centrale. Ogni paese dell'UE è responsabile del proprio sistema di formazione di base e continua. Tuttavia, a livello UE, il quadro strategico "istruzione e formazione 2020" ha fissato obiettivi e controlla i programmi nazionali. Negli...


Formazione continua come terreno per la lotta contro la povertà

La formazione continua è un elemento centrale per la lotta alla povertà ecco perché è ancora un ambito d’azione del programma di lotta alla povertà per il periodo 2019-2024. Affinché l'impatto della formazione continua sia efficace, sono necessari progetti innovativi.


Fattori di successo dei label di qualità

A fine agosto si è tenuta la seconda giornata nazionale sulla qualità. Il focus della giornata era come sfruttare al meglio il potenziale del sistema di gestione della qualità. A rispondere a questa domanda, tra gli altri oratori, l'esperta di comunicazione Gaby Neyer.


Caritas incoraggia la formazione continua

Caritas vuole combattere la povertà tra le altre cose anche con la formazione continua, segue così l’offensiva per la formazione continua di CSIAS e FSEA.


Il sistema FFA diventa digitale

Se vogliamo che la formazione continua sfrutti le possibilità offerte dal digitale, dobbiamo disporre delle corrispondenti competenze. Per il sistema della formazione dei formatori si tratta di un compito ineludibile. Con l'introduzione di formati di apprendimento online, un nuovo modulo di formazione continua e l'imminente revisione generale sono già diversi gli sviluppi che hanno preso il via in questo senso.


Ricerca internazionale sulle possibilità di validazione delle competenze nell'ambito dell'organizzazione di eventi

Nell'ambito del progetto europeo VAL.or -Tacit knowledge emerging for sustainable valorisation of the communities- che vuole realizzare un percorso formativo per rafforzare le capacità di gestione di senior e giovani adulti impegnati nell'organizzazione e gestione di eventi culturali è stata condotta una ricerca sulle possibilità e le modalità di validazione delle competenze acquisite e sulla disponibilità di formazioni nell'ambito...


Il credito del messaggio ERI aumenterà del 2% nel 2019

Il Consiglio federale prevede che i crediti previsti dal messaggio ERI aumenteranno in media di poco meno del due per cento a partire dal 2019. Questo in risposta alle diverse mozioni che chiedevano l'attuazione piena e incondizionata delle decisioni finanziarie adottate con il messaggio ERI 2017-2020.

Gli autori delle proposte hanno fatto riferimento alla situazione finanziaria della Confederazione che non giustifica tagli, infatti nel 2017 ha...


Agire bene e parlarne

Per poter beneficiare il più possibile del proprio Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) gli enti di formazione hanno bisogno di modelli che possono essere integrati in maniera ottimale nella propria organizzazione. I SGQ rappresentano linee guida preziose per lo sviluppo e la garanzia della qualità, ma il marchio da solo non è sufficiente. Occorre ci sia una comprensione trasversale della qualità, un linguaggio comune e obiettivi di qualità...


Movetia vuole aumentare gli scambi europei nel settore della formazione continua

L’agenzia svizzera per gli scambi e la mobilità Movetia nel 2018 sosterrà quasi 11'000 soggiorni di formazione in Europa. Si tratta di un aumento del 5% rispetto allo scorso anno corrispondente a un aumento di 2 milioni del budget. I soggiorni di formazione sono sovvenzionati nel quadro del programma svizzero Erasmus+.

Il fatto che la denominazione "Erasmus" sia di solito associata a programmi di scambio a livello terziario è attualmente...


Grundtvig Awards 2018: cooperazione nella formazione continua

I Grundtvig Awards di EAEA di quest’anno si sono concentrati su cooperazioni e partenariati. Il premio, che viene conferito dal 2003 per gli eccellenti risultati ottenuti nel campo della formazione degli adulti, è quindi un segno dell'importanza della cooperazione nazionale e internazionale.

I progetti possono essere presentati nelle tre categorie "nazionale", "europeo" o "internazionale" a seconda della portata geografica della cooperazione. I...


Martina Hirayama nuova Segretaria di Stato della SEFRI

Il 4 luglio il Consiglio federale ha nominato Martina Hirayama a capo della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI). La nuova Segretaria di Stato entrerà in carica il 1° gennaio 2019 subentrando a Mauro Dell’Ambrogio.

Dopo la laurea in chimica e un post-diploma in gestione aziendale la signora Hirayama ha ottenuto il titolo di professoressa ZFH presso la Zürcher Hochschule Winterthur. Dal 2011 ricopre inoltre...


Iniziativa sul personale qualificato trasferita nella politica ordinaria

L’iniziativa sul personale qualificato dal 2019 sarà politica ordinaria. Questo quanto deciso dal Consiglio federale il 27 giugno 2018. L’iniziativa sul personale qualificato è stata lanciata nel 2011 per fare in modo che l’importante tematica del personale qualificato si affermasse come compito politico e per dare impulsi alla ricerca di possibili soluzioni.

Il Consiglio federale scrive che le 44 misure hanno avuto successo. Secondo il...


Formazione professionale superiore: la SEFRI traccia un bilancio positive dopo il cambio di paradigma

Dall’inizio del 2018 la Confederazione sostiene coloro che frequentano i corsi di preparazione agli esami federali. Un primo bilancio del nuovo sistema mostra che la misura di promozione introdotta per rafforzare la formazione professionale superiore sta avendo successo, questo quanto riportato dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione nella SEFRI News di giugno. Alla fine del maggio 2018 erano arrivate 500...


Rapporto sul sistema educativo svizzero 2018: le persone scarsamente qualificate non ricevono la formazione continua adeguata

La formazione continua non livella le differenze di formazione, al contrario, il divario tra persone ben qualificate e persone poco qualificate si sta addirittura allargando. Questo è il risultato del "Rapporto sul sistema educativo svizzero 2018" appena pubblicato.


Richiesti 40 milioni per l’offensiva di formazione continua

Nella mozione presentata giovedì 14 giugno 2018 il Consigliere Nazionale Kurt Fluri (PLR, SO) ha chiesto un credito sostanziale per la formazione di base e continua dei beneficiari degli aiuti sociali. Fa riferimento all’offensiva per la formazione continua lanciata da FSEA e la Conferenza svizzera delle istituzioni dell’associazione sociale (COSAS).


Formazione di base e continua: “non è compito dell’Assicurazione contro la disoccupazione”

L’Assicurazione contro la disoccupazione (AD) mira a garantire il rapido reinserimento nel mercato del lavoro delle persone in cerca di occupazione. La formazione di base e continua non hanno un ruolo centrale come si evince dal rapporto del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca.


L’orientamento professionale e di carriera assume sempre più importanza anche per gli adulti

Nel suo rapporto sull’orientamento professionale, formativo e di carriera Andreas Hirschi, psicologo del lavoro e delle organizzazioni, parla di un orientamento lungo tutto il corso della vita. Nel rapporto si prevede una rilevanza sempre maggiore dell’orientamento professionale, formativo e di carriera nel sistema.


Educazione degli adulti e democrazia: una tradizione trascurata?

Non esiste solo un legame storico tra democrazia ed educazione degli adulti. Essa può svolgere anche un ruolo nel presente, nell’ottica di promuovere la democratizzazione della società.


La formazione degli adulti resta marginale negli Erasmus+

Erasmus+ il programma di finanziamento più importante dell’UE. Anche la formazione degli adulti è contemplata in questo programma, anche se ha un ruolo marginale nel prossimo periodo di finanziamento.
Per il periodo 2021 – 2027 la Commissione europea intende raddoppiare il budget totale portandolo a 30 miliardi di euro. Tuttavia come per l’ultima volta solo il 3,9% del budget è stato dedicato alla formazione degli adulti che tradotto in cifre si...


Premio UNSECO: scadenze per la presentazione delle candidature

Dal 1967 il Premio internazionale d’alfabetizzazione dell’UNESCO ricompensa l’eccellenza e l’innovazione nell’ambito dell’alfabetizzazione. Sono stati riconosciuti più di 485 progetti e programmi condotti da governi, da organizzazioni non governative e individui dal mondo intero.

Il 5 giugno scade termine entro il quale è possibile inoltrare le candidature per il premio. Possono candidarsi persone, istituzioni, organizzazioni che si occupano...


Aumenta la gestione della qualità in Germania

Circa l’80% degli enti di formazione continua in Germania ha utilizzato un sistema di gestione della qualità (SGQ) nel 2017 e ben oltre la metà ha affermato che l’uso del sistema ha migliorato la qualità delle strutture e dei processi organizzativi come pure la qualità delle offerte.

Questo mostrano i risultati dell’indagine wbmonitor 2017 del Bundesinstituts für Berufsbildung (BIBB) e del Deutschen Instituts für Erwachsenenbildung –...


Informazioni sul regolamento europeo sulla protezione dei dati

Venerdì 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati (GDPR). Anche se in Svizzera è ancora in corso l'elaborazione di una legge in materia, molte aziende svizzere sono già direttamente interessate dal GDPR, compresi gli enti di formazione continua.


Formazione continua orientata al lavoro per tutti – la strada è ancora lunga

Tavola rotonda

La formazione professionale deve diventare adulta. Questo è il messaggio principale della Giornata della politica della formazione della FSEA di quest’anno. La discussione della tavola rotonda ha però indicato che vi è ancora molta strada da fare.


Rafforzamento della formazione continua per i rifugiati

Il Consiglio federale e i cantoni hanno concordato “Agenda Integrazione”. La formazione continua in questo ambito gioca un ruolo centrale.


Prosecuzione del programma di prevenzione della povertà

In Svizzera attualmente il 7,5 per cento della popolazione residente permanente – vale a dire 615 000 persone, di cui 108 000 bambini – vive in situazione di povertà. Al fine di migliorare le misure di prevenzione della povertà in Svizzera, nel corso degli ultimi cinque anni la Confederazione ha attuato, insieme con i Cantoni, le Città, i Comuni e varie organizzazioni non governative, il Programma nazionale di prevenzione e lotta contro la...


La formazione continua come vantaggio competitivo

Nel numero di "Zürcher Wirtschaft" dell’Associazione delle PMI e del commercio del Canton Zurigo si ci concentra sulla formazione continua dal punto di vista economico. Bernhard Grämiger racconta nell’intervista come la formazione continua per le PMI sia un vantaggio competitivo.


Rafforzare le competenze di base nelle TIC dei lavoratori sopra i 45 anni

Il Consiglio federale dovrebbe lanciare un’offensiva di formazione continua per il rafforzamento delle competenze di base nelle TIC per i lavoratori sopra i 45 anni. Questo quanto richiesto dalla Consigliera nazionale argoviese dei verdi Irène Kälin. Quest’offensiva per la formazione continua dovrebbe essere condotta in collaborazione con partner cantonali e del settore. A tal fine, almeno 100 milioni di franchi dovrebbero essere investiti in...


Formazione continua formale nel terziario anche per gli adulti

Anche gli adulti dovrebbero avere accesso alla formazione continua nel corso di tutta la vita lavorativa. Martina Munz, Consigliera nazionale del PS a Sciaffusa, intende pertanto incaricare il Consiglio federale di adottare misure volte a garantire la formazione continua formale nel settore terziario anche per le persone più anziane e con più esperienza.

A sostegno della sua mozione Munz scrive che per le persone anziane e con molta esperienza...


La Svizzera parteciperà allo studio PIAAC

La Svizzera potrà partecipare al prossimo Program for the International Assessment of Adult Competencies (PIAAC) dell’OECD. Questo quanto annunciato dalla Segreteria di stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI).


Progetto FinALE: uno sguardo sul finanziamento della formazione degli adulti

La formazione non formale degli adulti porta senza dubbio alcuno a miglioramenti individuali e sociali. Tuttavia le spese pubbliche consacrate alla formazione degli adulti sono molto modeste. Il progetto FinALE ha voluto esaminare i meccanismi di finanziamento.


Migliorare le competenze di base sul posto di lavoro - Vantaggi e opportunità per le aziende

L’8 novembre 2017 il Consiglio Federale ha deciso di finanziare un programma per la promozione delle competenze di base sul posto di lavoro. Per questo programma sono stati stanziati 13 milioni di franchi per il periodo 2018-2020.
Il segretariato FSEA di lingua italiana ha organizzato per giovedì 19 aprile un seminario per informare sulle modalità di applicazione e di finanziamento del programma e mettere in contatto le associazioni di categoria,...


Formazione continua sul posto di lavoro, l’esempio di Mikron

La Mikron di Agno ha organizzato un corso di formazione continua per i suoi dipendenti seguendo il modello GO.


Politica di formazione continua internazionale – un dare e prendere

Il 5 aprile si terrà a Zurigo un evento sulla politica di formazione continua internazionale. Il direttore della FSEA Bernhard Grämiger parla dei motivi per cui la Svizzera lavora all’interno di reti internazionali.


Formazione professionale anche per le persone portatrici di handicap

La formazione professionale dovrebbe essere aperta anche alle persone con disabilità. Il Consiglio federale lo sottolinea nella sua risposta all'interpellanza di Christine Häsler del Partito dei Verdi. Non ha menzionato le opportunità, i diritti e i bisogni delle persone con disabilità nella Visione per la formazione professionale e negli orientamenti strategici per il 2030 come pure nel rapporto che le accompagna.

Nella sua risposta il...


Bando per le candidature al premio EAEA Grundtvig 2018

 L'Associazione europea per la formazione degli adulti (EAEA) organizza ogni anno dei premi Grundtvig. Il bando 2018 è stato pubblicato, il trema del concorso di quest’anno è la cooperazione e il partenariato. Si tratta anche di un tema che riguarda il lavoro di EAEA di quest’anno.


Al bado


Un’App contro i debiti

Lo shopping online è un gioco da ragazzi. Ma anche per il risparmio i canali digitali possono aiutare. Martin Abele, capo del dipartimento di consulenza in materia di debiti di Caritas Svizzera spiega l’importanza dell’App «Caritas My Money».


Corso online gratuito per formatori

A fine febbraio si è svolta a Dorgheda (Irlanda) la conferenza finale del progetto europeo DiDO al quale partecipa anche la FSEA. Nel corso dell'evento, che ha visto la partecipazione di rappresentanti provenienti da Austria, Irlanda, Italia, Romania, Slovenia, oltre che dalla Svizzera, è stata presentata la formazione concepita nel corso dei due anni di progetto. L'occasione ha permesso anche lo scambio di pratiche svolte nei vari paesi. Sul...


Nuova direttrice per Inserimento Svizzera

Salomé Steinle è stata eletta quale nuove direttrice per Inserimento Svizzera. Questo quanto recentemente comunicato dal Consiglio esecutivo. Attualmente Salomé Steinle è aggiunta alla direzione della sezione e associata di ricerca della Sezione prevenzione nell'ambito delle cure dell’Ufficio federale di sanità pubblica.

Insertion suisse scrive che come capo progetto esperta ed esperta in prevenzione sanità pubblica e sicurezza sociale, conosce...


Swissmem lancia un modello di riconversione professionale

A causa della rapida evoluzione della tecnologia alcune professioni e dei campi di attività scompaiono. Con un nuovo modello, l’Associazione dell’industria metalmeccanica ed elettrica (MEM) svizzera e dei settori affini orientati alla tecnologia, vuole facilitare e rendere più efficace la riconversione professionale degli adulti.


Adottato il programma “formazione professionale 2030”

Am 29. Januar 2018 hat die Steuergruppe das verbundpartnerschaftlich erarbeitete Leitbild Berufsbildung 2030 und ein Programm mit Stossrichtungen einstimmig verabschiedet. Das Leitbild und das darauf basierende Programm geben Leitplanken zur Entwicklung der Schweizer Berufsbildung in den nächsten Jahren vor.


Rivista erwachsenenbildung.at: cos’è la formazione di base?

I tredici articoli della rivista online offrono numerose prospettive in merito alla formazione di base. Gli autori e le autrici ci mostrano le diverse facce di ciò che la formazione di base può essere.

Maggiori informazioni (DE)


FSEA nuovo partner di cooperazione della Coalizione formazione ONG

La coalizione formazione ONG è un’associazione di 30 organizzazioni non governative nazionali che si impegnano per lo sviluppo sostenibile della politica della formazione. Gli attuali punti focali sono ad esempio il processo della strategia formazione professionale 2010 e l’Agenda 2030. Come partner di cooperazione nella coalizione la FSEA rappresenta le preoccupazioni della formazione continua.
 
Informazioni: Bernhard Grämiger, direttore FSEA, T:...


Da persona a marchio

Roberto Pirola

Cosa fa sì che una persona diventi un marchio? Il consulente di comunicazione Roberto Pirola è la persona perfetta a cui chiederlo.


La città dal punto di vista dei rifugiati

Il gruppo "Architecture for Refugees" conduce nella città di Zurigo delle visite guidate diverse dalle solite. Mostrano la città dal punto di vista dei rifigiati. Nell’ambito del progetto “Inclood” che indaga sul ruolo “dell’abitare” e degli apprendimenti per l’inclusione dei rifugiati alla fine di febbraio si è svolta una visita guidata per specialisti della formazione.


Promuovere le competenze di base sui social media

Come possono essere usate in maniera efficiente per la promozione delle competenze di base Facebook, Twitter e altre piattaforme? La rete europea per le competenze di base (EBSN) cercherà di dare risposta a questa domanda nel corso della conferenza organizzata a fine febbraio sulla piattaforma EPALE (discussione online della durata di due giorni). L’accento sarà messo su due funzioni offerte dai social media:

1.    rete di scambio tra formatori...


Come comportarsi con le “offerte formative aperte”

Unter dem Titel "Erweiterte Lernwelten" führte der deutsche Volkshochschulverband (VHS) einen Kurs im Umgang mit digitalen Lern- und Lehrsettings durch.


Ö-Cert: la qualità è un tema centrale anche in Austria

Circa 160 esperti di formazione ed attori della formazione continua si sono incontrati a fine gennaio per una grande conferenza sulla formazione degli adulti in Austria. Al centro dell’incontro c’era il tema lo sviluppo e la garanzia della qualità.

In particolare si è discusso del corrispettivo austriaco di eduQua, Ö-Cert. Da dicembre 2011 al dicembre 2017 il marchio Ö-Cert è stato assegnato a 1193 istituzioni di formazione continua. Una...


GO-Romania: centri comunali come luoghi di apprendimento

Le regioni rurali della Romania occidentale sono difficili da raggiungere. Molti paesi non sono collegati attraverso mezzi di trasporto pubblico. In questo contesto anche la formazione continua ha un grosso potenziale di sviluppo. Grazie al progetto GO Romania le cose dovrebbero cambiare.


La formazione professionale continua al centro del Learntec di quest’anno

La Learntec di Karlsruhe è il salone più importante per quanto riguarda la formazione digitale. L’edizione di quest’anno si è tenuta dal 30 gennaio al 1° febbraio è ha visto la partecipazione di più di 1000 visitatori e più di 300 espositori.

I nostri colleghi di erwachsenenbildung.at hanno riportato che è stata data particolare attenzione alla formazione professionale. Britta Wirtz la direttrice generale della “Karlsruher Messe- und Kongress...


Francia: 15 miliardi di Euro per la formazione professionale

Die französische Regierung plant, 15 Milliarden Euro in die Berufsbildung zu investieren. Bereits im September 2017 wurde der Finanzplan beschlossen. Nun soll ein Dokument erarbeitet werden, welches den Regionen als Grundlage für die Entwicklung, Überwachung und Evaluation von Massnahmen dient.


Nuove frontiere della cittadinanza: 7 prove d'autore

"Nuove frontiere della cittadinanza: 7 prove d'autore” è uno strumento attraverso il quale CFC/FSEA e IUFFP intendono dare visibilità a quei temi e a quelle emergenze che interessano, oggi, le realtà produttive, lavorative e educative coinvolte nella formazione professionale, e quindi anche la società tutta. Un modo per documentare anche le serate pubbliche organizzate con regolarità.

>> Maggiori informazioni e download della pubblicazione


Formazione continua digitale: saluti da Holodeck

Ci sono stati molti tweet e ancora più discussioni nella sala conferenze. Il media non è decisivo ma lo è il concetto. Questo è stato uno dei messaggi chiave della giornata #Weiterbildung digital, che si è tenuta il 25 gennaio alla PH di Zurigo. In altre parole tutti i tablet e le piattaforme d’apprendimento sono inutili se il loro utilizzo non è ragionato. Questo significa che se l’idea è buona, matite colorate e penne a sfera non sono obsolete...


Aiuto alle migranti per l’inserimento nel modo del lavoro nell’ambito delle TI

Una buona formazione non garantisce il posto di lavoro, perlomeno non alle donne migranti soprattutto se hanno imparato una professione considerata in Svizzera di dominio maschile. ECAP si occupa da tempo della tematica e con ict@migrants ha lanciato un progetto a Zurigo che mira ad aprire il mercato del lavoro ai migranti qualificati.
Si cercano aziende, posti di tirocinio che possano offrire uno stage che duri da tre a sei mesi. I profili di...


Partenza ritardata nell’era digitale

La digitalizzazione nella formazione continua in Svizzera inizia da lontano: ricerca dei corsi, marketing o valutazioni ne sono già fortemente influenzati. Nella formazione stressa il cambiamento però è più contenuto. Anche se questo potrebbe cambiare a breve, almeno secondo lo studio condotto dalla FSEA e dalla Pädagogischen Hochschule (PH) di Zurigo.


La commissione Eu adotta nuove iniziative per migliorare chiave e le competenze digitali

Dando seguito al vertice di Göteborg, la Commissione europea ha adottato oggi nuove iniziative per migliorare le competenze chiave e le competenze digitali dei cittadini europei, per promuovere valori comuni e la conoscenza del funzionamento dell'Unione europea nelle scuole.

Le nuove proposte giungono appena due mesi dopo che i capi di Stato e di governo europei hanno parlato di istruzione, formazione e cultura al vertice di Göteborg del...


La Svizzera – un paradiso ancora imperfetto di formazione continua

Dal punto di vista di Paesi come la Nigeria, l’India o l’Afghanistan la Svizzera è un paradiso per quanto riguarda la formazione continua soprattutto dal punto di vista del quadro giuridico. Nonostante ciò questo paradiso è lontano dall’essere perfetto e il piano d’azione dell’UNESCO per lo sviluppo della formazione continua è giustificato anche da noi.


Un lavoro grazie alla formazione – offensiva per le persone in assistenza

75'000 adulti in assistenza hanno la possibilità di inserirsi professionalmente se possono seguire una formazione continua mirata. La Conferenza svizzera delle istituzioni dell’associazione sociale (COSAS) e la Federazione svizzera per la formazione continua (FSEA) hanno lanciato un offensiva con lo scopo di aprire la strada verso il mercato del lavoro alle persone in questa condizione.


Supporto a progetti nell’ambito dell’iniziativa sul personale qualificato

La Confederazione promuove anche nel 2018, nell’ambito dell’Iniziativa sul personale qualificato (IPQ), progetti che contribuiscono a un miglior sfruttamento del potenziale del personale qualificato. Tali finanziamenti ammontano a 400 000 franchi l’anno e resteranno a disposizione fino al 2018.

La selezione dei progetti sarà effettuata dalla Segreteria di stato per l’economia (SECO) secondo criteri stabiliti.

In particolare i progetti dovranno...


Competenze di base sul luogo di lavoro: condizioni e modulistica

La digitalizzazione, l’automatizzazione e i nuovi processi organizzativi stanno modificando i profili professionali. Per mantenere i collaboratori al passo coi tempi, la SEFRI, dal 1° gennaio 2018, finanzia brevi formazioni continue incentrate sull’acquisizione delle competenze di base sul posto di lavoro. 

Sono ora disponibili online le informazioni, i moduli di domanda, di reporting e di conteggio delle prestazioni.

La procedura è...


La città di Berna investe nella formazione di base per i disoccupati

La città di Berna intende stanziare maggiori fondi per l' integrazione professionale e sociale delle persone del sistema previdenziale. La strategia per il 2018-2021 prevede una spesa complessiva di quattro milioni di franchi.

Poiché diventa sempre più difficile collocare sul mercato del lavoro i disoccupati senza una formazione professionale, la città di Berna intende investire maggiormente nella promozione delle competenze di base e offrire...


Call 2018 per i progetti europei di mobilità e cooperazione

Il programma svizzero Erasmus+ promuove la formazione continua nell’ambito di progetti di mobilità o di partenariati strategici compresa la mobilità del personale delle istituzioni di formazione degli adulti. Se volete permettere ai vostri collaboratori lo sviluppo personale e professionale e contribuire alla messa in rete internazionale della vostra istituzione, potete richiedere dei finanziamenti a Movetia per il vostro progetto.

I progetti di...


Il programma di scambio “Erasmus” ha 30 anni

Il programma formativo europeo Erasmus festeggia i suoi 30 anni. Con 4,4 milioni di studenti è il più grande programma di scambio al mondo. La Svizzera vi partecipa da 25 anni con uno statuto differente.


Come riuscire a recuperare una qualifica

Solo l’1,5% degli adulti tra i 25 e i 64 anni che non sono in possesso in titolo ne recuperano uno. Nel corso della giornata organizzata dalla FSEA “Adulti e formazione di recupero” del 6 dicembre a Zurigo si è discusso su cosa hanno bisogno gli adulti affinché seguano delle formazione di recupero.


Coinvolgere un numero maggiore di cittadini dell’UE nell’apprendimento lungo tutto l’arco della vita

Entro il 2015 l’UE vuole aumentare al 25% la percentuale di cittadini europei che apprendono lungo tutto l’arco della vita. Attualmente la proporzione di adulti lavoratori coinvolti nella formazione continua è solo dell’11%. Questo quanto deciso dall’UE nel corso del summit di Göterborg del 17 novembre ed è parte dello “Spazio europeo dell’istruzione entro il 2025”. 


Journées spéciales sulla qualificazione nella formazione professionale

In che modo le persone senza qualifiche possono essere integrate nel sistema di formazione professionale? Si è cercato di rispondere a questa domanda nel corso delle “Journées spéciales”. Le “Giornate” sono state condotte dallo IUFFP due volte all’anno presso il centro di formazione del settore dell’edilizia nella Svizzera Romanda.

In occasione di questo evento, il 1° dicembre sono state approfondite le esigenze dei datori di lavoro e le...


Ricerca di concetti formativi innovativi

Il Educational Lab del Lakeside Science & Technology Park di Klagenfurt studia, sviluppa e sperimenta nuovi concetti formativi per stimolare le innovazioni nel sistema di formazione di base e continua. 

Attualmente il Laboratorio cerca dei concetti e progetti innovativi di formazione come pure persone che desiderino lavorare nell’ambito MINT, della ricerca, dello sviluppo, dell’imprenditorialità e dell’internazionalità. 

>>

Maggiori...

Le PMI non vogliono prodotti finiti ma consigli

Negli ultimi tempi si è scritto molto sulla formazione nelle PMI. Si è detto che molte PMI mancano di una strategia chiara per la formazione continua e L’Ufficio federale di statistica ha recentemente confermato che in questo settore le piccole e medie imprese sono meno attive delle grandi imprese. È giunto il momento che le PMI dicano la loro al riguardo. La giornata delle PMI del 16 novembre ha offerto loro questa possibilità, sono stati...


Stagna la spesa delle aziende per la formazione continua

BFS Grafik

Le piccole imprese recuperano terreno per quanto riguarda la formazione continua dei propri collaboratori, in compenso la quota nelle medie imprese cala.


Milestone per la promozione delle competenze di base sul posto di lavoro

Il Consiglio federale ha stabilito oggi un programma di formazione continua, nell’ambito delle competenze di base, dedicato a chi è attivo nel mondo del lavoro. Il programma, che si basa sulla Legge sulla formazione professionale, prevede lo sviluppo di misure concrete e avrà a disposizione un termine di tre anni. Per il periodo 2018-2020 è previsto lo stanziamento di circa 13 milioni di franchi.


Per passare al punto B bisogna lasciare il punto A, ma è veramente così?

La decima giornata piattaforma FFA di fine ottobre si è chinata sulla tematica dei “formatori di domani”. La giornata non ha trovato una risposta semplice ma ha portato alcuni suggerimenti.


Un terzo pilastro per la formazione continua

Chiunque voglia accantonare dei fondi per la formazione continua dovrebbe poterli detrarre dalle imposte analogamente alle disposizione pensionistiche.


Una piattaforma nazionale con gli enti erogatori di formazione continua

Il Consiglio federale dovrebbe creare una piattaforma che presenti in modo chiaro e conciso tutte le offerte di formazione continua.


La partecipazione alla formazione continua resta invariata

A fine ottobre l’Ufficio federale di statistica ha pubblicato gli ultimi dati sulla formazione continua in Svizzera. Questi mostrano come la formazione si sia sviluppata in termini di partecipazione, tipo e argomenti. Rispetto al rilevamento del 2011 emerge che, seppur lentamente, la partecipazione alla formazione continua stia aumentando.


Formazione professionale 2030 – sulla strada giusta

La FSEA ha preso posizione in merito alla consultazione sul Programma Formazione professionale 2030. Fondamentalmente accoglie in maniera favorevole il principio di sviluppare la formazione professionale in un contesto sociale ed economico dinamico.


Il futuro della qualità

La qualità nella formazione continua è un argomento che tocca molte persone. Per questo motivo circa 100 persone hanno partecipato alla prima giornata nazionale sulla qualità nella formazione che si è tenuta a inizio ottobre a Berna. Nei workshop e in plenum si è discusso dell’implementazione della legge sulla formazione continua, cosa significa qualità nella formazione continua e come la si raggiunge.


Le legge sulla formazione continua svizzera come modello per la promozione della formazione lungo tutto il corso della vita

Dal 25 al 27 ottobre si terrà a Suwon (Corea del Sud) la Mid-Term Review di CONFINTEA (Conférence Internationale sur l’Education des Adultes). La Mid-Term Review verifica lo stato dell’arte delle azioni decise nel corso di CONFINTEA VI 2009 di Belém. Azioni sottoscritte dai 144 Stati partecipanti alla Conferenza, tra i quali anche la Svizzera. La conferenza Mid-Term getta le basi per CONFINTEA VII del 2021 con lo sviluppo di una Visione per il...


Visita di Movetia al Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport

Movetia è l’Agenzia svizzera per gli scambi e la mobilità promossa dalla Fondazione svizzera per la promozione degli scambi e della mobilità (FPSM). Nel 2017 si prefigge di visitare tutti i Cantoni per informarsi sui loro obiettivi e sulle loro attività e, conoscere le loro aspettative nei confronti della nuova agenzia nazionale. Nel mese di settembre i rappresentanti di Movetia hanno incontrato il direttore del Dipartimento dell’educazione,...


Esami professionali superiori: il Consiglio federale rinuncia alla garanzia della qualità nei corsi preparatori

La Confederazione investirà più di 100 milioni di franchi all’anno nella formazione professionale superiore senza però assicurarsi della qualità delle offerte sostenute. Questo quello che prevede la revisione dell’Ordinanza della formazione professionale accettata venerdì 15 settembre 2017 dal Consiglio federale. Così facendo il Consiglio federale non tiene conto della Legge sulla formazione continua entrata in vigore il 1° gennaio 2017 che...


Avvio della campagna "Semplicemente meglio!"

L’associazione Leggere e scrivere in collaborazione con la Conferenza intercantonale della formazione continua e ulteriori partner quali i cantoni, organizzazioni, associazioni e organizzatori di corsi, ha lanciato la campagna nazionale di marketing per la promozione delle competenze di base “Semplicemente meglio!”.

La campagna ha preso avvio nelle tre regioni linguistiche in occasione della Giornata internazionale dell’Alfabetizzazione dell’8...


DigiMaths: un progetto europeo per migliorare l’utilizzo delle tecnologie digitali

Le nuove tecnologie danno la possibilità di promuovere le competenze di matematica del quotidiano degli adulti. Molti formatori auspicano un aiuto per poter rendere effettiva questa possibilità. Il 31 agosto il progetto DigiMaths ha pubblicato delle linee guida per formatori per l’applicazione delle nuove tecnologie nelle lezioni affinché ci sia un effetto positivo nell’apprendimento dei partecipanti ai corsi.


Mancanza di personale specializzato: le PMI puntano sulla formazione continua

Dal un sondaggio Credit Suisse emerge che la carenza di personale specializzato è un fenomeno assolutamente reale per le PMI svizzere. Più della metà delle società che assumono fa fatica a trovare candidati idonei per le posizioni vacanti. Circa un quarto delle aziende intervistate è addirittura interessato da una carenza acuta di personale specializzato: a livello svizzero, si tratta di circa 90'000 PMI.


Perché promuovere le competenze di base in azienda?

Un breve filmato, realizzato nell'ambito della campagna Semplicemente meglio!, mostra l'importanza della promozione delle competenze di base in azienda.


EAEA: Formazione per tutte le età per la promozione dell’inclusione sociale

La commissione europea ha recentemente pubblicato una consultazione pubblica sulle “Raccomandazioni dei Consigli per la promozione dell’inclusione sociale e dei valori condivisi attraverso la formazione formale e non formale”. L’Associazione europea per la formazione degli adulti (EAEA) ha reagito con una presa di posizione.


Salari e onorari nella formazione degli adulti

Bettler

Nell’ambito della formazione degli adulti, la tentazione di mettersi in proprio è grande. La domanda che sorge spontanea a questo punto è, quanto deve essere il salario e l’onorario? Quello che conta è che il cliente trovi il prezzo coerente rispetto alla formazione fornita.


Valutazione della normativa eduQua 2012

Più del 90% degli istituti di formazione continua certificati eduQua sono contenti del label e della procedura. Questo uno dei risultati del recente questionario erogato dal segretariato eduQua che ha coinvolto 445 persone. La sfida più grande oggi e in futuro è rappresentata dall’impegno necessario per l’ottenimento della certificazione.


Sostegno alla garanzia della qualità negli EPS

Die Subventionierung der Vorbereitungskurse für eidg. Prüfungen in der höheren Berufsbildung (HBB) wird ab dem nächsten Jahr neu geregelt. Bis Ende Mai 2017 lief die Vernehmlassung zur dafür nötigen Änderung der Berufsbildungsverordnung (BBV). Die Stellungnahmen zeigen deutlich, dass der SVEB mit seiner Forderung nach einem System zur Qualitätssicherung nicht alleine ist. Die Mehrheit der Kantone sowie Dachverbände aus der Wirtschaft...


IKW mette al centro le pari opportunità

La Conferenza intercantonale per la formazione continua ha elaborato delle raccomandazioni per l’implementazione della LFCo che si basano su tre punti chiave: le pari opportunità, condizioni quadro favorevoli e il coordinamento.


„Offensiva sulla formazione digitale“: attenzione ai bisogni degli adulti

Tastatur

Il Consiglio federale ha approvato 5 luglio il rapporto e il piano d’azione “formazione digitale”, sottoposto dal ministro dell’economia Johann Schneider-Ammann. Sugli investimenti proposti, fino a 200 milioni di franchi per gli anni 2019/2020, la decisione è rinviata a settembre. La FSEA chiede che una parte consistente di questi investimenti sia dedicata alla formazione continua, in particolare per rispondere ai bisogni di numerosi adulti che...


Consultazione: Programma cantonale di promozione delle competenze di base degli adulti

Il Programma cantonale promozione delle competenze di base degli adulti - Documento strategico 2017-2020, vorrebbe essere il testo di riferimento per l'implementazione della Legge federale sulla formazione continua.


Il direttore FSEA nel comitato EAEA

Il direttore della FSEA, Bernhard Grämiger, è stato nominato nel comitato dell’European Association for the Education of Adults (EAEA). Con questa nomina la Svizzera è rappresentata in un ulteriore gremio di importanza Europea. La EAEA rappresenta gli interessi degli attori della formazione non formale e raggruppa tra I suoi membri, 141 organizzazioni provenienti da 45 nazioni.


Digitalizzazione: 150 milioni di franchi per la formazione di base e continua

Il ministro dell'economia Schneider-Ammann vuole richiedere al Consiglio federale un credito di 150 milioni di franchi. Il denaro dovrebbe essere impiegato per la digitalizzazione nella formazione di base e continua. Questo il risultato di una ricerca della Schweizer Fernsehen SRF.


Sito dei PIC

I programmi d’integrazione cantonali (PIC) da giugno 2017 hanno il proprio sito internet. La pagina internet dà informazioni di base per la migrazione e l’integrazione come anche una panoramica delle novità. Il sito ha lo scopo di contribuire a rendere più visibili i PIC e l’impegno profuso dai Cantoni, dalle città e dai Comuni a favore della promozione specifica dell’integrazione.

Nell’ambito dei PIC i cantoni definiscono misure per raggiungere...


Indagine nazionale sui partecipanti ai corsi di Leggere & Scrivere

Con il progetto “Inchiesta nazionale presso i partecipanti ai corsi” lanciato nell’autunno 2015, la Federazione svizzera Leggere e Scrivere ha condotto, per la prima volta a livello nazionale, un’inchiesta tra i partecipanti ai corsi di lettura e scrittura nell’ambito dell’illetteratismo. I risultati sono ora disponibili.


Rappresentanza svizzera nel comitato EBSN

Cäcilia Märki, responsabile del settore competenze di base della FSEA è eletta nel comitato dell’European Basic Skills Network (EBSN). La Svizzera ha dunque la possibilità di esprimersi a livello europeo nell’ambito dello sviluppo continuo per le competenze di base.


Premio UNESCO per l'alfabetizzazione

C’è tempo fino al 14 giugno per partecipare al "UNESCO International Literacy Prizes". Ogni anno il premio affronta uno specifico tema. Quest’anno il tema del concorso è “l’alfabetizzazione in un mondo digitale”.

Dal 1967 sono assegnati i "UNESCO International Literacy Prizes" per premiare le idee eccellenti e innovative nel campo della promozione della lettura. Fino ad ora sono stati presi in considerazione più di 475 progetti proposti da...


Chi paga la formazione continua?

Senza formazione continua oggigiorno le chance nel mercato del lavoro sono limitate. Ma esiste il diritto alla formazione continua? Un diritto esecutivo vero e proprio non c’è, dice Corinne Saner, avvocato e notaia di Olten alla radio svizzera. Come è dunque regolata l’assunzione dei costi?

“Se un datore di lavoro organizza un corso ne sostiene i costi. Mentre può chiedere a un dipendente di non lasciare l’azienda per un certo tempo dopo la...


Promozione della mobilità internazionale in ambito formativo per gli anni 2018–2020

Il Consiglio federale ha proposto al Parlamento di approvare, per il periodo 2018–2020, una soluzione svizzera a favore della promozione della mobilità internazionale in ambito formativo e chiede di stanziare i fondi necessari.


Consultazione sulla Revisione delle competenze chiave europee

Die Europäische Kommission möchte Beiträge zur fundierten Überarbeitung des Referenzrahmens für Schlüsselkompetenzen von 2006 einholen.


Aperte le iscrizioni all’EPS Responsabile di formazione con diploma federale

La FSEA ha pubblicato il bando di iscrizione all'Esame professionale superiore di responsabile di formazione con diploma.


UNESCO "Learning Cities Awards" per 16 città

16 città del mondo hanno ottenuto l’UNESCO "Learning Cities Award". Ad identificare le città è stata una giuria internazionale. Premiati i risultati di successo nell’ambito della promozione della formazione e della formazione lungo tutto il corso della vita.


Il consiglio federale per la promozione delle competenze di base

La digitalizzazione rappresenta una sfida per i lavoratori anziani e per le persone poco qualificate. Il Consiglio federale per questo motivo ha incaricato il DEFR di elaborare entro novembre un programma per la formazione continua nell’ambito delle competenze di base. La FSEA si impegna in questo ambito da più di dieci anni e ora anche per la promozione delle competenze legate alle TIC.


Programma EU per la promozione delle competenze di base

La collaborazione tra la Commissione europea e la New Skills Agenda ha permesso il lancio dell’iniziativa “Upskilling Pathways“ (in precedenza Skills Guarantee) per la promozione delle competenze di base degli adulti. Presenta raccomandazioni per gli Stati membri. La Federazione europea per la formazione degli adulti (EAEA) accoglie favorevolmente l’iniziativa e lavora con i suoi membri affinché venga implementata nei propri Paesi.


Il Consiglio federale valuta la partecipazione allo studio PIAAC

Nei prossimi mesi il Consiglio federale intende esaminare la possibilità di partecipazione della Svizzera alla prossima edizione dell’inchiesta internazionale PIAAC. Si tratta dello “studio PISA per gli adulti” per valutare le competenze di base.


Call: criteri di qualità per il sistema della formazione

Come si misura il successo del sistema della formazione? Il congresso della Società austriaca per la ricerca e lo sviluppo nella formazione (ÖFEB) di quest’anno cercherà si rispondere a questo quesito.


Tecnologie digitali come chance per formati di apprendimento e per apprendere

La nuova pubblicazione della rivista di erwachsenenbildung.at, disponibile sia in formato digitale sia in formato cartaceo, ha affrontato il tema delle tecnologie digitali come formati di apprendimento e per apprendere. In discussione anche la questione su come lo sviluppo tecnologico può influire la formazione degli adulti.


Anno della formazione continua per EAEA

L’Associazione europea per la formazione degli adulti (EAEA) nel 2017 festeggia l’anno della formazione degli adulti. Con il motto “forza e piacere dell’apprendimento” la EAEA invita tutte le organizzazioni della formazione degli adulti a presentare eventi e campagne da mettere in atto nel 2017. Gli eventi saranno pubblicati e pubblicizzati sul sito di EAEA.

>> Maggiori informazioni


1700 iscrizioni al Mooc per la formazione degli adulti (EBmooc)

Am 6. März ist der erste offene Online-Kurs für Erwachsenenbildung in Österreich gestartet. 1700 Personen haben sich zum Start angemeldet.


fide: passaggio del testimone

Nach zwei Jahren Pilotbetrieb geht fide in die Hände der neuen Geschäftsstelle über. Während der Pilotphase war die bisherige Geschäftsstelle damit bertraut, die Verfahren zur Qualifizierung der Sprachkursleiterinnen und -leiter im Integrationsbereich einzurichten und die Qualität bei den Ausbildungen zu überprüfen.


Il Canton Berna definisce le misure per la promozione delle competenze di base

Der Kanton Bern will bei der Förderung der Grundkompetenzen von Erwachsenen einen Gang zulegen. Er hat Schwerpunkte und Massnahmen bis 2018 definiert, die unter anderem den Zugang zur Weiterbildung von Personen mit fehlenden Grundkompetenzen verbessern sollen.


Steffi aiuta nella giungla amministrativa

Die holländische Gemeinde Utrecht hat eine spezielle Webseite aufgeschaltet, die Personen beim Behördengang unterstützt. Schritt für Schritt erfahren Nutzer, wie sie etwa einen Pass ausstellen lassen können. Das Spannende an der Sache: Die User werden von der virtuellen Assistentin Steffi begleitet.


Media digitali quali strumenti di aiuto per l’inclusione

Digitale Hilfmittel sind geeignet, Barrieren für Personen mit Behinderung bei der Weiterbildung abzubauen. Das deutsche Bundesministerium für Bildung und Forschung hat ein entsprechendes Förderprogramm lanciert.


I “Millennials” vogliono continuare a formarsi

Nel 2020 i Millennials saranno un terzo della popolazione attiva. Per questo c’è grande interesse per la cosiddetta generazione Y.


Riserva la data: Giornata piattaforma di scambio 2017

La Giornata piattaforma di scambio di quest’anno metterà al centro della discussione le future competenze dei formatori. Ci sarà spazio anche per fare una riflessione sulla digitalizzazione. L’incontro si terrà il 26 ottobre 2017 a Berna. Seguiranno maggiori informazioni.


La SRG SSR lancia “together”, l'app per l'integrazione

Vivere in Svizzera. È questo il motto alla base dell'app per l'integrazione “together” sviluppata dalla SSR.


Il Consiglio federale intende proseguire i programmi cantonali d'integrazione

Confederazione e Cantoni intendono portare avanti i programmi cantonali d'integrazione (PIC), finanziati congiuntamente. Un bilancio intermedio ha mostrato che i PIC, anche grazie alla loro flessibilità, hanno dato buoni risultati come strumento per promuovere l'integrazione degli stranieri. Il Consiglio federale chiede pertanto al Parlamento di autorizzare un nuovo credito d'impegno per i programmi cantonali d’integrazione 2018-2021.


Inchiesta sulla digitalizzazione nel mondo del lavoro

L’istituto di psicologia applicata IAP dell’alta scuola delle scienze applicate di Zurigo studia in maniera approfondita la digitalizzazione del mondo del lavoro.


Erasmus+ 2017, appello per le proposte 2017

Movetia ha lanciato l’appello per le proposte di partecipazione ai progetti internazionali di mobilità e di cooperazione. La Segreteria di stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) ha incaricato l’agenzia della messa in atto della soluzione transitoria Erasmus+ 2017.


Nuovi mandati per la realizzazione del Segretariato fide

La Segreteria di Stato della migrazione (SEM) ha affidato a tre offerenti diversi i mandati relativi al proseguo e all'estensione del Segretariato fide messi a concorso il 1° luglio 2016. Il Segretariato fide sarà incaricato, nello specifico, di proseguire lo sviluppo della qualità dei corsi linguistici per migranti e di implementare strumenti nazionali di valutazione delle competenze linguistiche.


I sensi – nuovo numero EP

Il 1° dicembre è uscito l’ultimo numero della rivista specializzata nella formazione continua Education Permanente.


Fino a 100'000 posti di lavoro nel settore degli impegnati di commercio

Come dimostrano due studi svolti dalla Società degli impegnati di commercio nei prossimi anni il 20-30% dei posti di lavoro potranno essere esportati all’estero.


Schweiz Aktuell informa sulle misure di austerità del canton Zurigo

Come misura di risparmio la direzione della formazione del canton Zurigo ha deciso di non dare più i soldi per i corsi di alfabetizzazione dal momento che non è compito della direzione della formazione integrare i migranti.


Dichiarazione di Bienne: rafforzare gli sforzi comuni contro la povertà

La Confederazione, i Cantoni, le Città e i Comuni s’impegnano a proseguire e a rafforzare i loro sforzi in tal senso con una dichiarazione congiunta sottoscritta il 22 novembre 2016 a Bienne, nel quadro della Conferenza nazionale contro la povertà.


Partecipazione della FSEA al progetto DiDO

La Federazione svizzera per la formazione contininua partecipa al progetto Erasmus + denominato Developing Innovative Didactics for Workplace Training (DiDO). Il progetto, dopo lo stato dell'arte sull'apprendimento sul posto dei lavoro dei paesi partecipanti, effettuerà una ricerca ed elaborerà un concetto di formazione per formatori. 

Per maggiori informazioni sul progetto e i suoi risultati si prega si contattare: fseaticino@alice.ch

>>

Al...

Assemblea dei delegati e giornata della formazione sul futuro della FSEA

Circa 120 attori della formazione continua si sono dati appuntamento lo scorso 3 maggio presso l’Eventfabrik per discutere, al termine dell’assemblea dei delegati della FSEA, sul futuro della FSEA.