Hauptinhalt

Milestone per la promozione delle competenze di base sul posto di lavoro

  • 08.11.2017

Il Consiglio federale ha stabilito oggi un programma di formazione continua, nell’ambito delle competenze di base, dedicato a chi è attivo nel mondo del lavoro. Il programma, che si basa sulla Legge sulla formazione professionale, prevede lo sviluppo di misure concrete e avrà a disposizione un termine di tre anni. Per il periodo 2018-2020 è previsto lo stanziamento di circa 13 milioni di franchi.

La FSEA saluta favorevolmente questa iniziativa e vuole sottolineare l’importanza di realizzare misure di formazione continua volte a promuovere le competenze di base, in particolar modo, tra lavoratori poco qualificati e/o in età avanzata. La Legge sulla formazione continua, in vigore da inizio 2017, offre già a Confederazione e Cantoni una base giuridica e mezzi finanziari per la promozione, l’acquisizione e il mantenimento delle competenze di base degli adulti. Il nuovo programma completa le misure adottate su questa base e incrementa le risorse finanziarie a disposizione di questo settore, che aveva finora ricevuto relativamente poco.

Ponendo l’attenzione sui lavoratori, segnatamente su quelli più anziani, la FSEA ritiene che si sia compiuto un primo passo per cercare di contrastare i rischi di perdere il posto di lavoro e di disoccupazione di lunga durata, nei quali sovente incorrono le persone poco qualificate. Tramite il programma adottato dal Consiglio federale, le iniziative per promuovere le competenze di base per chi è attivo nel mondo del lavoro possono ora contare su basi più ampie e solide.

A tale scopo è, inoltre, disponibile un modello collaudato che è già stato sperimentato con successo in vari settori. Infatti, con il modello GO la FSEA, negli ultimi anni, ha sviluppato un concetto di formazione continua nell’ambito delle competenze di base fortemente orientato al posto di lavoro. Con l’offerta di servizi denominata GO-Next, la FSEA mette ora a disposizione di tutte le parti interessate, le esperienze maturate e le competenze sviluppate nel corso degli anni.

La FSEA ricorda che circa 800'000 adulti in Svizzera hanno capacità di lettura e scrittura insufficienti e che circa 400'000 persone presentano importanti lacune nel risolvere semplici operazioni di calcolo. Si stima, inoltre, più di milione di persone abbiano poche o nessuna competenza nell’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. In Svizzera, il 64% di queste persone, che presentano delle lacune in una o più competenze di base, svolgono un’attività lavorativa.

Comunicato stampa del Consiglio federale

Neben Lese- und Schreibkompetenzen geht es auch um den Anschluss an die digitale Welt. (Bild: Pixabay)