Hauptinhalt

Progetto buoni di formazione con Aiuto Svizzero alla montagna

Buoni per la digitalizzazione delle PMI nelle regioni di montagna

La Fondazione Aiuto svizzero alla montagna sovvenziona formazioni continue relative alla digitalizzazione per le persone nelle regioni di montagna. Chiunque lavori in una piccola o piccolissima impresa in una regione di montagna può ottenere un buono. Questo dà diritto a una riduzione del 50% del costo del corso scelto nell’ambito della digitalizzazione. Per persona è possibile beneficiare al massimo di 5’000 CHF all’anno.

Descrizione del progetto

Con questo progetto, la Federazione svizzera per la formazione continua FSEA e Aiuto svizzero alla montagna promuovono, dal 2018, la formazione continua in ambito digitale e la trasformazione nelle regioni montagna. Il finanziamento è assicurato esclusivamente dalle campagne di raccolta fondi e dalle donazioni di Aiuto Svizzero alla Montagna.

Piattaforma dei corsi

I buoni sono validi per oltre 12’000 corsi di formazione continua pubblicati sulla piattaforma dei corsi gestita dalla FSEA su www.formazionecontinua.swiss/berghilfe. L'offerta comprende corsi di enti provenienti da tutta la Svizzera. Si possono trovare corsi che vanno dal marketing online all'acquisizione di conoscenze tecniche fino alle conoscenze manageriali.

Pubblico di riferimento

Possono richiedere il buono i dipendenti delle aziende che si trovano nelle zone montane svizzere (zona montana 2 o superiore - tutte le zone contrassegnate sulla mappa, tranne il verde e il giallo) con meno di 50 posti a tempo pieno.

Motivazioni

Anche le aziende e le imprese site nelle zone di montagna dovrebbero poter beneficiare delle opportunità offerte dalla digitalizzazione. Tuttavia, i costi della formazione continua sono spesso un ostacolo. Ecco perché Aiuto svizzero alla montagna aiuta finanziariamente le piccole imprese con formazioni continue digitali.


Maggiori informazioni
Formazione continua in ambito digitale – Aiuto svizzero alla montagna
Formazione continua nel campo della digitalizzazione nelle regioni di montagna: ci guadagnano tutti