Hauptinhalt

Digitalizzazione e formazione continua

Con il termine digitalizzazione si descrive un’ampia gamma di cambiamenti tecnologici che vanno dai quotidiani online a vetture automatizzate. Il continuo cambiamento della rete delle tecnologie digitali, l’aumento dei dati e la possibilità di valutarli in maniera rapida sta cambiando i modelli professionali, della società e della nostra vita quotidiana. 

La formazione continua, in questo contesto, offre di competenze necessarie per gestire le nuove applicazioni e allo stesso tempo è essa in continua evoluzione e cambiamento.

Promotrice di nuove competenze

Per far fronte alle esigenze sociali ed economiche della digitalizzazione la formazione continua è essenziale in tre ambiti.

1. Competenze di base digitali

La strategia del Consiglio federale per la Svizzera digitale fissa un obiettivo fondamentale: consentire a tutta la popolazione di utilizzare le tecnologie digitali dell’informazione e della comunicazione (TIC). Circa 1,5 milioni di persone in Svizzera non sono in possesso di queste competenze di base. La legge sulla formazione continua agli articoli 13-16 indica che la formazione continua dovrebbe contribuire alla promozione delle competenze di base nell’ambito delle TIC verso i pubblici interessati. 

2. Carenza di competenze TIC

Un sondaggio del Centro di ricerca economica sulla digitalizzazione nelle aziende svizzere realizzato nel 2017 mostra che il più grande ostacolo alla digitalizzazione dell’economia è la mancanza di personale qualificato. Questo è in linea con la valutazione del Consiglio federale nel quadro dell’iniziativa per i lavoratori qualificati e in pericolare con la carenza di specialisti delle TIC. La formazione continua può accogliere la domanda dell’economia in modo più rapido e flessibile rispetto alla formazione formale e adattarla agli sviluppi tecnologici. 

3. Competenze complementari

La digitalizzazione ha modificato i profili professionali. Gli effetti di questi cambiamenti vanno però ben oltre il digitale. Lo studio dell’università di scienze applicate in Business Administration di Zurigo sulle professioni commerciali indica ad esempio che sono altresì importanti le competenze personali, sociali e metodiche. Concretamente, le competenze come il problem solving, la flessibilità e la capacità di lavorare in team sono decisive per l’uso efficiente e razionale delle tecnologie e per l’apertura verso queste innovazioni. Essere in linea con la digitalizzazione significa molto di più del possesso delle competenze tecnologiche. Nella trasmissione di queste competenze la a formazione continua ha una lunga tradizione e molta esperienza.

Digitalizzazione della formazione continua 

Le scuole svizzere si armano di tablet e portatili per consentire ai nativi digitali, la generazione che è cresciuta dall’inizio con internet e gli spartphone, di beneficiare di una formazione moderna. Anche la formazione continua deve adattarsi alle nuove aspettative. Qui vi è un grosso vantaggio, ad esempio può già beneficiare di una tendenza legata alle attrezzature tecniche: BYOD. «Bring Your Own Device» significa che con la diffusione di tablet e smartphone tra adulti nella formazione continua si può presumere che portino le proprie attrezzature per seguire i corsi.

La digitalizzazione nella formazione continua non significa solo che viene insegnato l’utilizzo delle nuove tecnologie ma che queste tecnologie possono essere incluse e utilizzate nei corsi. La piattaforma di formazione continua wb-web germanica presenta le ultime tendenze e ha raccolto suggerimenti utili. Il EBmooc austriaco utilizza direttamente un formato digitale per formare alle tecnologie digitali il personale impiegato nella formazione continua.

Sebbene molte tecnologie siano già in uso il livello di conoscenza dei loro effetti e i benefici è ancora basso. Uno dei compiti dei prossimi anni sarà definire gli standard e caratteristiche di qualità per la formazione digitale.