Hauptinhalt

Protezione dei dati

Il trasferimento della formazione continua in modalità online ha diversi effetti che devono essere presi in considerazione in materia di sicurezza dei dati e dei diritti d’uso. Da un lato è particolarmente importante proteggere adeguatamente i dati dei partecipanti che vengono elaborati nell’ambito di queste offerte. Dall’altro chi eroga il corso deve conoscere esattamente i diritti d’uso del materiale utilizzato durante la formazione.

Protezione dei dati e utilizzo degli strumenti digitali

È piuttosto difficile conoscere tutte le applicazioni che possono essere utilizzate per l’apprendimento digitale. Ancora più difficile è controllarle e confrontarle secondo gli standard di sicurezza.

Il responsabile della protezione dei dati del Canton Zurigo ha stilato un elenco di servizi che possono essere utilizzati durante la crisi dovuta al diffondersi del COVID-19 e ha raccolto le preoccupazioni e suggerimenti su come procedere. Sono stati valutati anche sistemi di videoconferenza quali Zoom e Jitsi. In generale, soprattutto nel campo della formazione, è importante leggere attentamente i termini e le condizioni per l’utilizzo e informare i partecipanti.

Informazioni sulla legge sulla protezione dei dati

 

Diritti d’utilizzo

Internet non offre solo piattaforme e applicazioni che rendono possibili corsi in formato digitale ma anche molto materiale didattico. Il termine Risorse Educative Aperte (in inglese OER, Open Educational Resources) comprende materiali disponibili gratuitamente e pubblicamente.

L’Università di Genova partecipa dal 2005 al progetto EduOpen che offre una buona panoramica di corsi Mooc (Massive Open Online Courses).