Hauptinhalt

Il Consiglio federale introduce la regola delle 2G per la formazione continua - ma con delle eccezioni

  • 17.12.2021

Per i corsi di formazione continua al chiuso, a partire da lunedì 20 dicembre 2021, si applicherà la regola del 2G. Questo significa che l'accesso alla formazione continua al chiuso sarà riservato alle persone vaccinate e/o guarite. Tuttavia, il Consiglio federale ha deciso un'esenzione per alcuni corsi di formazione. In questi, il 3G continua ad essere applicato. Le nuove misure resteranno in vigore fino al 24 gennaio 2022.

Il 17 dicembre, il Consiglio federale ha deciso ulteriori misure per combattere il diffondersi del coronavirus. Dal 20 dicembre, solo le persone vaccinate e/o guarite (2G) avranno accesso ai corsi di formazione continua che si svolgono al chiuso. Inoltre, sarà necessario indossare la mascherina.

Esenzione per alcuni corsi di formazione continua

Tuttavia, il Consiglio federale ha deciso delle esenzioni per la formazione continua. Secondo l'art. 19a della nuova ordinanza, la regola 3G attualmente in vigore rimane valida per le seguenti offerte e attività di formazione continua:

  • corsi di preparazione agli esami federali;
  • le offerte nell’ambito dell’acquisizione di competenze di base
  • le offerte volte ad adempiere i criteri d’integrazione
  • corsi di formazione continua ordinati dalle autorità
  • gli esami nell’ambito di offerte di formazione continua

Sono esenti dall’obbligo del certificato gli eventi di formazione continua all'aperto fino a un massimo di 300 persone così come le formazioni continue interne alle aziende.

I costi dei test per l’ottenimento del certificato sono nuovamente coperti

Il Consiglio federale ha inoltre deciso che i costi di determinati test anti-COVID-19 necessari al rilascio del certificato saranno nuovamente a carico della Confederazione. Così facendo, attua una decisione del Parlamento prevista dalla legge COVID-19. Saranno assunti i costi dei test antigenici rapidi e dei test PCR salivari aggregati. Non saranno invece rimborsati i test autodiagnostici, i test PCR individuali e i test anticorpali.

Un'altra battuta d'arresto per la formazione continua

L'introduzione della regola del 2G è un'altra battuta d'arresto per la formazione continua. Per gli enti di formazione continua, ci sono di nuovo notevoli costi di transazione e ci si deve aspettare un numero decrescente di partecipanti. Il settore è quindi ancora in crisi e deve aspettarsi notevoli perdite economiche.

Tuttavia, la FSEA accoglie con favore l'introduzione delle esenzioni. Queste, unitamente all'assunzione dei costi dei test, rende possibile ai gruppi target vulnerabili di non essere esclusi dalla formazione continua.

Tuttavia, il regolamento per le esenzioni deve ancora essere completato. La FSEA chiede al Consiglio federale di, nella prossima modifica dell'ordinanza Covid, includere i corsi di formazione continua che prevedono una necessaria parte pratica

Comunicato stampa del Consiglio federale del 17.12.2021