Hauptinhalt

Coronavirus: il Consiglio federale propone la regola del 2G per la formazione continua

  • 14.12.2021

Nella sua riunione del 10 dicembre 2021, il Consiglio federale ha deciso di porre in consultazione due varianti di provvedimenti più restrittivi per contrastare il diffondersi del Covid-19. Entrambe le varianti prevedono l'introduzione della cosiddetta regola del 2G con l’obbligo della mascherina e di rimanere seduti per la formazione continua. Questo limiterebbe la possibilità di accedere alla formazione continua alle sole persone vaccinate o guarite. La consultazione è terminata il 14 dicembre, la decisione in merito è prevista per il 17 dicembre. Per gli aggiornamenti, si prega di fare riferimento al nostro sito web alice.ch.

Visto il peggioramento della situazione epidemiologica, il Consiglio federale ha deciso di valutare un ulteriore inasprimento delle misure in vigore. Le nuove regole riguarderebbero anche la formazione continua che si svolge in interni. Per le attività di formazione all’aperto, le regole esistenti rimarrebbero invariate.

Variante 1: 2G con obbligo di indossare la mascherina igienica e di rimanere seduti

La variante 1 prevede l’adozione integrale della regola del 2G. Nelle aree in cui attualmente si applica la regola 3G (accesso per le persone vaccinate, guarite e risultate negative al test) dovrebbe essere introdotta la regola 2G che prevede delle limitazioni che permetterebbero l’accesso unicamente alle persone vaccinate e/o guarite.

In occasione di eventi, dovrebbe inoltre essere possibile applicare volontariamente la cosiddetta regola 2G-plus. Questo significa che sarebbero ammesse unicamente persone vaccinate e guarite in possesso di un test Covid negativo. Con l’applicazione della regola del 2G-plus, si potrebbe rinunciare all’uso della mascherina igienica e all’obbligo di rimanere seduti.

Variante 2: 2G con obbligo di indossare la mascherina igienica e chiusure parziali

Anche la variante 2 prevede l’adozione della regola 2G, con l’obbligo di indossare la mascherina e di rimanere seduti con la possibilità di applicare volontariamente la regola 2G-plus. Inoltre, la variante 2, prevede che tutti i luoghi in cui non è possibile portare la mascherina siano chiusi. Questo riguarda gli spazi interni dei ristoranti, così come i centri fitness, le discoteche, i bar e gli eventi. La formazione continua potrebbe essere toccata da chiusure in quelle situazioni in cui non è possibile indossare la mascherina.

Ulteriori misure

Il Consiglio federale ha discusso anche la possibilità di misure più restrittive, come la sospensione temporanea di tutti gli eventi e le attività culturali e del tempo libero in spazi chiusi, il divieto di frequentare le università e l'obbligo di telelavoro fino alla fine di gennaio.

I test dovrebbero di nuovo essere gratuiti

Il governo federale propone che i costi dei test Covid-19, che portano a un certificato Covid, siano nuovamente assunti dal governo federale. I test antigenici rapidi e i test PCR salivari “in pool” non saranno invece rimborsati.

Situazione difficile per la formazione continua

Nel settore della formazione continua, la nuova stretta porterebbe a una situazione estremamente difficile. La regola del 2G significa un divieto di presenza per le persone che non sono né vaccinate né guarite.

La FSEA continuerà a impegnarsi per garantire che il settore della formazione continua superi la crisi nel miglior modo possibile e che nessun gruppo target venga escluso dalla formazione continua.

Comunicato stampa del Consiglio federale