Hauptinhalt

Qualità prima dei costi

  • 22.11.2018

I contratti per i contributi alla formazione continua sono generalmente aggiudicati dal settore pubblico nell'ambito di procedure di richieste di finanziamenti. La concezione di queste procedure è problematica sotto diversi aspetti.

In una presa di posizione la FSEA chiede che la qualità sia una priorità in tali procedure.
La FSEA attribuisce grande importanza alla garanzia e alla promozione di un alto livello della qualità nella formazione continua. Tuttavia, per l'attuale procedura di presentazione il prezzo ha di fatto un ruolo più alto della qualità; nella maggior parte delle procedure il prezzo è ponderato tra il 30 e il 50%. Poiché i criteri non monetari non consentono un'effettiva differenziazione tra i prestatari a causa della standardizzazione, il prezzo diventa il criterio decisivo. Questo porta ad una spirale di dumping (salariale) con condizioni di lavoro in costante peggioramento per i formatori dei corsi.

La FSEA si impegna a progettare procedure di richieste di finanziamenti che consentano una concorrenza leale soprattutto sulla base di criteri di qualità. Allo stesso tempo, la FSEA intende garantire che tutti i prestatari, indipendentemente dalle loro dimensioni, abbiano pari opportunità nelle procedure di richieste di finanziamenti per le offerte e che lo sforzo richiesto per partecipare alle procedure rimanga gestibile.
Esige inoltre, che la qualità sia ponderata come criterio più importante. Le procedure devono essere concepite in modo tale che si tratti principalmente di concorsi di idee. La FSEA ha indicato in una presa di posizione quali requisiti devono essere soddisfatti. (RS)
Presa di posizione (DE)

Se i costi sono il criterio principale nelle procedure di richiesta di finanziamenti, ciò comporta un dumping salariale per gli organizzatori dei corsi. (Immagine: Pixabay)